Teodosic: al momento non ho pensato al mio futuro

Balbo
0 0
Read Time:3 Minute, 20 Second

In casa Virtus, dopo l’addio a Djordjevic e l’ufficializzazione di Scariolo, tengono banco alcune situazioni spinose. Al momento soltanto quattro giocatori sono sicuri di far parte della Segafredo versione 2021/22: Alessandro Pajola, Marco Belinelli, Amar Alibegovic e Amedeo Tessitori.

Su Awudu Abass, dopo una stagione altalenante terminata con un playoff da protagonista, si sono riaccese le attenzioni di Brescia – qualche voce circolava già quest’inverno. La Virtus é intenzionata a ridiscutere il contratto dell’ala lombarda, spalmando e prolungando il contratto. Sicuramente i bianconeri non vogliono privarsi di un italiano che potrebbe avere un ruolo importante, sia da ala che da guardia, nello scacchiere di Sergio Scariolo.

In questi ultimi giorni, Pippo Ricci é al centro di molte discussioni. Il capitano bianconero ha chiesto un ampio adeguamento del contratto, la Virtus é intenzionata ad offrire un aumento ma non alle cifre – ritenute eccessive – richieste dall’ex Cremona. Alla finestra, mica tanto alla finestra, c’é l’Olimpia Milano che sembra aver già offerto al capitano bianconero la cifra da lui desiderata. La Virtus attende una mossa del giocatore, mentre il giocatore attende una mossa dalla società bianconera. La situazione sembra essere in una fase di stallo, e ogni giorno che passa pare avvicinare il giocatore alla corte di Ettore Messina. Già quest’estate un’offerta della società meneghina era stata rispedita al mittente dal giocatore abruzzese.

In questo vortice gira anche il nome di Raphael Gaspardo, in una situazione che comprende un’altra squadra interessata a Pippo Ricci: Venezia. I lagunari, infatti, hanno intravisto nell’ala di Brindisi il piano B per quanto riguarda l’ala forte titolare. Piano B che sembra interessare anche alla Virtus, in un vortice che comprende anche i pugliesi intenzionati a confermare il nativo di Bressanone reduce da una stagione ad alti livelli.

Dopo le parole di Scariolo: “voglio confermare almeno tre stranieri“, salgono le percentuali di rinnovo per Kyle Weems e Vince Hunter, idoli del pubblico virtussino. Se, soprattutto dopo l’eliminazione in EuroCup, le quotazioni dei due sembravano in ribasso (per una stagione deludente per Weems e per le ambizioni di EuroLega per Hunter), adesso le probabilità di rinnovo sembrano essere molto alte.

Tutte queste delicate situazioni sembrano dipendere dal futuro del mago di Valjevo. In una intervista rilasciata al sito serbo mozzartsport, Milos Teodosic ha parlato del suo braccio destro Markovic, della sua delusione per l’addio a Djordjevic, e del suo futuro, restando piuttosto vago. Ecco un estratto della lunga intervista:

Futuro

Con Scariolo ho parlato. Abbiamo parlato della squadra, del club ed in generale. Vuole conoscere meglio l’ambiente in cui si trova ed è normale aver parlato con lui. Io ho la possibilità di uscire dal contratto (sino al 10 luglio, ndr) ma sinceramente al momento non ci ho pensato. C’è una persona che si occupa della situazione e d’accordo con lui vedremo cosa fare. È bello per me stare a Bologna.

Markovic

Siamo riusciti finalmente a giocare insieme. Gli voglio bene e dopo questi due anni siamo diventati ancora più amici. Volevamo vincere qualcosa insieme ed alla fine lo abbiamo fatto in maniera dominante. Non sappiamo cosa accadrà in futuro ma ci piacerebbe giocare assieme ancora. Vediamo se sarà possibile.

Il basket sta diventando soltanto un lavoro

Avevo già un ottimo rapporto con Sasha. A partire dalla nazionale. Sasha è stato il motivo della mia firma a Bologna. Mi dispiace che sia finita così dopo un grande successo. Speravo non accadesse e pensavo che non sarebbe successo. È vero che il basket, come altri sport, sta diventando sempre più solo un lavoro, dove non ci sono troppe emozioni. E poi chiedono ai giocatori di provare emozioni.

Per Josh Adams e Julian Gamble l’avventura bolognese sembra essere definitivamente giunta al termine. Il futuro di Milos Teodosic si deciderà entro il 10 luglio, data limite della clausola d’uscita che il fuoriclasse serbo potrebbe esercitare in caso di chiamate dall’Eurolega, pagando un buyout decisamente importante, stimato in 400mila euro. La Virtus continua ad esser fiduciosa sulla continuazione del matrimonio con il numero 44.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
100 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

L’Olympiacos firma Fall

Altro rinforzo in casa Olympiacos che, dopo aver messo a segno il colpo Thomas Walkup, firma anche il francese Moustapha Fall. Il centro, classe 1992, ha firmato un biennale con la squadra greca, legandosi ai colori biancorossi fino al 2023. La carriera di Moustapha Fall Nato a Parigi, Fall ha […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: