Maccabi-Unics (R14): i russi non conoscono soste e vincono a Tel-Aviv

Un ultimo parziale devastante dei russi decide Maccabi-Unics. Andiamo ad analizzare quanto successo in terra israeliana.

0 0
Read Time:3 Minute, 15 Second

La Menora Mivtachim Arena di Tel Aviv inespugnabile o invincibile è soltanto un lontano ricordo della pallacanestro continentale. Nella prima serata di ieri, infatti, anche il match Maccabi-Unics, valevole per il 14° turno della regular season della Turkish Airlines Euroleague ha messo in mostra questo verdetto, come molti tanti altri veritieri che solo il campo sa dare dopo una battaglia vera e propria.

Riviviamo quanto successo nella sfida di Tel-Aviv, terminata sul punteggio di 74-85 , con la consueta analisi in 3 punti targata Eurodevotion.

Maccabi-Unics: lo strappo decisivo nell’ultimo quarto decide la contesa

E’ una partita tutta concentrata sull’equilibrio. Difensivo e offensivo di due squadre che oggi esprimono lo stesso tipo di basket. Un creatore di tiri e spazi (Wilbekin da una parte Lorenzo Brown dall’altra), un supporting cast di livello e soprattutto rotazioni difensive estremizzate ed esposte alla perfezione in campo. L’unica piccola e sostanziale differenza tra le due compagini è la fiducia nel restare sempre in partita e quella ieri sera se l’è presa l’Unics.

Sono servite due giocate cruciali per ammazzare la partita: la prima è l’alley-oop tra Brown ed Hezonja che approfitta di una dormita difensiva sul lato debole del Maccabi, poi in transizione Brantley dall’angolo capitalizza il break di 5-0 che costringe il Maccabi al time-out della reazione che non avverrà mai. Sarà 22-8 di parziale nell’ultimo quarto per gli uomini di Perasovic, vincitori di questo Maccabi-Unics.

Jarrell Brantley con il giro in palleggio per battere Angelo Caloiaro. Il suo contributo sarà decisivo in Maccabi-Unics

Maccabi-Unics: Lorenzo Brown is really back

Se con il Fenerbahçe l’avventura non è stata di quelle entusiasmanti, per Lorenzo Brown la sfida di Tel-Aviv disputata ieri sera rappresenta il grande passo verso il ritorno tra le stelle della Turkish Airlines Euroleague. Dopo un primo quarto di studio della marcatura da fare su Scottie Wilbekin, in attacco si alterna con Canaan per dare vita ad un vero show offensivo.

Lorenzo Brown in azione in Maccabi-Unics. Il suo show offensivo gli consegna la palma di MVP

In Maccabi-Unics di ieri sera, infatti, Lorenzo Brown è stato eletto MVP della sfida con un tabellino che recita una prestazione da 26 punti (frutto di uno splendido 10/19 dal campo) condito da 6 rimbalzi e 6 assist. Mi sa proprio che l’aria dell’est europa, così come successo in quel di Belgrado sia lo step giusto per la crescita e la costanza di rendimento della combo-guard americana.

Unics indomabile, Maccabi inguardabili: pro e contro si vedono anche in classifica oltre che in campo

L’Unics con il successo di Tel-Aviv conferma una delle mie previsioni di inizio stagione: i russi possono ambire ai playoff ed essere la rivelazione della stagione continentale. 5 vittorie nelle ultime 6 partite giocate, una pallacanestro modernissima in attacco, a tratti ingiocabile viste le percentuali messe in mostra dal campo (primo tempo chiuso con il 60% dal campo per la squadra di Perasovic) e una difesa con timing e scelte perfette (da far vedere e rivedere l’apporto difensivo di John Brown per la sua duttilità ed efficienza tattica).

Il Maccabi invece deve necessariamente farsi un esame di coscienza. Oggi il basket messo in mostra in attacco è abbastanza scarno di soluzioni. Non si può vivere una stagione sulle spalle di Wilbekin con un supporting cast che tranquillamente può fare il suo per dare una mano al talento di Florida State. In difesa l’approccio c’è ma se manca Wilbekin i punti in attacco si contano sulle dita di una mano, come avvenuto ieri sera.

Scottie Wilbekin in azione in Maccabi-Unics. Lui unico faro degli israeliani in attacco

C’è chi se la gode e chi deve rifletterci su, ma non troppo. Maccabi-Unics può essere un primo verdetto della stagione anche in ottica playoff, mettendo i giusti complimenti vedendo i risultati del campo, prima di tutto il resto.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

La lavagnetta del Clasico #1: una rimessa di Pablo Laso

Il meglio che al momento l’Eurolega possa offrire si scontra questa sera sul parquet del Palau Blaugrana. Barcellona e Real Madrid daranno infatti vita a un Clasico che varrà la testa solitaria della classifica (entrambe sono 11-2). La lavagnetta di Eurodevotion non poteva dunque esimersi da uno sforzo supplementare e […]
rimessa di Pablo Laso

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: