Liga Endesa, Jornada 11: Il grande spettacolo del derby “canario”

alberto marzagalia
0 0
Read Time:3 Minute, 33 Second

Liga Endesa alla Jornada 11: straordinarie emozioni a San Cristobal de la Laguna per il derby delle Canarie.

Programma sempre interessantissimo anche per la Jornada 11 di Liga. Rinviata BREOGAN-JOVENTUT, per alcuni contagi tra i locali, occhi puntati sul derby delle Canarie.

OBRADOIRO v ZARAGOZA apre le danze nel pomeriggio di sabato. 87-82 locale con 4 uomini al comando delle operazioni: Scrubb, Ellenson, Birutis e Robertson. “Losing effort” da 22 di Matt Mobley tra gli ospiti.

Alla stessa ora sono scese in campo MALAGA e FUENLABRADA al Martin Carpena. Prosegue il cammino verso la “Copa” degli andalusi che vincono 90-86 con 18 di Abromaitis e 16 di Brizuela. Pre Fuenlabrada partitone dello sloveno 20enne Ziga Samar: 18 con 9 assist non bastano per lasciare l’ultimo posto della classifica.

Piatto forte della giornata in programma al Santiago Martin di TENERIFE, dove era in programma il derby “canario” contro GRANCA.

Vittoria degli “aurinegros”, sabato in verde, in una sfida ad alta tensione cin un equilibrio totale rotto solo negli ultimi 120 secondi.

Il 98-89 è un inno alla pallacanestro vero e proprio, chiarissima testimonianza del valore della Liga e di quello di due squadre che Txus Vidorreta e Porfirio Fisac (espulso) allenano alla perfezione.

Grandissimo spettacolo in una serata dedicata a “La Palma” con raccolta fondi per i recenti tragici eventi, brilla la stella di Shermadini, ma soprattutto si gioca una meravigliosa partita di pallacanestro fatta di alternanza di ritmo, attacchi notevoli, difese eccellenti (non tragga in inganno il punteggio alto, a pallacanestro si può difendere e giocare bene non necessariamente sui 60-70 punti) e tanti grandi protagonisti.

Su tutti il già citato Shermandini, il cui asse con Huertas è splendido ed efficace, mentre tra gli ospiti la prima parte di gara di Slaughter ed Ennis è notevole. Quello che fa John Shurna nel secondo tempo è una semplicissima gioia per gli occhi di chiama questo gioco.

Probabilmente la miglior partita dell’anno sinora, Eurolega compresa.

VALENCIA ha ospitato e battuto BILBAO nell’ultima gara del sabato. Alla Fonteta finisce 100-84 dopo un primo tempo dominato dai baschi (41-57). Pardilla e Dubljevic grandi protagonisti della “remuntada” taronja con rispettivamente 21 e 16 punti, aiutati anche dai 19 di Prepelic. La seconda metà è monologo della squadra di Penarroya con un clamoroso 59-27.

REAL v BETIS ha iniziato il programma domenicale. Sfida sulla carta senza chance per i sivigliani e così si è verificato. La nostra analisi dedicata alla partita del Wizink Center.

BASKONIA v ANDORRA era verifica importante dei progressi baschi dopo l’arrivo di Spahija sulla panchina. Qui la dettagliata analisi della gara vinta dagli uomini di Spahija, con Granger, Baldwin e Giedraitis ancora una volta “rigenerati” nello spirito dopo il cambio in panchina.

MURCIA attendeva MANRESA per una sfida tra squadre della “playoff picture” e di conseguenza in piena corsa per Granada. Vince 71-67 Murcia, grazie ad una grande difesa e ad un Nemanja Radovic decisivo nel momento cruciale. 17 con 5 rimbalzi per il lungo montenegrino, mentre tra gli ospiti straordinaria performance di Chima Moneke, all’anagrafe Nwachukwu Iheukwumere Chima Moneke, ala-pivot di soli 198 cm nativo di Abuja (Nigeria). 17 con 16 rimbalzi non sono però sufficienti a portare la W alla squadra di Pedro Martinez.

La trasferta del BARCELLONA, reduce dalla grande prova di Lione, sul caldissimo parquet del Coliseum di BURGOS ha chiuso la Jornada 11. Il resoconto completo sul successo catalano che conferma il duo di testa col Real.

La fisionomia della classifica, sempre più importante in ottica qualificazione per la Copa del Rey in programma a Granada dal 17 al 290 di febbraio, è molto lineare.

Comandano indisturbate Real e Barça (10/1), Tenerife ad inseguire (8/3) con una W di vantaggio sul trio composto da Murcia, Valencia e Gran Canaria. La Joventut è settima solitaria a 6/4 con una gara da recuperare, mentre Manresa occupa l’ultimo posto attualmente buono per la Copa (6/5), precedendo un Breogan (5/5) anch’esso con una gara in meno. Unicaja e Baskonia restano in scia (5/6) davanti a Zaragoza, Andorra ed Obradorio, ferme a 4/7. Penultima piazza per Bilbao e Burgos con sole 3 W, chiudono Fuenlabrada e Betis con un record di 2/9.

About Post Author

alberto marzagalia

Due certezze nella vita. La pallacanestro e gli allenatori di pallacanestro. Quelli di Eurolega su tutti.
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Campionati esteri: vince in rimonta lo Zalgiris, Asvel KO

Sfida di alta classifica per lo Zalgiris: a Kaunas arriva il K.K. Juventus, reduci da tre vittorie consecutive. Inizio da incubo per la squadra di casa, sotto 8-0 dopo due minuti. L’intero primo tempo vede lo Zalgiris in difficolta, con il K.K. Juventus che chiude avanti 37-47. Il primo canestro […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: