Pana-Alba (R14): l’OAKA spinge i Greens alla vittoria

Seconda vittoria casalinga consecutiva per il Panathinaikos, che si stacca così dall’ultimo posto.

0 0
Read Time:2 Minute, 50 Second

Pana-Alba è partita di bassa classifica, ma non per questo meno importante o piena di spunti, specie per le due squadre. Prima dell’ultimo doppio turno 2021, il Panathinaikos centra la vittoria, seconda consecutiva ad atene, spinta dal proprio pubblico. Dopo un primo tempo chiuso in perfetta parità a quota 43, i Greens accelerano nel finale, sfruttando la carenza di energie degli ospiti, orfani di Sikma. Quindi Panathinaikos-Alba si chiude sul punteggio di 82-67 per i ragazzi di Priftis.

L’analisi di Pana-Alba nei 3 punti di Eurodevotion

Pana-Alba: Final Score

Pana-Alba: doppie-doppie al quadrato

Le chiavi della vittoria del Panathinaikos sono passate essenzialmente da 3 giocatori: Leonidas Kaselakis oltre alla solita lotta che lo caratterizza nel nome, è stato perfetto dall’arco, con un 4/4 da 3 che l’ha portato a quota 17 punti. Daryl Macon e Georgios Papagiannis hanno però formato un duo perfetto (o quasi) per aiutare la squadra a ottenere una vittoria molto importante.

Macon ha messo a tabellino una mostruosa doppia-doppia da 20 punti e 11 assist, mentre il secondo ha contribuito con 14 punti e 10 rimbalzi. Molti degli assist dell’americano sono finiti nelle mani del lungo greco, conclusi da schiacciate in alley-oop. Prima volta per il rookie Macon quindi, mentre per Papagiannis è la quarta stagionale, eguagliando anche il record di 4 stoppate. Curioso come nel Pana di minor solidità a roster, Papagiannis stia giocando uno dei suoi migliori inizio di stagione.

Pana-Alba: prima doppia-doppia per Macon Jr.

Le assenze incidono, ma fino a un certo punto

Due sono stati i grandi assenti di Pana-Alba. Se da un lato il mancato apporto di Nemanja Nedovic è diventato un’abitudine in questo inizio stagione, la mancanza di Luke Sikma è tutt’altro che routine per i tedeschi, a cui è venuta meno la stazza e le capacità tecniche dell’ala di Bellevue, oltre i suoi 10 punti, 7 rimbalzi e 4 assist di media. L’assenza è stata parzialmente compensata bene, con l’apice della partita toccata nel 34-43, per poi con un parziale subito di 9-0, chiudere la prima metà sul 43 pari, per poi toccare una nuova parità a 57 nell’ultimo quarto.

Non sono bastati quindi i 18 punti di Eriksson, che ha perso il matchup con Macon, così come i 13 di Oscar Da Silva, in ombra dal rientro dei centri Thiemann e Lammers, ma che è tornato nuovamente al centro proprio per l’assenza di Sikma. Blatt è riuscito a smazzare 7 assist, ma i 12 rimbalzi combinati di Olinde e Thiemann non sono bastati visto che la sfida a rimbalzo di squadra è stata persa per 44-37 totali.

Pana-Alba: l’esordio dei sogni

Oltre la vittoria, il Panathinaikos è riuscito a regalare minuti a un ragazzo delle giovanili. Neoklis Avdalas grazie ai 2 minuti giocati a fine partita, non solo ha segnato i primi punti nella sua carriera, con una schiacciata in contropiede, ma da classe 2006, 16 anni a febbraio, rischia di diventare uno dei più giovani debuttanti nella storia dell’Eurolega. Pana-Alba sarà sicuramente per lui una partita da ricordare.

Pana.Alba: la schiacciata di Avdalas
Pana-Alba: gli highlights

About Post Author

Riccardo Corsolini

Appassionato di Sport in generale, nato e cresciuto con la pallacanestro in testa e nelle mani. Scrivo della mia squadra e di Eurolega su Eurodevotion, tentando di prendere il ferro.
Happy
Sad
Excited
Sleepy
Angry
Surprise

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Le parole dei coach, round 14

Tutte le parole dei coach dette in conferenza stampa al termine della quattordicesima giornata di Euroleague. Zalgiris Kaunas – Cska Mosca 51-73, le parole dei coach Zdovc (Zalgiris Kaunas): “Complimenti al Cska per la vittoria. Sono arrivati più motivati di noi e hanno combattuto dal primo all’ultimo secondo. Non veniamo […]
Jasikevicius

Iscriviti alla Newsletter di ED

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: