Kazan vince ancora e raggiunge Milano

Grande quarto periodo dei russi. Hezonja MVP di serata

0 0
Read Time:2 Minute, 11 Second

Kazan vince ancora in Turkish Airlines Euroleague e raggiunge l’Olimpia Milano in classifica continuando la sua scalata verso posizioni sempre più nobili.

La settima vittoria nelle ultime otto gare dimostra una volta di più come il collettivo di Perasovic si meriti il titolo di sorpresa più bella di questo girone di andata.

L’ultimo scalpo è quello dello Zalgiris Kaunas che si è arreso per 66-53 alla Basket Hall di Kazan.

Un risultato che andiamo ad analizzare come consuetudine di Eurodevotion in punti.

QUARANTANOVE

La somma di punti totali prodotto dalle due squadre all’intervallo lungo, peggior prestazione di questa edizione di Eurolega che cancella il record negativo di cinquantaquattro della prima giornata tra Fenerbahce e Stella Rossa. Le due squadre sono rientrate nello spogliatoio sul risultato di 26-23 al termine di primi venti minuti non indimenticabili. Le fatiche del doppio turno avvicinandosi la fine del girone di andata possono incidere sicuramente negativamente sulle prestazioni anche se lo spettacolo, forse mai come in questa stagione, è stato spesso molto altalenante.

Kazan Vince

BREAK NEL QUARTO PERIODO

Lo Zalgiris, attualmente ultimo in classifica, si è affacciato all’ultimo quarto sul punteggio di parità ma onestamente non si è mai avuta la percezione che potesse tornare da Kazan con il bottino pieno. I russi, fino a quel momento lontani parenti nel tiro dalla lunga distanza rispetto a quelli di Mosca, hanno ritrovato la precisione balistica e guidati dal terzetto Lorenzo Brown, Canaan e Hezonja sono riusciti a piazzare un parziale di 18-2 che ha spaccato la partita. Raggiunto il massimo vantaggio al termine del break (60-44) il team di Perasovic ha gestito serenamente i minuti finali mostrando una crescita che nessuno avrebbe potuto prevedere dopo il tracollo di Istanbul delle prime giornate.

MARIO HEZONJA

Il talento del giocatore croato non è sicuramente una novità ma ciò che stupisce in positivo in questa stagione è la continuità di prestazioni fornite. Le ultime sei partite sono assolutamente emblematiche sull’apporto dell’ex Panathinaikos alla causa. 17 punti conditi da quasi 7 rimbalzi accompagnati da percentuali di tiro notevoli. La partita contro lo Zalgiris non ha fatto eccezione: 20+6 con 4/6 nel tiro da tre punti ed 8/15 totale. Percentuali abbondantemente sopra al 50% in una serata in cui i compagni hanno accumulato un 19/41. Un potenziale MVP nel caso i ragazzi di Perasovic continuassero in questa straordinaria cavalcata.

L’ultima giornata del girone di andata vedrà i baltici ospitare Milano mentre per Hezonja ci sarà la grande sfida da ex a Barcellona, un esame di maturità per lui e per tutta la squadra.

Happy
Sad
Excited
Sleepy
Angry
Surprise

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Il CSKA non brilla ma vince: all'Alba non basta un super Maodo Lo

La partita tra CSKA Mosca e Alba Berlino doveva essere una sfida la cui bilancia sulla carta pendeva nettamente da una parte, ma niente di tutto questo. I russi vincono una gara molto frizzante solo nel finale, dopo aver inseguito per gran parte della partita: 90-93 il punteggio finale. Già […]
cska alba berlino shengelia

Iscriviti alla Newsletter di ED

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: