Le parole dei coach dopo la 6^ giornata

0 0
Read Time:2 Minute, 0 Second

Tutte le parole dei coach dette nelle conferenze stampa dopo la sesta giornata di Euroleague.

Unics Kazan – Baskonia 83-69, le parole dei coach

Perasovic (Unics Kazan): “Il nostro gioco offensivo stasera è stato decisamente buono. Abbiamo realizzato molti canestri, segnando ben cinquanta punti nel primo tempo, cosa che non eravamo mai riusciti a fare. Anche in difesa siamo stati solidi, il che ci ha dato un buon vantaggio. Sono molto soddisfatto della prestazione dei miei ragazzi, soprattutto perchè venivamo da due sconfitte.”

Ivanovic (Baskonia): “I primi venti minuti di stasera sono da dimenticare. Nel secondo tempo abbiamo giocato meglio, ma non è bastato.”

Zenit San Pietroburgo – Real Madrid 68-75, le parole dei coach

Pascual (Zenit San Pietroburgo): “Avremmo potuto vincere la partita di stasera, ma non lo abbiamo fatto. In un paio di occasioni dovevamo rallentare il gioco dei nostri avversari. Il Real Madrid, nel finale, ha segnato cinque punti che ci hanno definitivamente messo ko. Quando si gioca troppo in attacco e poco in difesa succede questo.”

Laso (Real Madrid): “Innanzitutto voglio congratularmi con i miei ragazzi, vincere contro una squadra come lo Zenit non è mai facile. Nei primi tre quarti siamo stati superiori rispetto ai nostri avversari, mentre nell’ultimo abbiamo commesso qualche errore di troppo. Nonostante questo l’importante era portare a casa la vittoria.”

Asvel Villeurbanne – Cska Mosca 80-78, le parole dei coach

Parker (Asvel Villeurbanne): “E’ stata una partita dura. ma abbiamo resistito fino all’ultimo. Dovremo lavorare su parecchi aspetti, soprattutto in attacco. I rimbalzi sono stati fondamentali, spingo sempre i miei ragazzi a conquistarne il più possibile. Oggi ne abbiamo presi ben diciotto in attacco, questo significa avere tantissime seconde possibilità.”

Itoudis (Cska Mosca): “Il finale di gara sarebbe potuto essere diverso. Abbiamo cambiato mentalità nel corso della partita ed è proprio grazie a questo che siamo tornati in partita. I nostri avversari hanno avuto la meglio in una situazione di trambusto, ma sono cose che fanno parte del gioco.”

Panathinaikos – Anadolu Efes 95-69, le parole dei coach

Priftis (Panathinaikos): “Siamo molto contenti di questa vittoria, era quello di cui avevamo bisogno e siamo riusciti nel nostro intento. Sono molto soddisfatto dei miei ragazzi.”

Sekizkok (Anadolu Efes): “Non è mai facile giocare ad Oaka, ma ciò non giustifica la nostra prestazione di oggi. Il Panathinaikos ha acquisito grande sicurezza, segnando anche i tiri difficili, mentre a noi è risultato tutto estremamente complicato.”

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Andorra-Trento: L'Aquila ci prova ma gli spagnoli sono migliori

Andorra-Trento è una gara che dimostra la oggi netta superiorità degli iberici nei confronti di una Trento che ci prova ma alla fine non può che cadere. Seconda giornata di 7Days Eurocup e seconda sconfitta (85-73) per Trento, ancora una volta contro una squadra di Liga ACB: questa volta è […]
Andorra-Trento

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: