Round 15: il Barcellona espugna Belgrado al termine di un match dalle mille emozioni

0 0
Read Time:2 Minute, 11 Second

Il Barcellona conferma il primato in classifica.

Il Barcellona sbanca Belgrado e si conferma al primo posto in solitaria battendo una coriacea Stella Rossa.

Finale di 69-76, con 14 punti e 8 rimbalzi di Nigel Hayes, MVP della partita.

Ripercorriamo il match attraverso i canonici 3 punti di Eurodevotion.

Primo tempo double face

L’avvio di partita è stato a dir poco infuocato.

Il Barça ha iniziato alla grande, colpendo sia da dentro che da fuori con Sergi Martinez e Sanli e portandosi dopo soli 4 minuti già in doppia cifra di vantaggio sul 5-16.

Da lì in poi la Stella Rossa ha messo in campo la sua miglior arma, ovvero la difesa e non solo ha concesso solo 4 punti nei restanti 6 minuti del primo quarto, ma ha bensì accorciato il gap guidato dalla foga agonistica di Luka Mitrovic (7 punti nei primi 10′).

I padroni di casa proseguono il loro ottimo lavoro difensivo nel secondo quarto, mettendo anche la testa avanti col canestro di Nate Wolters sul 23-22.

Tutto ciò davanti agli occhi di Novak Djokovic, accompagnato all’Aleksandar Nikolic Hall dal suo amico tennista canadese Vasek Pospisil.

Si arriva all’intervallo col punteggio in pieno equilibrio, 31-34 per gli ospiti.

Lo strappo

Nel terzo quarto il Barcellona piazza la zampata.

L’attacco ma soprattutto la difesa della Stella Rossa sembrano aver perso smalto rispetto alla prima metà di gara, e i catalani ne approfittano per prendere il largo.

Laprovittola ed Hayes si caricano sulle spalle l’intero attacco blaugrana e con 18 punti complessivi nel terzo quarto trascinano il Barcellona al +12 della penultima sirena.

Grande intuizione di Jasikevicius nello scongelare al momento giusto i due, con Laprovittola che aveva fatto male nella prima parte di gara.

Il finale

La Stella Rossa però non molla, e sostenuta dal suo immenso pubblico, prova a compiere l’impresa.

Ed in parte ci riesce, perchè punto dopo punto si porta ad un possesso pieno di distanza (68-71) a 100 secondi dalla fine, guidata dall’ex Virtus Bologna Stefan Markovic.

Ed è proprio Markovic che serve Austin Hollins sull’arco, anche abbastanza libero, ma che non riesce a realizzare l’aggancio.

Da lì in poi si spengono le speranze dei serbi, col colpo di grazia inflitto dal 2+1 Mirotic.

Tutto sommato, ottima prova della Stella Rossa nonostante qualche canestro facile sbagliato di troppo, mentre molto solida è stata la prova dei catalani, in un campo per nulla facile.

Happy
Sad
Excited
Sleepy
Angry
Surprise

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Efes-Baskonia (R15): il trio Micic-Larkin-Pleiss guida i turchi alla vittoria

Il Round 15 di Eurolega si apre con la sfida Efes-Baskonia, vinta dai turchi con il risultato di 87-72. Partita non bellissima da vedere per la qualità di gioco espressa da entrambe le parti, l’Efes la vince grazie alla netta superiorità di talento presente nel proprio roster rispetto a quello […]
efes-baskonia

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: