Euroleague Man of the week: Gigi Datome, la classe non invecchia

Matteo Carniglia

Gigi Datome si regala una notte da assoluto protagonista

1 0
Read Time:2 Minute, 17 Second

Euroleague Man of the week giunge al sesto appuntamento e per la prima volta dall’inizio di questa Turkish Airlines Euroleague la nostra scelta cade su un giocatore italiano.

“Quant’è bella giovinezza che si fugge tuttavia”, l’incipit della famosa Canzona di Bacco di Lorenzo de Medici.

Lo scorrere del tempo, un tema caro ai poeti di ogni epoca, una legge a cui nessun essere umano può sfuggire, nemmeno Gigi Datome.

Il giocatore che compirà 34 anni a fine mese è alla seconda stagione con la casacca dell’Olimpia Milano, una società accostata all’ex Fenerbahce più volte nel corso della sua carriera.

Un matrimonio avvenuto l’estate scorsa in un anno particolare, quello che sarà ricordato per sempre per la pandemia.

Attendersi il Datome di quattro, cinque anni fa sarebbe stato sciocco ma l’intelligenza di un atleta si nota anche nella propria capacità di rendersi sempre e comunque utile, evolvendo il proprio modo di giocare compatibilmente con lo scorrere del tempo.

Il giocatore si è fatto male sul finire della scorsa stagione, un problema che lo ha notevolmente condizionato e portato a dedicare tutta l’estate per un recupero ottimale.

Doveroso ricordare come, nonostante avesse praticamente a disposizione una gamba sola, Gigi non si sia mai tirato indietro rendendosi sempre disponibile a scendere in campo agli ordini di Ettore Messina.

Una sofferenza fisica aggravata dalle tante ed ingenerose critiche ricevute da tutto l’ambiente, insinuazioni, come quelle legate alla rinuncia della nazionale in estate, assolutamente inopportune per un ragazzo che ha sempre speso tutto per la causa azzurra diventandone legittimamente capitano.

La risposta è stata il silenzio, il lavoro e il campo.

La prestazione, dell’altra sera contro il Barcellona, è stata di altissimo livello, non soltanto per le cifre, ma per la capacità di essere decisivo nei momenti chiave.

Euroleague Man
Credits: profilo ufficiale twitter Olimpia Milano

Dettagli, quelli che fanno la differenza.

Il fallo guadagnato di esperienza nel momento più difficile per l’attacco milanese che gli ha permesso di andare in lunetta, il recupero che ha favorito il canestro del sorpasso di Shields sono istantanee dell’affidabilità e classe del giocatore.

“Il basket è un gioco di errori, vince chi ne fa meno”, le parole dell’ala azzurra venerdì pomeriggio a Radio 24 nella trasmissione Tutti Convocati.

Il numero settanta dell’Armani Exchange ne ha fatti pochissimi contro i “blaugrana” risultando l’indiscusso MVP di serata e nostro uomo della settimana.

Uno dei grandi obiettivi di Milano, in questa stagione, è quello di migliorare il risultato della scorsa Eurolega e l’unico modo è raggiungere l’atto conclusivo della competizione.

Un eldorado che serata dopo serata sta prendendo forma grazie non soltanto ad eccellenti giocatori ma anche a grandi uomini, come Gigi Datome.

La dimostrazione di come la classe non abbia età.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
100 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

EuroCup weekly #3: il limbo di Valencia, la bolgia del Pionir e la settimana nera delle italiane

Terza giornata di Eurocup e terza edizione stagionale dell’Eurocup weekly: il contenitore che raccoglie i dieci flash della settimana della seconda competizione continentale. 21+11, sono queste le cifre della partitissima di Kevarrius Hayes, protagonista della vittoria del sempre più sorprendente Frutti Extra Bursapor contro l’Olimpia Lubiana. L’ex canturino, nei confronti […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: