Euroleague Preview 21/22: UNICS Kazan

Francesco Rangone 1
0 0
Read Time:4 Minute, 12 Second

L’UNICS Kazan è una delle novità dell’Eurolega 2021/2022. La squadra russa torna nella massima competizione europea dopo quattro stagioni in Eurocup, l’ultima delle quali si è conclusa con il raggiungimento della finale ai danni della Virtus Bologna. Kazan, nonostante sia appena salita al piano superiore, ha costruito una squadra interessante che potrebbe sorprendere, ma restano alcune incognite.

UNICS Kazan

ROSTER

L’UNICS si presenta ai nastri di partenza con un roster attrezzato e talentuoso, composto da alcuni giocatori già conosciuti in Eurolega e da alcuni esordienti, ai quali, di certo, il talento non manca, ma che dovranno confermare quello che hanno fatto fino ad ora anche nella massima competizione europea.

Tra gli esterni spicca il nome di Lorenzo Brown, dopo una stagione di alti e bassi al Fenerbahce vuole essere il leader della squadra, come lo era stato alla Stella Rossa. Una delle conferme nel roster dell’UNICS Kazan è Isaiah Canaan. Nella scorsa stagione, a partire dalle top 16, il suo rendimento è stato altalenante e c’è il rischio che in Eurolega il problema persista.

Dal Khimki è arrivato Zaytsev, la situazione complicata della squadra di Mosca ha portato il playmaker a prendersi più responsabilità, può essere una buona soluzione in uscita dalla panchina. Dopo le spiacevoli vicissitudini con l’Unicaja Malaga, a Kazan è arrivato anche Marco Spissu che dovrà farsi trovare pronto alla sua prima stagione in Eurolega, sperando che l’esperienza lontana dall’Italia giovi al playmaker sardo come accaduto con Polonara e Fontecchio.

Completa il pacchetto degli esterni O.J. Mayo, che potrebbe essere un grande colpo come un flop, il talento non gli è mai mancato, ma ci sono dei dubbi dopo l’esclusione dall’NBA nel 2016 per aver violato più volte il protocollo antidoping e sulle sue condizioni fisiche dopo alcuni anni in campionati molto diversi dall’Eurolega.

Nel reparto dei lunghi è stato confermato John Brown. Durante la passata stagione, l’ex brindisi è stato spesso decisivo in Eurocup, ma l’impatto con l’Eurolega sarà molto difficile, il livello tecnico e fisico si alzerà notevolmente e per Brown potrebbe essere una stagione non semplice. Il centro titolare sarà Jekiri, giocatore molto fisico e ottimo rimbalzista. Sotto canestro non mancherà l’esperienza grazie alla presenza di Vorontsevich, tre volte vincitore dell’Eurolega con il CSKA.

Il colpo di mercato dell’UNICS Kazan è sicuramente Mario Hezonja, dopo un periodo non facile in NBA è tornato in Europa con l’intenzione di essere protagonista in Eurolega. Nella breve parentesi al Panathinaikos aveva già fatto vedere delle buone cose e adesso ha una nuova occasione per mettere in mostra tutte le sue qualità. Il rendimento generale della squadra dipenderà molto da lui.

L’ultimo acquisto è l’ala Jarrell Brantley, in arrivo da Utah dove ha passato gli ultimi due anni tra i Jazz e la squadra di Salt Lake City in D-League.

Completano il roster i russi Komolov, proveniente dal Nizhny Novgorod, Valiev, arrivato dal Khimki e i confermati Uzinskii, Klimenko e Zhbanov.

UNICS

(1/3, scorri in fondo per cambiare pagina e proseguire la lettura)

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

One thought on “Euroleague Preview 21/22: UNICS Kazan

Next Post

Euroleague Preview 2021/22: la "breaking point" season del Maccabi

Il Maccabi Tel-Aviv è la prossima squadra delle Euroleague Preview 2021/22 targate Eurodevotion. Riusciranno i ragazzi di coach Sfairopoulos a riscattare la scorsa stagione?
Il Maccabi Tel-Aviv è la prossima squadra delle Euroleague Preview 2021/22 targate Eurodevotion. Riusciranno i ragazzi di coach Sfairopoulos a riscattare la scorsa stagione?

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: