UNICS-CSKA (G2): l’Armata Rossa asfalta Kazan

frcata7 2
0 0
Read Time:2 Minute, 24 Second

Gara 2 di UNICS-CSKA delle finali VTB inizia da dove era finita già gara 1 due giorni fa: dominio incontrastato della squadra di Mosca e vittoria roboante col punteggio finale di 76 a 57.

Il divario tecnico e soprattutto tattico tra le due compagini è sembrato davvero troppo ampio per poter sperare di vedere una serie finale equilibrata. Il CSKA ora ha vinto entrambe le gare fuori casa e già fra tre giorni avrà in casa il primo match point per il titolo di campione di Russia 2020/21. Va detto che, salvo sorprese, pare improbabile ad oggi una rimonta da parte della squadra di Kazan: i ragazzi di Itoudis sembrano aver saldamente le mani sulla serie.

UNICS-CSKA: Shengelia giganteggia sotto canestro

L’ex Baskonia questa sera in campo ha fatto quello che voleva. Troppo debole la resistenza dei lunghi di Kazan per poter impensierire il talento offensivo del lungo di Itoudis che, quando si mette spalle a canestro, diventa a tratti immarcabile.

A fine partita chiude con 18 punti, 7 rimbalzi ed una stoppata da incorniciare. L’unico che prova veramente a limitarlo è l’ex Brindisi John Brown, ma anche lui, spesso, si perde troppo nelle risse da bar e si lascia andare a sbavature evidenti in campo. Sbavature che, a maggior ragione, non ti puoi permettere quando il tuo compito è quello di contenere Shengelia.

Anche l’altro lungo del CSKA, Johannes Voigtmann, confeziona un’ottima gara da 16 con 4 su 5 dall’arco!

UNICS imbrigliato e senza alcuna idea in attacco

Ne avevamo parlato anche quando abbiamo commentato la serie che l’UNICS ha giocato contro la Virtus Bologna. L’attacco dei verdi non brillava certo per molteplicità di soluzioni e fluidità: tantissimi 1c1 dal palleggio e poco altro. Ecco, questa soluzione può essere valida e fruttuosa contro alcune squadre, ma quando davanti hai una difesa ben messa in campo ed aggressiva come quella del CSKA, allora è meglio lasciare perdere.

I risultati sono presto detti: percentuali imbarazzanti, nessun attacco degno di nota, mattoni vari e 20 palle perse. E va sottolineato come il CSKA non abbia nemmeno dovuto fare tutta questa fatica per inceppare l’attacco avversario. Anzi, è bastato molto poco.

Nel primo tempo fioccano triple rosse

Se il Kazan non è riuscito a combinare quasi nulla in attacco, non è andato certo meglio in difesa. Nel primo tempo soprattutto (anche perché nel secondo la gara era già ampiamente indirizzata) gli uomini di Itoudis con penetrazioni e scarichi veloci, a cui seguiva un giropalla fluido, sono sempre riusciti a crearsi tiri aperti dall’arco.

Ed i vari Hackett, Voitgmann, Lundberg, Ukohv e Kurbanov non hanno fatto altro che ringraziare. Quella che sembrava l’arma prediletta dell’UNICS, è diventata la loro condanna.

Per cui, serie sul 2 a 0, in totale controllo della squadra di Itoudis che conta già di chiudere la serie e vincere il titolo nella giornata di giovedì!

(Credits photos: VTB)

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

2 thoughts on “UNICS-CSKA (G2): l’Armata Rossa asfalta Kazan

Next Post

Barcellona - Tenerife(G1), i blaugrana sono da impazzire

Barcellona – Tenerife è durata esattamente un tempo, prima che i blaugrana scatenassero tutta la loro forza vincendo il match 112-69. Una partita che lascia ben poco da dire, se non il fatto che il passo falso contro il Badalona non ha influito sulla squadra di Jasikevicius. I canarini, invece, […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: