Sala stampa: le parole dei coach dopo la seconda serata del Round #15

0 0
Read Time:3 Minute, 10 Second

Sala stampa: le dichiarazioni degli allenatori dopo le ultime quattro partite del Round #15 di Eurolega

CSKA v UNICS

Dimitris Itoudis (CSKA Mosca): “Loro sono stati dominanti ed è un momento difficile per noi. Stavamo giocando male in fase offensiva e difensiva. Abbiamo le qualità per riprenderci, dobbiamo riguardare la partita e fare autocritica. Purtroppo per noi, oggi c’era una sola squadra in campo.”

Velimir Perasovic (UNICS Kazan): “Nel secondo quarto abbiamo iniziato a giocare una difesa davvero dura, abbiamo recuperato tanti palloni che ci hanno permesso di poter correre e segnare facili tiri in transizione. Nel secondo quarto abbiamo rotto la partita, e nel terzo abbiamo comunque giocato bene, ma la chiave è stata il secondo quarto giocando davvero una buona difesa.”

Perasovic

ZALGIRIS v MONACO

Jure Zdovc (Zalgiris Kaunas): “Hai visto la partita. Nessuna difesa. Non possiamo dire che non ci abbiamo provato, ma in alcuni momenti cruciali non abbiamo reagito bene. Inoltre, abbiamo un vantaggio di 9 e l’abbiamo perso troppo in fretta, troppo facilmente. Abbiamo una nuova partita tra due giorni. Congratulazioni all’avversario e andiamo avanti.”

Sasa Obradovic (Monaco): “Sono molto contento per la vittoria. Il modo in cui abbiamo vinto è forse secondario. Forse mi sarebbe piaciuto un basket diverso ma abbiamo usato le nostre qualità individuali e abbiamo sfruttato i nostri vantaggi. Ho qualcosa da contestare alla nostra fase difensiva, ma una vittoria è una vittoria. I giocatori hanno mostrato davvero un buon carattere.”

OLYMPIACOS v BAYERN

Georgios Bartzokas (Olympiacos): “Ero davvero preoccupato prima della partita. Il Bayern è una squadra davvero tosta, lo hanno dimostrato vincendo facilmente contro l’Efes e, nella partita precedente, con l’ALBA in trasferta. Quindi ci aspettavamo una partita fisica e dura, cosa che alla fine non è stata per via della nostra prestazione. Abbiamo fatto un grande sforzo difensivo e abbiamo anche avuto la capacità con i nostri creatori di gioco di leggere esattamente cosa ci lasciavano in attacco, segnando quasi 50 punti all’intervallo. Per 32-35 minuti abbiamo fatto un’ottima prestazione.”

Andrea Trinchieri (Bayern Monaco): “Da una parte è stata una grande prestazione dell’Olympiacos sia in fase offensiva che difensiva. Erano meglio su tutto, anche nel riscaldamento, credo. D’altra parte, è stata una prestazione scadente della mia squadra. Non avevamo abbastanza energie fisiche e mentali per competere, quindi congratulazioni a Georgios e all’Olympiacos, hanno giocato una grande partita e hanno meritato la vittoria.”

“Quando si parla di una brutta prestazione, si parla di una brutta prestazione di un gruppo di persone, non solo di giocatori, anche di allenatori. Di sicuro posso andare negli spogliatoi e puntare il dito, ma non posso dimenticare che giochiamo in emergenza senza quattro giocatori. Dobbiamo migliorare in tutto, tra 48 ore abbiamo un’altra partita molto difficile, è stata una performance molto imbarazzante da parte di tutti noi.”

Coach Bartzokas Olympiacos

ASVEL v ZENIT

TJ Parker (ASVEL Villeurbanne): “Hanno giocato bene in difesa e noi eravamo troppo statici con la palla. Dovevamo giocare in modo più fluido in fase offensiva, questo è stato il problema più grande. Loro non hanno segnato molto, ma noi dovevamo trovare soluzioni in attacco.”

Xavi Pascual (Zenit San Pietroburgo): “Siamo stati un po’ più efficaci nel secondo tempo. Più o meno abbiamo mantenuto il nostro livello difensivo e in attacco siamo stati più efficaci. È un periodo duro e difficile. Abbiamo perso Kuzminskas prima della partita, durante la partita, abbiamo ha perso il nostro playmaker Conner Frankamp. Non è facile, ma tutti i giocatori hanno lottato, cercando di raggiungere questa vittoria importante. Mi piace il nostro spirito, lottiamo fino all’ultimo momento. Soprattutto nel secondo tempo, siamo stati concentrati, abbiamo lottato su ogni pallone. Abbiamo ridotto al minimo le nostre palle perse, e siamo stati più efficaci vicino al canestro. Stasera siamo stati pessimi ai tiri liberi, avremmo potuto chiudere la partita prima, ma a volte succede.”

Happy
Sad
Excited
Sleepy
Angry
Surprise

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Round 15: l'Olympiacos spazza via il Bayern Monaco

Olympiacos in casa quasi ingiocabile quest’anno. L’Olympiacos vince e convince ancora, questa volta dominando un avversario sulla carta molto ostico e pericoloso come il Bayern Monaco di coach Andrea Trinchieri. Finale di 83-60 per i padroni di casa alla Peace & Friendship Arena, con 16 punti e 9 rimbalzi di […]

Iscriviti alla Newsletter di ED

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: