Sala stampa: le parole dei coach dopo la seconda serata del Round #2

Francesco Rangone
0 0
Read Time:4 Minute, 1 Second

Sala stampa: le dichiarazioni dei coach al termine delle cinque partite che chiudono il secondo round di Eurolega.

UNICS v MONACO

Velimir Perasovic (UNICS Kazan): “Era una partita nella quale avevamo grandi aspettative di vincere. C’è stato un momento, quando eravamo sopra di 12 punti, nel quale siamo calati mentalmente. La chiave della partita sono stati i rimbalzi, abbiamo combattuto duramente, ma nei momenti cruciali loro hanno preso i rimbalzi. Abbiamo giocato con poca fiducia in attacco, questa è stata un’altra chiave nei momenti decisivi della partita”.

Zvezdan Mitrovic (AS Monaco): “Prima cosa, era destino, abbiamo finito la nostra stagione europea qui e adesso abbiamo giocato la nostra prima trasferta in Eurolega a Kazan. Sono davvero felice perché abbiamo vinto, sono una squadra totalmente diversa rispetto a quella delle finali di Eurocup. Credo che analizzeremo la partita dopo, ma la mia prima impressione è che sono davvero davvero felice: abbiamo iniziato l’Eurolega con due vittorie”.

EFES v CSKA

Ergin Ataman (Efes Istanbul): “Difensivamente abbiamo giocato una partita terribile. Concedendo 100 punti sul nostro campo è molto difficile vincere. Credo che oggi non abbiamo retto fisicamente e i nostri tiratori, escluso Micic, hanno sbagliato tanti tiri. Nell’ultimo quarto abbiamo provato a rimontare ma non è bastato. Abbiamo anche concesso 37 tiri liberi, abbiamo fatto troppi falli, non è stata una buona partita per noi.

Dimitris Itoudis (CSKA Mosca): “È stata una partita molto interessante, un’altra tra Efes e CSKA. Ci stiamo abituando: punteggio alto, emozioni. Credo che siamo stati la squadra migliore oggi, quindi congratulazioni ai miei giocatori. Penso che abbiamo giocato al livello giusto di fisicità che è necessario per giocare una partita in trasferta contro i campioni in carica. Nel terzo quarto abbiamo costruito un margine di vantaggio importante, dopo loro ci hanno messo un po’ di pressione e abbiamo fatto qualche scelta sbagliata. Eravamo un po’ stanchi a causa della rotazione corta, forse è colpa mia. Ma in generale siamo stati la squadra migliore“.

OLYMPIACOS v REAL MADRID

Georgios Bartzokas (Olympiacos): “Secondo me la chiave è stata la nostra solidità difensiva. Siamo stati consistenti in difesa per 40 minuti, seguendo il nostro piano partita. Ognuno ha dato il massimo in difesa. Non è facile far segnare 68 punti al Real Madrid, hanno tanto talento”.

Pablo Laso (Real Madrid): “Ho imparato quello che già sapevo, cioè che l’Eurolega è molto difficile, giocare fuori casa è difficile. Siamo stati solidi per 36, 37 minuti, ma in 3 o 4 minuti loro hanno segnato buoni tiri. Abbiamo combattuto fino alla fine, ma non ce l’abbiamo fatta. Dobbiamo imparare che ogni partita in Eurolega è come questa”.

ALBA v ASVEL

Israel Gonzalez (ALBA Berlino): “Abbiamo scelto un giorno sbagliato per sbagliare i nostri tiri, ma sono felice dello sforzo che ha fatto la squadra e della difesa di questa sera. Possiamo migliorare ma siamo sulla giusta strada. Dobbiamo segnare quando abbiamo tiri aperti. Mi sento come un allenatore di calcio quando la sua squadra ha tante occasioni da gol ma il portiere para tutto e l’altra squadra segna con l’unica occasione che ha e vince. Abbiamo preso 22 tiri in più di loro. Con tutti i problemi che abbiamo nella posizione di centro e senza Eriksson stiamo facendo bene. Dobbiamo avere pazienza, ma oggi mi sento un po’ sfortunato”.

TJ Parker (ASVEL Villerurbanne): “Venti palle perse sono troppe in una partita come questa. Devo dare i meriti a Berlino, hanno giocato con grande intensità. Noi abbiamo combattuto e siamo riusciti a fare quello che serviva per vincere. Possiamo vincere partite in Eurolega con la difesa. L’attacco va e viene”.

BASKONIA v MILANO

Dusko Ivanovic (Baskonia Vitoria): “È stata una partita dura dall’inizio. Milano ha giocato bene, meglio di noi. Non abbiamo fatto circolare ben la palla e non abbiamo trovato soluzioni in attacco, ma nonostante tutto questo eravamo quasi in partita. Abbiamo avuto percentuali molto brutte al tiro, dobbiamo fare meglio. Abbiamo bisogno di segnare 75 punti per vincere. Se giochiamo meglio in difesa, corriamo in contrpiede e segniamo punti facili la partita è molto più facile. Credo che abbiamo fatto solo un contropiede questa sera”.

Ettore Messina (Olimpia Milano): “I miei giocatori hanno giocato un’ottima partita in difesa. Hanno difeso come pazzi per 40 minuti e hanno fatto abbastanza bene a rimbalzo. In attacco, credo che abbiamo mosso bene la palla. Vincere a Vitoria è sempre difficile e questa vittoria è molto importante per noi. I giocatori hanno seguito le mie indicazioni, sarei nei guai se non l’avessero fatto”.

L’Eurolega è molto esigente, c’è già stato un cambio di allenatore dopo due partite. Non è una bella giornata per i coach, certamente i club sono liberi di fare il meglio che credono, non sto mettendo in discussione questo, dico solo che l’Eurolega è molto impegnativa e ogni partita, ogni possesso, è molto importante”.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Kenneth Faried è un nuovo giocatore del CSKA Mosca

Faried vola in Russia. Il CSKA ha ufficializzato l’ingaggio di Kenneth Faried. L’ala-centro, con un lungo passato in NBA, ha firmato un contratto di durata bimestrale con opzione sino al termine della stagione. Rimpiazzerà temporaneamente l’infortunato Nikola Milutinov.

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: