SUPERCOPPA LBA: la Virtus batte Tortona e va in semifinale

mfiorda26
0 0
Read Time:2 Minute, 23 Second

Si è conclusa anche l’ultimo quarto di finale della Discovery+ Supercoppa, che ha visto prevalere i Campioni d’Italia della Virtus Bologna sulla neopromossa Derthona Basket per74-66.

Con qualche ora di ritardo, andiamo quindi ad analizzare il match nei consueti tre punti chiave:

LA PREPARAZIONE DI MARCO RAMONDINO

Poco da dire, quando molti dicevano che finalmente il Coach di Tortona avrebbe avuto la possibilità di confrontarsi al massimo livello, quello che gli appartiene, avevano ragione, e neanche di poco.

Ramondino prepara una partita pressoché perfetta a livello tattico, proponendo una difesa capace di chiudere gli spazi in maniera estremamente efficace (quel “Due” che si sentiva urlare ad ogni azione difensiva dalla panchina non è un caso) e di portare molto spesso le V nere a dover prendere la conclusione che Tortona voleva. Quei tiri da 3 lasciati proprio a Pajola, ieri in giornata no, ne sono un chiaro esempio.

Vero, Derthona non supera i quarti di Supercoppa, ma non si può che ammirare e applaudire il Coach avellinese per quanto fatto. Non sempre chi esce sconfitto non ha fatto abbastanza, questo è il caso.

DAUM vs HERVEY: uno spettacolo

Questo quarto di finale di Supercoppa è stato solo una delle prime uscite ufficiali per le due squadre, ma non è assolutamente mancato lo spettacolo, su tutti quello offerto dai due “4” Mike Daum e Kevin Hervey.

Daum chiude con 19 punti, dopo i 18 e passa di media nella fase a gironi, e 5 rimbalzi, dimostrando di essere già pronto ad ergersi come prima opzione offensiva della squadra. Segna in avvicinamento, spalle a canestro, da 3 e anche su alzate al volo, forte di un bagaglio tecnico che pochi nel campionato italiano possono vantare.

Dall’altra parte Kevin Hervey, assoluto MVP di serata, che chiude con una mostruosa doppia-doppia da 18 punti e 18 rimbalzi, roba che non si vede molto spesso a queste latitudini. Anche lui mostra una varietà di soluzioni estremamente ampia e, soprattutto, quanto sia concreto l’upgrade virtussino in quella posizione rispetto all’anno passato, dove era stato sicuramente il punto debole della squadra.

L’INFORTUNIO DI UDOH

E’ brutto da dire, perchè di tecnico ha ben poco, almeno al momento (le ripercussioni a livello tecnico si vedranno poi), ma l’infortunio di Ekpe Udoh ha segnato sicuramente la partita.

Stando alle prime indiscrezioni, in attesa di un comunicato ufficiale da parte della società, si tratterebbe di una rottura del tendine rotuleo, roba grossa insomma, che probabilmente lo terrà lontano dal campo per mesi e che costringerà la dirigenza virtussina a ritornare, nuovamente, sul mercato al termine della Supercoppa. L’avevamo già detto in passato, era lui il perno virtussino, in attacco come in difesa, e questa notizia, a maggior ragione, è estremamente pesante da digerire.

La Virtus tornerà quindi in campo Lunedì sera contro la Reyer Venezia, in una semifinale di Supercoppa italiana che si preannuncia infuocata.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Barça-Murcia: solita paura, catalani che vincono senza convincere

Barça-Murcia apre la stagione di Liga dei blaugrana dopo la grandissima delusione di Supercopa. Esordio in Liga Endesa per il Barcellona di Jasi contro Murcia. C’era da cancellare la grandissima delusione di Tenerife, una finale di cui si è detto moto ma che può essere riassunta al meglio con le […]
Barça-Murcia

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: