Stella Azzurra-Barcellona, i blaugrana passeggiano sugli stellini

Giorgio Mastrogiacomo
0 0
Read Time:2 Minute, 0 Second

Non è iniziata nel migliori dei modi questa fase finale della Next Generation per la squadra romana allenata da coach Germano D’Arcangeli, sconfitta nel primo match dai blaugrana. Stella Azzurra-Barcellona si è conclusa con un netto 51-75, chiudendo, se non ufficialmente molto probabilmente, le speranze di un eventuale finalissima per l’unica squadra italiana. Dopo un avvio di studio, infatti, gli spagnoli hanno saputo prendere il largo, dovendo solamente gestire la gara nell’ultimo quarto. Si tornerà in campo già domani, con la Stella Azzurra chiamata all’impegno contro il Mega Belgrado.

Bonilla-Nnaji-Caicedo

Sono stati questi tre giocatori a decidere Stella Azzurra-Barcellona. Il trio blaugrana ha realizzato ben 39 dei 75 punti messi a segno dagli spagnoli, con Bonilla autore di una doppia doppia (13+11) oltre a 5 assist. Non sono stati da meno Caicedo con 11 punti, 8 rimbalzi e 3 assist, e Nnaji, top scorer del match grazie alle 15 marcature, oltre agli 8 rimbalzi e i 4 assist. E se i primi due li avevamo già conosciuti tra lo scorso anno e la prima tappa della Next Generation di questa stagione, il terzo è un nuovo gioiellino destinato a far molto bene. Nnaji, infatti, è un anno più piccolo dei suoi compagni, essendo un classe 2004, ma che non sta affatto sentendo la differenza di età con i suoi avversari.

Stella Azzurra-Barcellona

Visintin-Giordano, i grandi assenti di Stella Azzurra-Barcellona

Erano in campo, ma la loro presenza è stata pressoché nulla. I due, probabilmente, migliori giocatori della Stella Azzurra sono stati i grandi assenti della partita di oggi. Pur giocando ventotto minuti, Giordano ha chiuso Stella Azzurra-Barcellona con un -12 di valutazione, frutto di un misero 1/15 dal campo e un 2/4 dalla lunetta. E’ andata leggermente meglio a Visintin, anche lui con valutazione in negativo di -1, che in quindici minuti ha tirato con un 2/9. Prestazioni che hanno influenzato negativamente tutta la partita dei romani.

La differenza nel pitturato

Oltre ai singoli giocatori, un’altra differenza di questa Stella Azzurra-Barcellona è stato il pitturato. Gli stellini hanno sofferto troppo la fisicità degli spagnoli, uscendo sconfitti il più delle volte. Ne sono una testimonianza i 62 rimbalzi blaugrana, contro i soli 42 della Stella, e il 20/39 da due, rispetto ad un misero 16/55. Numeri che hanno condannato i ragazzi di Germano D’Arcangeli.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

I risultati della prima giornata di Next Generation

E’ iniziata la tappa finale della Next Generation 2020/21 che, occasionalmente, si gioca a Valencia e non a Colonia, sede delle Final 4 di Eurolega. Le otto squadre partecipanti Stella Rossa Belgrado, Asvel Villeurbanne, Real Madrid e Zalgiris Kaunas, nel girone a, e Stella Azzurra, Barcellona, Valencia e Mega Belgrado, […]
Next Generation

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: