Sala stampa: le parole dei coach dopo la seconda serata del Round #10

Francesco Rangone
0 0
Read Time:4 Minute, 48 Second

Sala stampa: le dichiarazioni dei coach al termine delle cinque partite che hanno chiuso il Round #10 di Eurolega.

ZENIT v ALBA

Xavi Pascual (Zenit): “La cosa più importante è che alla fine abbiamo vinto la partita. Era una partita di cui sapevamo che sarebbe stato difficile avere il controllo, infatti non abbiamo avuto il controllo del gioco per 40 minuti. Inoltre, non eravamo a nostro agio in campo ma stavamo lottando sia in fase difensiva che offensiva ed è per questo che alla fine abbiamo vinto, ma è stato molto difficile giocare bene. Nel secondo tempo li ha aiutati molto Eriksson. Anche se abbiamo messo tutta l’attenzione su di lui, è un grande giocatore. La cosa più importante dopo questa partita è che abbiamo una vittoria in più e possiamo costruire la nostra mentalità per la prossima”.

Israel Gonzalez (ALBA Berlino): “Innanzitutto complimenti allo Zenit. Hanno giocato una partita molto solida. Siamo migliorati nel secondo tempo, soprattutto sui rimbalzi offensivi, ma non abbiamo fatto bene nel primo tempo. Abbiamo migliorato la nostra difesa nel secondo metà, costringendoli a commettere più errori. Dobbiamo continuare a lavorare, continuare ad allenarci e migliorare e ora dobbiamo recuperare perché abbiamo una partita tra 48 ore e pensare a quella”.

ATO di Xavi Pascual

UNICS v MILANO

Velimir Perasovic (UNICS Kazan): “Sono felice perché abbiamo giocato contro la migliore squadra del momento in questa competizione. Oggi abbiamo segnato tutto. Non è normale segnare come oggi, ma abbiamo avuto molte partite in cui abbiamo avuto problemi a segnare. Oggi abbiamo segnato dei tiri davvero difficili, questo ci ha aiutato. Anche la nostra difesa è stata buona. Abbiamo giocato con il cuore, che importante per battere un avversario così”.

Ettore Messina (Olimpia Milano): “Ci hanno presi a calci nel sedere e hanno meritato di vincere. Sono stati migliori di noi in ogni aspetto e non ci hanno lasciato alcuna chance praticamente fin dal primo minuto. Tutti hanno ogni tanto hanno una gara orribile in una stagione così lunga e difficile. Questa volta è stato il nostro turno, ma non possiamo starci a pensare troppo, perché abbiamo un’altra partita tra 48 ore e dobbiamo prepararci per quella”.

“Oggi, anche quando abbiamo avuto un piccolo vantaggio all’inizio in realtà non avevamo chance. Non abbiamo avuto abbastanza energia fin dal primo minuto, forse per le tante partite giocate, forse per il viaggio lungo o forse perché da troppo tempo siamo senza Malcolm Delaney e abbiamo dovuto chiedere troppo ai giocatori che l’hanno sostituito”.

Perasovic Unics Kazan

EFES v OLYMPIACOS

Ergin Ataman (Efes Istanbul): “È stata una bella vittoria per noi. Era importante anche perché stasera c’erano più di 10.000 tifosi con noi che credono ancora in noi. Penso che abbiamo avuto una buona concentrazione stasera, abbiamo fatto solo 6 palle perse e 21 assist e abbiamo trovato Rodrigue Beaubois. Era molto caldo in attacco, ma altri no. Micic ha tirato solo 1 su 10, anche Larkin non ha tirato molto bene, ma Beaubois ci ha dato tanto quando abbiamo avuto problemi in attacco. Credo che, soprattutto nell’ultimo quarto, nel momento più importante, abbiamo fatto una grande difesa. Non abbiamo fatto gli stessi errori che abbiamo fatto nelle partite precedenti a rimbalzo”.

Georgios Bartzokas (Olympiacos): “Congratulazioni all’Efes, sono stati costanti per 40 minuti. Qualcosa di completamente opposto a quello che eravamo noi. Abbiamo controllato la partita per 30 minuti, siamo rimasti nel nostro piano di gioco ed è per questo che il punteggio era tirato, ma l’ultimo il quarto è stato un disastro per noi. Abbiamo smesso di giocare in attacco e in difesa. Ecco perché abbiamo perso. La prossima partita è venerdì, sarà difficile contro il Maccabi, ma dobbiamo dimenticare la partita di oggi”.

MACCABI v MONACO

Ioannis Sfairopoulos (Maccabi Tel Aviv): “Penso che la nostra determinazione nel secondo tempo sia stata quella di cui avevamo bisogno nel secondo quarto. Abbiamo giocato molto meglio in difesa e siamo stati più intelligenti in attacco. Abbiamo fatto girare la palla, fatto grandi tiri con Scottie Wilbekin e James Nunnally. Nel secondo tempo abbiamo cambiato la partita, abbiamo fatto un secondo tempo decisamente migliore”.

Zvezdan Mitrovic (Monaco): “Penso che abbiamo combattuto fino agli ultimi 2 o 3 minuti, ma contro Wilbekin e questa fantastica serata al tiro non siamo riusciti a trovare una risposta, ma per 30 minuti abbiamo lottato bene questa sera“.

BARCELLONA v CSKA

Sarunas Jasikevicius (Barcellona): “Complimenti ai nostri giocatori e anche ai tifosi. È stata una partita molto interessante. Abbiamo capito che dovevamo soffrire. Abbiamo fatto un primo tempo solido, non eccezionale. Ovviamente ci siamo messi in grossi guai nel terzo quarto e poi è stata una prestazione straordinaria, di un carattere straordinario nel quarto quarto per risolvere questo tipo di partita che, ad un certo punto, non sembrava essersi messa bene per noi. Quindi grande merito ai ragazzi. Penso che sia molto umano avere certe brutte situazioni, ma dimostra grande carattere uscire da queste situazioni”.

“Il Palau Blaugrana è un’arena con un’ottima acustica ed è molto rumoroso. Quando sei da solo a Palau, fai rimbalzare la palla due volte e la puoi sentire 80 volte, immagina con 8.000 tifosi che gridano, è importante per noi“.

Dimitris Itoudis (CSKA Mosca): “Congratulazioni al Barcellona per la vittoria. Ovviamente possiamo dire molte cose sulla partita. Abbiamo iniziato la partita con un po’ più di preoccupazione, entrambe le squadre, nel primo quarto. Poi abbiamo avuto un piccolo periodo in cui abbiamo perso la calma e quel 25-14 ci ha fatto male. Abbiamo parlato nell’intervallo, di come avremmo dovuto giocare a basket. Siamo andati forte nel terzo quarto con idee concrete su cosa fare in fase difensiva e offensiva. Abbiamo portato la partita a +10 e poi il Barcellona ci ha messo molta pressione. Potevamo gestire meglio questa situazione”.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Aquila Trento, primo squillo in 7 Days Eurocup

L’Aquila Trento vince la prima gara della stagione di Eurocup ed ora può guardare al futuro con un po’ più di ottimismo in ottica qualificazione alla seconda fase, impresa per niente impossibile. Nella 5° giornata della 7Days EuroCup, tra le mura amiche della BLM Group Arena, la Dolomiti Energia Trentino (priva di Caroline) ha la meglio […]
Aquila Trento

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: