Il Punto di Toni Cappellari: L’Olimpia ed il mercato, mentre su Bertomeu…

0 0
Read Time:2 Minute, 15 Second

Il Punto di Toni Cappellari si concentra sulla situazione delle assenze milanesi e sulla situazione dirigenziale di Eurolega.

Le nostre 5 domande abituali a Toni Cappellari su tanti temi differenti del gioco, sia europeo che italiano.

1. Milano 5 su 5 in Eurolega e 5 su 5 in campionato, ma perde Delaney per circa un mese ed ha il problema Moraschini alle prese con le controanalisi dopo la positività al controllo antidoping. Visto il rendimento deficitario sinora di Jerian Grant, credi sia il caso di andare sul mercato per un playmaker?

Messina non ha bisogno di altri giocatori, ma forse andranno sul mercato lo stesso.

2. Nonostante le percentuali di accesso siano cresciute, si vedono, in Italia ma non solo, palazzi abbastanza vuoti, anche in caso di squadre che stanno facendo bene. Paura di tornare a palazzo, abitudini cambiate, costo dei biglietti ed eventuale cattiva promozione degli eventi potrebbero essere alcune cause possibili. Che idea ti sei fatto su questa situazione?

La situazione è ancora ingarbugliata, le casse sono ancora chiuse e il pubblico preferisce la televisione. Serve pazienza senza dimenticare una profonda e rapida riflessione su tutti questi temi.

3. Jordi Bertomeu è sostanzialmente stato messo alla porta a fine  stagione, indicato da 7 club come la ragione principale per gli scarsi ricavi che derivano dalla partecipazione ad Eurolega. Tu conosci molto bene Jordi e se non ricordo male hai partecipato ad una delle “cene” decisive per la creazione di Eurolega a fine millennio scorso. Ci fai un breve quadro della situazione dandoci la tua opinione sul manager sportivo Bertomeu?

Bertomeu entra in Euroleague nel 2000. Ha gestito i rapporti con la FIBA, ha inventato e gestito Euroleague. Con lui ho partecipato alle prime riunioni dell’associazione e posso dire che Jordi è un super dirigente, nonostante le offese di Giannakopoulos, ex presidente del Panathinaikos. Sostituirlo sarà difficilissimo: vuoi un nome? Maurizio Gherardini.

4. In Eurolega c’è un problema arbitri, decisamente inferiori al livello tecnico dei giocatori. Seguo poco la LBA ma mi pare che diversi fischietti italiani siano assai migliori di qualcuno che vediamo in Eurolega. Sei d’accordo?

Gli arbitri sono un problema, è vero, ma in Euroleague dirigono i migliori tra cui l’italiano Luigi Lamonica che a mio parere è il MIGLIORE . Se lo dico io noto nella storia come “MANGIA ARBITRI”…

5. Cosa sta succedendo a Varese? Possiamo aspettarci altre novità dopo le dimissioni di Conti? La “vendetta” di Attilio Caja è arrivata, oltre che sul campo, anche attraverso parole dirette e sincere…

La società è in grave crisi con Andrea Conti che ha lasciato… La Openmetis tramite Rosario Rasizza deve riorganizzare la società e non sarà facile. Si deve dare un referente a Scola.

About Post Author

alberto marzagalia

Due certezze nella vita. La pallacanestro e gli allenatori di pallacanestro. Quelli di Eurolega su tutti.
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Infortuni ed assenze: le defezioni del martedì di Round 6

Infortuni ed assenze: l’injury report dei match di oggi AS MONACO vs STELLA ROSSA Monegaschi al completo, mentre i serbi faranno a meno di White e probabilmente di Ivanovic, in isolamento. In dubbio Kalinic. FENERBAHCE vs BARCELLONA Barthel out per i turchi, mentre i catalani si presenteranno ad Istanbul senza […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: