Zalgiris-Baskonia (R13): ecco il terzo ruggito dei lituani

Zalgiris-Baskonia regala il terzo successo nelle ultime quattro uscite per la squadra lituana. Vediamo quanto successo in questo tredicesimo round

0 0
Read Time:3 Minute, 0 Second

Se ai piani alti della classifica qualcosa comincia a scombussolarsi a livello di risultati, anche nelle retrovie della Turkish Airlines Euroleague le cose possono cominciare a cambiare in 40′ di gioco. Ne è un esempio il Fenerbahçe di coach Djordjevic. La vittoria dei turchi contro la sorpresa Monaco (da verificare l’entità dell’infortunio accorso a Mike James) è una chiave di lettura interessante nell’economia globale della giornata. Infatti alla Zalgirio Arena, Zalgiris-Baskonia regala il terzo successo nelle ultime quattro uscite per la squadra lituana.

Vediamo quanto successo in questo match, terminato con il punteggio di 72-68 in favore dei padroni di casa, con la consueta analisi in 3 punti targata Eurodevotion.

Zalgiris-Baskonia: il primo tempo perfetto la chiave da dove ripartire

20, se vogliamo dirla tutta bastano anche 22 minuti di un buon Zalgiris per avere la meglio del nuovo Baskonia costruito nelle idee e nei pensieri dell’ex coach Maccabi Neven Spahija. Difesa eccellente sui portatori di palla e grandissima attenzione al pick-and-roll centrale con cui il Baskonia ha fatto partire tante soluzioni.

Sì, c’è anche un pizzico dei soliti Jayson Granger e del “nostro” Simone Fontecchio nella rimonta dei baschi (23 punti in due di cui la metà arrivata nella ripresa), ma il vero fulcro della partita è avvenuto prima.

Non c’è stato un vero cambio di inerzia da parte degli ospiti per poter dimostrare che questa Zalgiris-Baskonia sarebbe cambiata nell’esito finale. Onore e merito ai baschi, ma i 40 punti e il ritmo messo in difesa dallo Zalgiris fino agli inizi del terzo quarto ha deciso la sfida.

Zalgiris-Baskonia: Lekavicius trascinante nel terzo successo stagionale dei lituani

La firma dei 40 minuti visti alla Zalgirio Arena è quella di Lukas Lekavicius. Il veterano dello spogliatoio e della nazionale lituana insieme all’ex Olimpia Mantas Kalinetis, decide la sfida con due possessi dal peso specifico notevole quando il Baskonia sembrava poter davvero mettere le mani sulla sfida dopo il super primo tempo della squadra di coach Zdovc.

Il play dello Zalgiris prima traccia un arcobaleno bellissimo per il momentaneo +2, e nell’attacco successivo finta la stessa azione per poi arrestarsi a centro area e con un morbido jumper decidere la contesa. A tutto ciò vanno aggiunti 9 superbi assist, alcune volte da situazioni di pick and roll e da altre situazioni di campo che non solo lo rendono indispensabile per lo Zalgiris, bensì lo rendono l’MVP della sfida disputatasi ieri sera.

Zalgiris-Baskonia: il duello delle deluse

Solo pensare che nelle ultime stagioni Zalgiris e Baskonia abbiano dimostrato quanto etica del lavoro e grande attitudine e conoscenza del gioco siano le chiavi essenziali per grandi successi, le due squadre viste ieri sera sono ad ora le due più grandi delusioni della stagioni.

Entrambe le squadre hanno silurato a stagione appena iniziata il proprio head coach (Schiller da una parte Ivanovic dall’altra) dando l’impressione come entrambi i progetti siano davvero ad un inizio di un’evidente ricostruzione tattica ma soprattutto tecnica. Per il Baskonia è l’inizio di una nuova era sicuramente e che sta deludendo per via di errori di costruzioni di squadra.

D’altro canto lo Zalgiris dopo l’incomprensibile esonero di Schiller ha trovato la luce vincendo la sua terza partita nelle ultime quattro uscite. Sarà comunque un inizio da incubo, ma adesso la luce della chiarezza tecnica deve farsi vedere per queste squadre che solo un anno fa continuavano a giocarsi un posto fra le prime otto forze della EL.

Happy
Sad
Excited
Sleepy
Angry
Surprise

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

One thought on “Zalgiris-Baskonia (R13): ecco il terzo ruggito dei lituani

Next Post

Unics-Olympiacos (R13): il freddo russo conferma le ambizioni dei greci

Unics-Olympiacos è la sfida tra le due squadre del momento: i russi arrivano da quattro – convincenti – vittorie consecutive, mentre gli ellenici, grazie alle ultime due vittorie, hanno riassaporato le vertigini dell’alta classifica. La Russia, questa volta, non risulta indigesta ai greci, dopo le sconfitte di Mosca (contro il […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: