Milano sfata il tabù Stella Rossa

Vittoria agevole di Milano contro la Stella Rossa

0 0
Read Time:2 Minute, 26 Second

Milano sfata il tabù Stella Rossa superando i serbi dopo quattro sconfitte consecutive.

Una vittoria agevole in una partita indirizzata già nel primo quarto grazie all’ottimo approccio fin dall’inizio.

Punteggio di 79-62 che andiamo ad analizzare in cinque punti nello stile abituale di Eurodevotion.

TABU’ SFATATO

L’Olimpia Milano ottiene finalmente una affermazione interna contro la Stella Rossa Belgrado dopo quattro rovesci consecutivi in questi anni di Turkish Airlines Euroleague. Gli italiani avevano già interrotto la serie negativa, il 30 marzo, conquistando proprio a Belgrado la matematica qualificazione ai play-off. Troppa la differenza attuale tra le due formazioni come ampiamente evidenziato al Forum di Assago.

DOMINIO MILANO NEL PRIMO QUARTO

Armani Exchange dominante nel primo quarto, una frazione che ha determinato l’andamento della partita stessa. Parziale immediato di 13-0 nei primi cinque minuti, sancito da un canestro pesante di Shavon Shields. Un divario che è arrivato fino alle venti lunghezze sul risultato di 24-4. Un dominio in tutte le voci statistiche ed una risposta importante della difesa milanese, apparsa in difficoltà a Monaco di Baviera, soprattutto sul perimetro. Impatto molto positivo da parte di Troy Daniels, subito a segno con due canestri pesanti, aspetto in cui potrà essere fondamentale nella sua avventura biancorossa. Impressionante la differenza per valutazione (+37 per Milano) dopo dieci minuti.

TROY DANIELS

Poco più di un minuto all’esordio contro l’Asvel, dieci minuti e la partenza in quintetto contro il Bayern Monaco. La partita contro la Stella Rossa è un perfetto spot di quello che potrà dare il giocatore, ex Lakers, nello scacchiere di Ettore Messina. Un tiratore in grado di allargare il campo e perfetto sugli scarichi dal pick&roll, il Jaycee Carroll dell’Armani Exchange. Il bottino contro la Crvena Zvedza è stato di 12 punti in 14 minuti con il 75% nelle bombe (3/4).

SECOND UNIT

L’assenza di Malcom Delaney avrebbe potuto rappresentare una grande occasione per Jerian Grant. La realtà è stata differente con l’esterno impiegato solo per qualche minuto in Germania, peraltro nemmeno in cabina di regia. Ruolo che è stato interpretato ancora una volta con grande applicazione da Devon Hall nonostante emerga come non sia il suo pane quotidiano. Positive invece le risposte che Ettore Messina ha avuto da Kaleb Tarczweski non soltanto per le buone cifre prodotte (10 punti e 3 rimbalzi) ma soprattutto per avere interpretato con grande concentrazione i minuti in campo.

GRANDE SFIDA CONTRO IL BARCELLONA

La prossima settimana arriverà al Forum di Assago il Barcellona in una sfida tra due delle capoliste. I blaugrana, in serata, sono caduti per la prima volta nella insidiosa trasferta di Tel Aviv. Milano nella scorsa stagione ha patito la formazione catalana perdendo in tutte e tre le circostanze e soltanto nella semifinale è andata vicina ad ottenere il successo. Un esame di maturità per valutare la crescita della creatura “Messiniana”.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
100 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Oly-Fener (R7): the Kostas Sloukas game in Athens

Oly-Fener era la partita di Kostas Sloukas. Il grande ex della sfida infatti è il catalizzatore della sfida del Pireo. Riviviamo quanto successo ieri sera in terra ellenica,
Oly-Fener (R7): the Kostas Sloukas game in Athens

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: