La lavagnetta del Clasico #2: il Chicago screen di Jasikevicius

Dopo la rimessa di Laso, andiamo a vedere un gioco offensivo del Barça in vista del Clasico. Ecco a voi lo schema Chicago screen ideato da Jasikevicius.

0 0
Read Time:3 Minute, 21 Second

Che dir si voglia siamo quasi al termine del primo giro di grandi sfide della Turkish Airlines Euroleague. Questa sera occhi puntati al Principato per Monaco-Olimpia certo, ma il match catalizzatore del round 14 è senza dubbio El Clasico di Spagna. Barça-Real al Palau Blaugrana mette di fronte le dominatrici assolute del panorama cestistico continentale (bilancio di 11 vinte e 2 sconfitte per entrambe le compagini). Questa settimana, Eurodevotion non triplica ma fa poker di lavagnette tattiche. Se vi abbiamo fatto vedere una rimessa disegnata per coach Laso, il Barça risponde con un Chicago screen di coach Jasikevicius.

Chicago screen di Jasikevicius: come funziona questo schema offensivo

Davanti alla prima vera e grande sfida della stagione anche in Turkish Airlines Euroleague, dopo la sconfitta incassata nella finale di supercoppa spagnola e in attesa dello scontro in Liga in programma il prossimo 2 gennaio 2022, il Barça deve difendere il suo scettro in classifica contro gli odiati rivali con il vantaggio di giocare tra le mura amiche.

In una sfida piena di corsi e ricorsi storici, anche gli spunti tecnici non mancano e per la seconda lavagnetta del Clasico, per il Barça vi presentiamo una delle potenziali chiavi offensive specie perimetrali che potrebbero far male alla squadra di coach Pablo Laso: il chicago screen con handoff per tiratore in uscita.

I Chicago Screen non sarebbero altro che i blocchi tra lunghi per l’uscita di uno di essi sul perimetro, in questa situazione però Jasikevicius mescola le carte in tavola giocando sulla polifunzionalità del grande ex della sfida: Nikola Mirotic.

Il gioco parte con il portatore di palla che sceglie il lato sinistro del campo aspettando la situazione che avviene nel cuore dell’area, con Oriola che finta una specie di blocco per Mirotic che si piazzerà sulle tacche opposte e poi uscirà quasi fuori dall’arco. Il lungo spagnolo, dopo aver ricevuto palla, tiene vivo il palleggio e aspetta l’uscita di Kuric dal Chicago cross screen piazzato da Mirotic. Al momento dell’uscita avviene un handoff con Kuric libero di concludere causa ritardo della difesa, ma apre a nuovi scenari offensivi continuativi per l’azione offensiva del Barça.

Come contrastare questo Chicago screen in casa Real?

Per la seconda miglior difesa del panorama cestistico continentale questa potrebbe essere una seria sfida per poter davvero annunciare che questa stagione è quella del potenziale ritorno del Real Madrid ai vertici della Turkish Airlines Euroleague, dopo una stagione se si può definire di transizione.

Il Real convincente pronto a rifermare la corazzata Barça anche quando userà questo Chicago screen

Il piano partita di Pablo Laso ovviamente sarà quello di fermare con ogni mezzo quello che sarà capace di fare Mirotic, e in questo gioco il tecnico dei Blancos deve studiare qualcosa per non mettere in ritmo la batteria di tiratori presenti in casa Barça (Higgins, oggi assente, e Kuric su tutti).

In difesa su quello che avviene in area si può seguire il rispettivo marcatore, mettendo il miglior difensore possibile su Mirotic e un giocatore versatile a tenere guardia su Oriola, provando a propiziare un recupero difensivo. Se questo non avviene restare molto in guardia sugli altri due esterni coinvolti e sul Chicago screen di Mirotic il primo cambio sistematico con la guardia, con Tavares libero di proteggere l’area in comodità.

Al momento dell’hand-off bene un altro cambio se il difensore di Kuric dopo il blocco non sia rapido nel recuperare il vantaggio, oppure se a contatto con la guardia cercare di non forzare fallosamente il passaggio consegnato, mettendo pressione sulla palla e non consentire il tiro rapido della guardia. Una volta riconquistato quresto vantaggio difensivo, sarà cruciale spaziarsi bene per le rotazioni con Tavares pronto a chiudere tutto ciò che passa nel cuore dell’area, con gli esterni pronti a lavorare di aiuto e recupero in base a come sarà ribaltato il lato. Forse con questa grinta e questa tenacia si potrà battere questo Barça, ad oggi candidato serio alla vittoria della Turkish Airlines Euroleague.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Virtus, maledizione senza fine: 2021 finito anche per Mannion e Hervey

Continua la maledizione infortuni per la Virtus, dopo Cordinier, anche il 2021 di Mannion ed Hervey termina qui. Per i due, dopo le prime ottimistiche voci che li volevano in campo già da domenica contro Cremona, si allungano i tempi di recupero. Ecco il comunicato odierno della Virtus Virtus Pallacanestro […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: