Il Real Madrid si conferma la migliore d’Europa

0 0
Read Time:2 Minute, 11 Second

Con la vittoria di oggi ai danni del Barcellona per 81-78, il Real Madrid si aggiudica ancora una volta la Next Generation. Un successo che conferma l’ottimo lavoro fatto da tutta la dirigenza e gli addetti ai lavori blancos in questi anni. Il Real Madrid, infatti, è riuscito ad avere la meglio contro i blaugrana anche senza Nunez, fondamentale sia nella fase di qualificazione che in questa finale, e Vukcevic, entrato in pianta stabile nella prima squadra di Pablo Laso.

Real Madrid

La vittoria di oggi, inoltre, assume un significato ancora più importante, perché porta il Real Madrid in cima alla classifica, insieme al Cska Mosca, delle squadre ad aver vinto più Next Gen di tutte (3). Secondo successo di fila, dopo quello della stagione 2018/19 e con l’edizione 2019/20 non disputata.

Real Madrid – Barcellona

Non si sarebbe potuta chiedere finale migliore. Match perennemente in bilico, con i blancos a condurre per buona metà della partita e balugrana bravi a saper recuperare il distacco. Tante grandi giocate e livello di pallacanestro da far dimenticare che in campo ci siano ragazzi appena diciottenni nel migliore dei casi. Gli dei del basket, quindi, decidono che il tap-in di Caicedo a 1.4 secondi dall’ultima sirena non deve entrare, regalandoci altri cinque minuti di spettacolo puro. Alla fine, però, è il Real Madrid ad avere la meglio, conquistando il trofeo più atteso della stagione tra tutti gli U18 d’Europa.

Real Madrid

Parlando con i numeri, nel Real Madrid troviamo Ndiaye con 17 punti, 9 rimbalzi, 5 assist e 5 recuperate, insieme a Sediq Garuba, autore di 13 punti, 5 rimbalzi, 5 assist e 5 recuperate. L’unico giocatore blancos in doppia doppia è stato Kostadinov con un 18+12. Nel Barcellona, invece, Caicedo è il migliore, segnando 25 punti, oltre a 11 rimbalzi e 4 recuperate, mentre Nnaji, oltre a 9 punti e altrettanti rimbalzi, mette a referto anche 4 stoppate. Sugli scudi anche Bonilla, con 16 punti e 5 assist, e l’assistman Ordonez (8).

L’anno prossimo?

Il momento d’oro di Real Madrid e Barcellona finirà qui? Molto probabilmente no. Dei diciotto ragazzi scesi in campo oggi solamente sette sono nati nel 2003. Se entriamo nel dettaglio, poi, scopriamo che di questi sette solamente due fanno parte dei blancos, ossia Spagnolo e Kostadinov. Tutto questo significa che, molto probabilmente, sia i madrileni che i blaugrana continueranno ad essere protagonisti della Next Generation anche per il prossimo anno, confermandosi tra i migliori settori giovanili del vecchio continente.

Miglior quintetto e Mvp della tappa finale

Real Madrid

Quintetto: Houinsou (Asvel Villeurbanne), Djurisic (Mega Belgrado), Caicedo (Barcellona), Ndiaye (Real Madrid), Nnjai (Barcellona)

Mvp: Ndiaye (Real Madrid)

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Real-Valencia (G1): la ferocia dei blancos si abbatte sui taronja

Real-Valencia è l'elogio della fame dei ragazzi di Pablo Laso. Un dominio tecnico e tattico per l'1-0 su Valencia nelle semifinali di Liga Endesa.
Usman Garuba, Real-Valencia | Eurodevotion

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: