Barça v Real, gli incroci dello spettacolo dell’anno

0 0
Read Time:2 Minute, 16 Second

Barça v Real è la gara dell’anno senza alcun dubbio. E se è già così molto spesso, nessun regista avrebbe potuto immaginare uno scenario migliore della leadership condivisa in Eurolega.

Euroleague Power ranking

Sarà il 29mo “clásico” del millennio europeo e non deve stupirci che lo score, ad oggi, dica 14-14.

Aggiungiamoci che la classifica di Eurolega dice che lassù ci sono proprio Blaugrana e Blancos con un record di 11/2 ed ecco che l’attesa per il venerdì del Palau non può che diventare spasmodica. A proposito, in Liga guida il Real, dopo il KO Barça di domenica contro il Baskonia: una sola gara di differenza in attesa del “clàsico” nazionale in programma il 2 gennaio.

Lo scorso anno fu “sweep” catalano: 79-72 in casa e 76-81 al Wizink Center. Kuric, Davies ed Oriola dominarono la scena.

E lo stesso Barça partiva coi favori del pronostico anche a Tenerife, per la Supercopa di questo settembre, ma Sergi Llull aveva idee diverse e con una prova mostruosa ribaltò il pronostico portando il trofeo in casa madrilena.

Barça-Real

Le due squadre hanno giocato la semifinale di Eurolega tre volte. Nel ’96 fu Karnishovas a guidare il Barça al 76-66 parigino, mentre nel 2013 londinese il Real prevalse 67-74 con 17 di Don Felipe. Al Forum, nel 2014, fu asfaltata clamorosa: 100-62 madridista, prima che la rincorsa alla “decima” si spegnesse contro il Maccabi miracolo di David Blatt e Tyrese Rice.

Nikola Mirotic, oggi stella blaugrana, ha passato 5 stagioni in maglia “merengue”. Due volte Rising Star (2011 e 2012) e lo stesso numero di volte All Euroleague Team (2013 e 2014). Il montenegrino ha giocato per Coach Laso, facendo squadra con Sergi e Rudy.

Euroleague Weekly

Nicolas Laprovittola è oggi guida dell’attacco di Jasikevicius, soprattutto dopo l’infortunio di Calathes: viene da due stagioni con la maglia dei rivali di venerdì.

Adam Hanga ha giocato in Catalunya per 4 stagioni, prima di trasferirsi nella capitale.

Thomas Heurtel è decisamente il profilo della gara. Più di 3 stagioni sulle ramblas per lui, prima del burrascoso addio della scorsa stagione, col famoso caso che lo vide abbandonato ad Istanbul, impedendogli di salire sull’aereo della squadra di ritorno a Barcellona.

Walter Tavares e Kyle Kuric erano compagni nel Gran canaria della stagione 14/15, quando arrivarono alla finale di Eurocup.

Brandon Davies stabilì il suo “career high” in termini di punti con la maglia del Zalgiris contro il Real, nel magico aprile 2019 lituano.

Ma se c’è un’immagine che non scorderemo mai di questo duello è quella della stoppata di Anthony Randolph ai danni di un Joey Dorsey che forse si sta ancora chiedendo cosa accadde in quell’attimo. Ci ritroveremo, è una delle più belle giocate di sempre.

About Post Author

alberto marzagalia

Due certezze nella vita. La pallacanestro e gli allenatori di pallacanestro. Quelli di Eurolega su tutti.
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

LOKOMOTIV-TRENTO: la squadra di Molin comanda fino al 39' ma sono i russi a vincere

Quinta vittoria su sei partite per il Lokomotiv Kuban che, trascinato dal duo Motley-McCollum, rimonta nell’ultimo quarto e porta a casa la partita per 97-95. I punti chiave del match: DOMINIO LOKOMOTIV NELL’ULTIMO QUARTO Trento comanda per tre quarti, giocando bene, a tratti benissimo, ma l’ultimo quarto è un assolo […]
LOKOMOTIV

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: