Euroleague Weekly, un doppio turno che sa di Liga Endesa…

alberto marzagalia
0 0
Read Time:3 Minute, 5 Second

Euroleague Weekly, i nostri 10 flash sulla settimana di Eurolega, alle prese con un dipolo turno che ha regalato diverse situazioni interessanti ed alcune decisamente allarmanti.

L’infortunio di Dinos Mitoglou è un problema serio per Milano, soprattutto in ottica Kyle Hines. Non è lo stesso ruolo, ovviamente, ma le rotazioni 4-5 accorciate potrebbero portare ad una sovraesposizione dell’americano, non la cosa migliore possibile. Per questa ragione il mercato pare l’unica soluzione possibile, magari nel ruolo di centro, dove ormai è lo staff meneghino stesso a dimostrare di credere poco, giustamente, in Tarczewski.

Tavares e Poirier da 14/18, 12 rimbalzi e 6 stoppate combinati contro la Stella. Turno di “riposo” per Yabusele (solo 7+2) che però martedì, contro il suo ex Asvel, aveva prodotto una solidissima partita da 18 con 7/12 al tiro, 4 rimbalzi e 3 assist. Nessuno, ma proprio nessuno, ha roba del genere sotto canestro.

Il Panathinaikos è tristemente fermo a 2 vittorie, con 9 sconfitte all’attivo di cui 5 consecutive. Non si vedono sbocchi in una squadra che oggi gioca un semplicissimo “palla a Macon e vediamo cosa crea” che in questa lega non può bastare. Il problema principale è che il sistema svilisce quelle che sono le caratteristiche importanti di gente come Papapetrou, in primis, ma anche di Papagiannis, che sarà facilmente attaccabile sul “pnr” ma che sa dare comunque molto alla squadra. Aggiungiamoci un Nedovic ad oggi fisicamente impresentabile ed il disastro è servito.

UNICS con record di 6/5. Chi scrive si cosparge il capo di cenere e chiede umilmente perdono. Mai lo avrei pensato, più nella forma che nella sostanza. Non solo possono battere chiunque in gara secca, ma la difesa mostra un’applicazione che non credevo possibile per questo roster. Poi c’è John Brown, un uomo in missione.

Fuori Abrines, Calathes e Higgins, Jasi ruota comunque 11 uomini dando 19’54” a Martinez, 15’16” a Smits ed 11’182 a Michael Caicedo, un 2003 di cui sentiremo parlare. Questo è coinvolgere l’intero roster, questo è cercare crescita oltre la singola serata.

Marko Guduric viaggia 7,9 col 50% da due (ma solo 22 tiri in 6 gare) ed il 40% da tre (35 tentativi). Guardi i numeri e pensi “non male”, guardi le partite e vedi una totale assenza. Poi ci si può girare anche verso Nando e la sensazione è molto simile. Le parole di Sasha, inoltre, sono allarmanti.

Eurolega

Inizio 0/4 e poi 5 W su 7 gare. Preseason maledetta, mille problemi, un roster molto nuovo da costruire ma il Trinka resta il Trinka e questa resta una lega dove i grandi allenatori fanno la differenza. 5/6 oggi, lontano dalla “melma”, come ha detto il Coach. Un fenomeno.

Il cambio di atteggiamento e di linguaggio del corpo di alcuni giocatori del Baskonia, su tutti Giedraitis e Baldwin, è tema da approfondire. Ok che non si possono cambiare gli stessi e si può fare solo con il Coach, però così pare veramente un po’ eccessivo…

baskonia-stella rossa

Olympiacos 7/4 con sette successi interni e 4 sconfitte esterne. Venerdì si va al Forum, non un posto semplicissimo per invertire la tendenza, poi c’è pure Kazan prima del Pionir.

Anche questa settimana un sacco di asfaltate in partite di scarsissimo pathos. In 72 quarti giocati nel doppio turno, ben 9 volte c’è tata una squadra che non ha superato quota 11 punti. Ok, la difesa è sempre un bello spettacolo, ma non sta scritto da nessuna parte che la qualità offensiva debba essere così insignificante. Manca personalità, in tantissimi casi. E lo dimostra uno come il Chacho, che di fronte ad una difesa come quella dello Zenit, non ha problemi ad esprimersi al meglio. Qualità e personalità, appunto.

About Post Author

alberto marzagalia

Due certezze nella vita. La pallacanestro e gli allenatori di pallacanestro. Quelli di Eurolega su tutti.
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

EuroCup weekly #5: il tiro da 7 di Teodosic e l'equilibrio del gruppo B

Altra settimana di EuroCup e quindi altra settimana di grande basket. Non ci stancheremo di dirlo: il livello proposto quest’anno da quella che sulla carta è la seconda competizione europea è veramente notevole. Con picchi di qualità che rasentano e spesso superano molte gare di Eurolega – soprattutto l’Eurolega di […]
Virtus Bologna Teodosic Weems

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: