Mercato Zalgiris, è rivoluzione

0 0
Read Time:2 Minute, 37 Second

Mercato dello Zalgiris che rappresenta una delle situazioni più complicate ed in evoluzione dell’intera Eurolega.

Il tweet di Donatas Urbonas, firma lituana perfettamente informato sulle questioni locali e non solo, riassume la situazione dei recenti campioni nazionali in maniera assai eloquente.

Andiamo con ordine…

MARIUS GRIGONIS? Se ne parla da tempo ed abbiamo avuto diverse conferme a riguardo. Si farà, molto probabilmente.

ROKAS JOKUBAITIS? Barcellona su tutti, ma il giocatore sta riflettendo sul proprio futuro. Sotto contratto fino al 2022, rappresenterà una perdita tecnica notevole ma anche un’entrata finanziaria non indifferente di questi tempi, anche in virtù del fatto che, dichiaratosi per il draft, vorrà certamente giocarsi la carta NBA appena sarà disponibile. Oggi è dato alla #54 da Draft Room.

THOMAS WALKUP, l’uomo del giorno, della settimana, del mese… Efes da ultimo, prima Maccabi ed Olympiacos, con l’Olimpia sempre alla finestra (addirittura per alcune fonti sarebbe già fatta): di certo l’americano lascerà Kaunas alla ricerca di una chance a più alto livello, nonché di un contratto che gli agenti vorrebbero quasi al livello dei grandi della lega. E questo multiplo interessamento non fa che alzare il valore dell’atleta sul mercato. Ci sarà un “buyout” perché anche nel suo caso il contratto scade nel 2022.

NIGEL HAYES è “free agent”. Opzione NBA in testa, ma piace parecchio in giro per l’Europa. Solita storia di quest’estate per chi insegue il sogno oltre oceano: viste le date del mercato americano, chi sarà disposto ad attendere sino ad agosto inoltrato per determinati profili? Ed è così anche per il giocatore: vale la pena di provare fino a tale data le carte NBA col rischio di rimanere col classico cerino in mano?

AUGUSTINE RUBIT, PATRICIO GARINO e STEVE VASTURIA sono altre possibili partenze secondo il giornalista lituano. Al momento non abbiamo alcuna voce da riportare a riguardo. I primi due hanno contratto in scadenza, seppur con opzione sul 2022, mentre il terzo ha accordo sino al 2022, anch’egli con opzione per un ulteriore anno.

Rinnovati Lekavicius (2022+1) e Lauvergne (2023), del corpo centrale del roster di quest’anno restano sotto contratto solo Arturas Milaknis (2022) e Marek Blazevic (2023), cui si aggiungono Tomas Dimsa (2022+1 di rientro dal prestito a Gran Canaria) ed i giovani Mantas Rubstavicius e Tom Digbeu.

Il mercato in entrata registra il forte interesse, vicino alla chiusura, per Niels Giffey, ex Alba, nonché Tyler Cavanaugh (da Tenerife). E’ considerata con interesse la posizione di Daulton Hommes (ex Cremona), come ha riferito di recente l’autorevole Orazio Cauchi.

Va sottolineato con attenzione come il club lituano rappresenti un esempio gestionale a livello di sostenibilità, quella vera. Non si fanno passi più lunghi della gamba, non si partecipa ad aste sanguinose e si fa correttamente cassa di fronte a determinate partenze. E si riesce, quasi sempre, a rimanere competitivi ad ottimo livello.

About Post Author

alberto marzagalia

Due certezze nella vita. La pallacanestro e gli allenatori di pallacanestro. Quelli di Eurolega su tutti.
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

One thought on “Mercato Zalgiris, è rivoluzione

Next Post

Troppa Virtus per l’Olimpia. I bianconeri strapazzano i milanesi e si portano sul 3-0

La Virtus Bologna tiene l’Armani Exchange Milano per la terza volta sotto gli ottanta punti e vince, meritatamente, con un ampio scarto anche gara 3. Gli uomini di coach Djordjevic adesso sono ad una sola vittoria da uno scudetto che manca da ben venti anni dal petto delle gloriose V […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: