La lavagnetta delle F4: una rimessa del CSKA

Ciro Abete 1
0 0
Read Time:2 Minute, 18 Second

Il consueto appuntamento con la Lavagnetta di Eurodevotion parla di CSKA di Itoudis e analizzerà, in particolare una rimessa dal fondo che termina con una doppia uscita dinamica.

Per fare tutto ciò ci serviremo dell’aiuto del video del canale Youtube di David Zach.

Come funziona la rimessa del CSKA

La partenza di questa rimessa è quella classica del quadrato con il 3 e il 4 sui gomiti, rispettivamente di lato forte e lato debole, mentre sotto partono 5 (sul lato di 3) e 1 (sul lato di 4). A fare la rimessa è il numero 2 (Hillard) che è il target vero di questo set.

Alla consegna il numero 3, in questo caso Kurbanov, blocca verticale per Milutinov che può ricevere tranquillamente senza grande pressione, vista la non pericolosità al tiro da 3 del pivot dei Russi.

Appena il lungo riceve, 4 fa un altro zipper sul lato debole per il playmaker per farlo salire in punta.
Quando la palla arriva a questi, i due lunghi scendono sulle tacche, mentre gli altri due esterni sono nell’area dei 3 secondi, pronti a sfruttare i blocchi.
Ecco che si viene a creare una classica situazione di floppy, cioè di doppie uscite dove entrambi gli esterni partono giù, in modo che il 2 può decidere se andare sul lato del 5, o prendere uno stagger 3-4. Chiaramente l’ala uscirà dal lato opposto della guardia.

Quando si concretizza l’uscita di 2 diventa fondamentale la capacità dei piccoli del CSKA leggere la scelta della difesa e agire di conseguenza: se il difensore insegue come in questo caso, la miglior decisione è quella di ricciolare, mentre se la difesa taglia il blocco è preferibile giocare in allontanamento verso l’angolo.

Se dalle uscite non si prende vantaggio, di solito il CSKA gioca un pick and roll/pop con il lungo di lato opposto liberando il lato forte.

Come difendere su questa rimessa

Il focus difensivo su questa rimessa del CSKA si concentra sulle doppie uscite.

Prima che si concretizzino, sul blocco verticale di 4 per il play, l’idea di base è quella di tagliare il blocco per non concedere vantaggi rapidi: volendo, un quintetto con un 4 tattico e con una non grande differenza fisica tra i giocatori, potrebbe anche cambiare per rompere il set e costringere l’attacco a cavalcare il mismatch in modo statico.

Poi sul floppy, importante è negare lo stagger a Hillard e poi inseguire sul blocco di 5 per negare un tiro comodo dai 6.75 all’americano. Per inseguire c’è bisogno però che il difensore della guardia stia attaccato e il lungo sia pronto a dare una mano su un eventuale ricciolo, possibilmente non rimanendo tra due giocatori come Tarczewski nel caso fin qui esaminato.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

One thought on “La lavagnetta delle F4: una rimessa del CSKA

Next Post

Zach LeDay: Voglio disputare tante F4 e vincere trofei

Zach LeDay è stato ospite su La Repubblica all’interno della rubrica “Uomini e Canestri” a cura di Luca Chiabotti. L’ex giocatore dello Zalgiris Kaunas ha parlato del segreto vincente della sua Olimpia e del suo ex coach Jasikevicius. Zach LeDay su Jasi «Coach Saras è un allenatore che ha un […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: