Maccabi-Bayern (R1): la forza delle difese e di Scottie Wilbekin

Luca Castellano

Maccabi-Bayern caratterizzata da ottime difese e dal ruggito di Wilbekin, che consegna agli israeliani la prima vittoria stagionale.

0 0
Read Time:3 Minute, 12 Second

Partita tirata doveva essere e così è stata. Alla Menora Mivtachim Arena di Tel-Aviv la battaglia è per lunghi tratti intensa, ma a prevalere nel thrilling finale è stato proprio il Maccabi padrone di casa. La squadra allenata da coach Ioannis Sfairopoulos fa e disfà il suo successo nel corso dei 40 minuti di gioco incendiati da una grande onda giallo-blu che ha invaso il palazzo dello sport israeliano. D’altro canto onore e merito al Bayern per una partita sfortunata e chiusasi con la prima sconfitta della regular season. Senza ulteriori presentazioni del caso, andiamo nel vivo di Maccabi-Bayern con la consueta analisi in 3 punti targata Eurodevotion.

Maccabi-Bayern: l’organizzazione difensiva come miglior forza a disposizione

Trinka vs Sfai. Una sfida ultra-difensiva già annunciata e che non ha deluso le attese. Due organizzazioni e proposte di gioco molto simili hanno trovato terreno fertile in un palazzetto di tradizione molto calda e che ama gente grintosa e che lotta su ogni pallone. Sfai limita le accelerazioni di Walden e pronta contromossa del Trinka sull’eliminare la fonte dei vari lunghi versatili a disposizione di coach Sfairopoulos (Reynolds e Williams su tutti e anche grandi ex della sfida). Se da un lato il Bayern vince la lotta a rimbalzo (29-35 il conto dei palloni conquistati sotto le plance), Sfai ha sfruttato ogni isolamento corto-piccolo a propria disposizione cercando di tenere un ritmo alto per gran parte della contesa. Il 69-68 finale è deciso da due battaglie vere e proprie a rimbalzo e un miss-match che ha favorito i due liberi vincenti di Wilbekin.

Maccabi-Bayern: il ruggito tutto riscatto targato Scottie Wilbekin

Più delle difese, più dell’atmosfera ritrovata al palazzo (stiamo ritornando finalmente alle vecchie e sane abitudini di un tempo), la partita di Tel-Aviv ha assistito al vero ruggito di riscatto di Scottie Wilbekin. Resta insindacabilmente una delle migliori combo-guard a disposizione dell’intero panorama dell’intera Turkish Airlines Euroleague e aziona alla perfezione il giocattolo ideato e pensato da coach Sfairopoulos. Il talento di Florida State si accende quando vede il cambio sui pick-and-roll con Thomas e l’altro grande ex della contesa come Othello Hunter, mette canestri pesanti per l’economia della partita sin nel primo super parziale di 19-4 a cavallo tra primo e secondo parziale che nel crunch time. Chiude il suo incontro con 28 punti (8/13 dal campo e 8/8 dalla linea della carità) e una valutazione di 32 che lo elegge insindacabilmente il miglior giocatore della contesa.

Scottie Wilbekin in azione con il suo floater in Maccabi-Bayern

Maccabi-Bayern: meccanismi (quasi) da trovare ce ne sono

Bene la difesa, non benissimo la concentrazione nell’arco dei 40 minuti complessivi di gioco da entrambe le parti. Se per quanto concerne il Maccabi è da limitare la Wilbekin-dipendenza” che non potrà certamente essere garanzia di risultati positivi nel lungo corso della stagione, il Bayern era ad un passo dal vincere una partita messa male e recuperata nel suo solito stile da quando Andrea Trinchieri ha preso possesso del posto da capo allenatore della compagine bavarese. Per i tedeschi, nonostante sprazzi di Walden, la fisicità sotto le plance è evidentemente messa bene e le soluzioni anche dagli esterni si possono trovare con costanza nel corso della stagione. Sono da sistemare quei dettagli di attenzione su palle sporche e possessi decisivi che sono costati questa sfida chiaramente, ma si era ad un passo dal primo colpo pesante con la tripla pesante di Walden sul 67-68. Sarà soltanto l’inizio di stagione, ma qualcosa si è già visto. Maccabi-Bayern: due modi di giocare simili, stesso obiettivo: essere la mina vagante per la corsa ai prossimi playoff. The journey has just begun.

Corey Walden in azione. La sua tripla stava per decidere Maccabi-Bayern di ieri sera

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Infortuni ed assenze, la seconda notte del Round #1

Infortuni ed assenze continuano purtroppo a moltiplicarsi. La situazione di questa sera, quando si chiuderà il Round #1. UNICS v ZENIT Unics al completo. Napier e Kulagin OUT per Pascual, mentre c’è fiducia su Conner Frankamp, che era rientrato dopo la Supercoppa e si è infortunato nuovamente in campionato. Ha […]
Infortuni

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: