“Clàsico”: la giocata del millennio è firmata Anthony Randolph

0 0
Read Time:1 Minute, 35 Second

E’ tempo di “clásico”, la partita delle partite, resa ancor più intrigante dalla situazione di classifica che vede dominare le due grandi di Spagna. E c’è una giocata che ha fatto la storia.

“Clàsico”, basta la parola.

Non esiste gara che possa attirare maggior interesse di Barcellona-Real Madrid. Scontro di cultura, scontro che ha perfino risvolti sociali e politici che a noi interessano il giusto ma che non possono essere tralasciati, scontro tra potenze storiche dello sport mondiale.

Blaugrana contro blancos è il tutto del basket, non solo spagnolo. Se poi arriva con le duellanti appaiate in testa all’Eurolega allora l’attesa ci fa contare i minuti che mancano alla palla a due.

In questo eterno duello c’è una gara relativamente recente che ci ha lasciato qualcosa di immortale.

Una giocata unica, qualcosa di fisicamente ed atleticamente miracoloso. Se per importanza del canestro la “petaktari” di Printezis che vinse l’Eurolega è certamente al primo posto, se per tecnica lo “switching hands” di Gigi Datome contro il Real, in maglia Fenerbahçe, è magia pura, quello che fece Anthony Rabdolph a Joey Dorsey resta nella memoria come una delle giocate più impressionanti del millennio nell’Europa che conta.

A nostro parere la più grande stoppata della storia di Eurolega contro un tentativo di schiacciata.

E non fu l’unica prodezza di Randolph in una gara chiusa con un umiliante 63-102 a favore dei madrileni. 18 punti, 11 rimbalzi e 3 stoppate, tra le quali il capolavoro visto e descritto.

I 39 punti di scarto del 18 novembre 2016 segnarono il più largo scarto nel delle del “puente aereo”, superano il 100-62 inflitto sempre dai blancos ai blaugrana nella semifinale delle Final 4 milanesi nel 2014.

Anthony Randolph è appena rientrato, ad un anno dal grave infortunio del Pireo: lecito aspettarsi che la condizione atletica non sia quella di una notte indimenticabile, giusto conservare nella memoria qualcosa di unico.

About Post Author

alberto marzagalia

Due certezze nella vita. La pallacanestro e gli allenatori di pallacanestro. Quelli di Eurolega su tutti.
Happy
Sad
Excited
Sleepy
Angry
Surprise

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Ettore Messina: Monaco forte a rimbalzo ed in 1vs1. Motiejunas un problema da risolvere

Le parole di Coach Ettore Messina, dal sito di Olimpia Milano, in partenza per la trasferta di Montecarlo, dove troverà un Monaco senza Westermann e, molto probabilmente, Mike James. Ettore Messina, allenatore di Olimpia Milano, ha così introdotto la sfida del Principato: «Venendo da quattro sconfitte consecutive, giochiamo una partita […]
Ettore Messina

Iscriviti alla Newsletter di ED

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: