EuroCup weekly #5: il tiro da 7 di Teodosic e l’equilibrio del gruppo B

frcata7
0 0
Read Time:4 Minute, 37 Second

Altra settimana di EuroCup e quindi altra settimana di grande basket. Non ci stancheremo di dirlo: il livello proposto quest’anno da quella che sulla carta è la seconda competizione europea è veramente notevole. Con picchi di qualità che rasentano e spesso superano molte gare di Eurolega – soprattutto l’Eurolega di quest’anno dove le partite che finiscono con 20 o 30 punti di scarto iniziano a diventare troppe.

Perde l’imbattibilità anche il Lokomotiv Kuban: ora nessuna squadra può più vantare un record immacolato. La prima sconfitta per i russi arriva sul campo del coriaceo Turk Telekom. Domina Aaron Harrison con 28 punti (5 su 8 dall’arco) e 36 di PIR, ma è subito utilissimo l’ex Sassari Anthony Clemmons, la cui intesa con la squadra sarda probabilmente non era mai sbocciata: per lui 18 punti ed una presenza di costante affidabilità.

Il Loko, d’altro canto, perde nonostante ancora una prestazione dominante di Johnathan Motley di cui vi abbiamo tessuto le lodi fin dal primo giorno. Anche questa volta ha fatto registrare 25 punti (9 su 15 dal campo) e 8 rimbalzi. In quello stesso ruolo l’anno scorso c’era Kevin Hervey; insomma, pare che a Kuban il lavoro di scouting funzioni. Per Motley sembra lecito davvero il vecchio adagio “sky is the limit“!

Diciamolo pure: ai tifosi virtussini probabilmente verrà qualche lacrimuccia guardando alla prestazione di Vince Hunter di questa settimana ed in generale il suo impatto con il Boulogne Metropolitans. Nella vittoria della squadra francese contro Hamburg di martedì l’ex vu nera ha messo a segno ben 26 punti con un impressionante 41 di PIR. Mica male. Si può dire, ad oggi, che avrebbe fatto comodo ai bolognesi sotto canestro soprattutto in questo momento in cui la squadra di Scariolo sta avendo qualche problema di resa in quella zona del campo? Si può dire.

Eurocup Vince Hunter
Vince Hunter in azione

Una squadra che continua ad impressionare è Badalona: solidità, qualità ed un’organizzazione che funziona sempre alla grande. Se non fosse per la sconfitta al fotofinish contro il Partizan a causa di un indiavolato Kevin Punter, sarebbe ancora imbattuta. Vincono, senza neanche troppi patemi, contro un organico ostico come quello di Andorra (ne sa qualcosa Obradovic…) con ancora due grandi prestazioni di Ante Tomic (una garanzia: 18 punti in 18 minuti e 30 di PIR) e Joel Parra. Occhio a sottovalutarli!

Arriva finalmente anche la prima vittoria per Trento che sblocca la casella delle vittorie rimasta in precedenza ferma a 0. Il trionfo arriva al supplementare contro il Wroclaw e, nonostante il test non fosse assai probante, segnala il proseguimento del trend positivo trentino. In campionato, infatti, i ragazzi di Molin, dopo una partenza difficile, hanno iniziato a prendere confidenza con i loro mezzi ed ora sono al quarto posto con Trieste e Treviso. Importante poi la vittoria perché arriva senza Jordan Caroline; il migliore è Diego Flaccadori con 22 punti.

Diego Flaccadori, play di Trento

Ritrova il sorriso la truppa di Obradovic che in casa vince contro l’interessante Litekabelis. A prendersi la copertina è Zach LeDay con 19 punti e 5 rimbalzi, ma non sono da meno le prove del solito Smailagic e del tanto bistrattato Avramovic di cui vi abbiamo raccontato la settimana scorsa la simpatica disavventura. Per i serbi è una W importante che arriva anche dopo il brutto tonfo subito in campionato nel derby con la Stella Rossa che ha fatto scattare qualche primo pallido allarme per quanto riguarda l’efficienza dell’attacco di Punter e compagni. Per ora, discorso rimandato.

Continua il grande percorso del Gran Canaria, altra squadra che si candida seriamente a fare sul serio: dominano la gara Pustovyi e Shurna, entrambi con 20 punti. Valencia vince, non senza qualche tremolio di troppo, 98 a 95 contro il modesto Bourg: 18 di Lopez-Arostegui, 16 di Rivero e 16 del talento cristallino di Jaume Pradilla. Il tutto aspettando ancora Tobey, Dimitrijevic e Claver. Si conferma anche il sorprendente Buducnost che dopo il KO di Venezia stritola in casa il Cedevita Olimpija 91 a 60 con super Justin Cobbs da 33 punti e 44 di PIR! Per noi è lui il Man of the Week di questa giornata di EuroCup!

EuroCup Pustovyi
Pustovyi fa la voce grossa sotto canestro

Dopo 5 turni si può tranquillamente dire che il gruppo B è quello più equilibrato ed imprevedibile di questa competizione: l’impressione è che, fatta forse eccezione per Bourg e Promitheas, ogni squadra può vincere contro qualsiasi altra e ne abbiamo avuto la prova davvero ampiamente in queste prime uscite. Al comando al momento c’è la strana coppia formata da Gran Canaria e Buducnost; Bologna e Valencia con 3 vittorie e 2 sconfitte; il gruppone da 2-3 formato da Venezia, Bursaspor, Ulm, Promitheas e Cedevita; infine, il fanalino di coda Bourg (1-4).

E’ stata anche la giornata del derby tutto italiano tra Virtus Bologna e Reyer Venezia. Delle partita in sé vi abbiamo parlato separatamente. Quello che ci preme sottolineare è la giocata di un singolo: quello che si potrebbe definire il tiro da 7 di Milos Teodosic, un’altra delle sue magate. In un momento di equilibrio della partita Austin Daye compie una sciocchezza: regala 4 tiri liberi a Teodosic commettendo anche un antisportivo.

Il mago serbo allora ringrazia, mette a segno in scioltezza i 4 liberi a cronometro fermo e sulla rimessa successiva piazza una tripla senza senso dopo pochi secondi dall’inizio dell’azione. 7 punti in un amen! Se a Bologna era famoso il celebre tiro da 4 di Sasha Danilovic, ora potrebbe diventare altrettanto popolare il tiro da 7 di Teodosic.

(Photo’s credit: EuroCup website)

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Euroleague Man of the Week: Edy Tavares, il Real e i centri d'Eurolega

Il doppio turno di Euroleague ci impone di parlare, nel nostro contenitore settimanale, di un Tavares scintillante alla guida della compagine di Laso, lanciata verso la vetta. Se l’Olimpia è andata tragicamente 0-2 nell’ultima settimana e il Barcellona aveva dovuto abdicare al trono proprio nella sfida al Forum con le […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: