Buona la prima! L’Italbasket batte la Germania

Lorenzo Lubrano
0 0
Read Time:3 Minute, 15 Second

L’Italbasket comincia con il sorriso l’avventura alle Olimpiadi di Tokyo 2020. Infatti, i ragazzi di coach Meo Sacchetti conquistano la vittoria nell’esordio contro la Germania di Henrik Roedl.

Dopo una partenza sprint degli Azzurri (0-5) con Simone Fontecchio piuttosto ispirato, ecco che i tedeschi replicano con numerose conclusioni realizzate dai 6.75 e chiudono avanti di dieci lunghezze la prima frazione (32-22). A scuotere l’Italia ci pensano Danilo Gallinari, Riccardo Moraschini e Stefano Tonut che decidono di prendere per mano i propri compagni ed accorciano il gap sul 46-43 al 20′.

Al ritorno sul parquet dopo l’intervallo lungo, Melli e compagni non rientrano con il giusto atteggiamento e gli avversari ne approfittano per ritrovare la doppia cifra di vantaggio (59-49), ma l’Italbasket non si scoraggia e ritorna a contatto con la Germania (72-68). Nell’ultimo periodo, il match rimane molto equilibrato, con le due squadre che si rispondono colpo sul colpo, ma nel momento clou della sfida è l’Italia a fare la mossa vincente, con Nik Melli letteralmente sugli scudi. Il finale è 82-92 per l’Italbasket.

Come di consueto attraverso i 3 punti di Eurodevotion analizziamo il match

Italbasket| Eurodevotion
Nik Melli – Italbasket

Il segreto dell’Italbasket: il gruppo

E’ proprio questo il punto di forza dell’Italbasket di Meo Sacchetti. Ognuno dà il proprio contributo per il bene della squadra. Questo aspetto era già emerso durante il pre-olimpico a Belgrado ed anche nella partita di oggi ha fatto la differenza. Sotto certi aspetti la Nazionale italiana, mi ha ricordato il Bayern Monaco di coach Andrea Trinchieri. Una compagine che sotto anche di dieci punti non ha cambiato pelle, ma ha continuato a seguire la propria filosofia di pallacanestro ed alla fine ha avuto ragione. Sono ben cinque gli uomini in doppia cifra per l’Italbasket: Fontecchio (20), Gallinari (18), Tonut (18), Melli (13) e Mannion (10). Oltre a loro non si può non parlare della difesa di Alessandro Pajola, già durante tutta la stagione ci aveva dimostrato quanto fosse determinante ed anche oggi ha fatto delle giocate difensive davvero pregevoli.

Maodo Lo e Simone Fontecchio

Per la difesa azzurra si è rivelato un cliente davvero molto fastidioso. La guardia dell’Alba Berlino disputa con molta probabilità la sua miglior partita in carriera. Infatti, il numero 4 dei tedeschi mette a referto ben 24 punti in 28′. Il classe 1992 chiude con 9/12 dal campo (3/3 da 2 e 6/9 dai 6.75).

Lo stesso identico discorso va fatto per Simone Fontecchio. L’ex giocatore dell’Alba Berlino nei momenti importanti non si è fatto trovare impreparato ed ha punito la difesa tedesca con canestri, che sono valsi la pena di svegliarsi alle ore 6:30 di una domenica di luglio. Il numero 13 azzurro è il top scorer dei suoi con 20 (5/5 da 3). E chissà se coach Aito avrà seguito la partita…

Simone Fontecchio- Italbasket

Cosa bisogna migliorare in vista dell’Australia

Si sa che la prima partita di un evento così prestigioso per un atleta, può far giocare brutti scherzi, a maggior ragione dopo 17 anni di lunga attesa. Nonostante tutto, l’Italbasket è riuscita a portare a casa la vittoria e questo è quello che conta. Adesso bisogna subito azzerare il tutto e pensare alla prossima avversaria: l’Australia, reduce da 3 vittorie in fila in amichevole contro Nigeria, USA ed Argentina. Non sarà una partita semplice, ma nessuna lo è in un’Olimpiade. In vista della sfida di mercoledì mattina (ore 10.20), l’Italbasket dovrà stare molto attenta dalla lunga distanza (15/32 47%) la percentuale di oggi della Germania, anche per l’Australia ha un certo feeling con il tiro da 3 punti.

L’altro aspetto su coach Sacchetti si dovrà soffermare è il maggiore coinvolgimento di Achille Polonara. Il nativo di Ancona non ha disputato una gran partita (0/6 dal campo), ma ha tutte le carte in regola per riscattarsi tra 72 ore…

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Altro colpo Kazan: preso Tonye Jekiri

L’Unics Kazan ha appena annunciato un altro acquisto per la prossima stagione: si tratta di Tonye Jekiri, 27enne centro nigeriano che nell’ultima stagione ha giocato con il Baskonia, facendo 6 punti di media nelle 30 partite giocate in Euroleague. Per il ragazzo nigeriano esperienza anche in Francia con l’Asvel. Jekiri […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: