CSKA-Zenit (G3): un Will Clyburn stellare domina gara 3

frcata7 1
0 0
Read Time:2 Minute, 46 Second

CSKA Mosca-Zenit in gara 3 delle semifinali VTB era il cosiddetto pivotal game per determinare chi avrebbe messo la testa avanti nella serie e si sarebbe portato ad una sola vittoria di distanza dal trionfo nella serie.

I moscoviti giocano una gara quasi perfetta e vincono la sfida 96 a 82 scavando un fossato decisivo dalla metà del terzo quarto in poi. Ora il CSKA tra due giorni avrà il match point in casa per vincere la serie e staccare il pass per la finale. Lo Zenit, invece, dovrà tentare in tutti i modi di forzare gara 5 e giocarsi tutto in casa.

Will Clyburn in formato MVP

Dopo il premio di MVP delle Final Four di Eurolega a Vitoria, sono trascorsi due anni difficili per Will Clyburn, a causa dei tanti problemi fisici occorsi. Durante questa stagione, però, il nativo di Detroit ha ritrovato passo dopo passo la propria forma e si può dire che quello visto oggi in campo è probabilmente una delle versioni migliori di Clyburn da quelle finali di Vitoria.

Oggi gara sul velluto per lui: tiro mortifero dall’arco, la sua solita esplosività a canestro, la difesa asfissiante e la presenza a rimbalzo. Il tabellino recita cifre abbacinanti: 24 punti con 9 su 12 dal campo e 4 su 5 dall’arco, 5 rimbalzi e 3 assists.

Con questo Clyburn le prospettive del CSKA possono davvero cambiare: sia in ottica VTB, ma soprattutto in ottica Final Four di Eurolega.

Che percentuali al tiro!

Due squadre con tanta qualità e con in panchina due grandi teorici del gioco non possono che cercare sempre il miglior tiro in ogni possesso. Le percentuali al tiro delle due squadre impressionano. E non per le cifre in sé, ma in virtù del fatto che in campo non c’erano due difese superficiali o mal registrate, ma due sistemi difensivi aggressivi ed efficaci (quello del CSKA è stato veramente rimarchevole).

57% dal campo per lo Zenit e 62% per il CSKA; 50% dall’arco per gli ospiti e 52% per i padroni di casa! Cifre che giustificano anche il punteggio alto per una gara da dieci minuti a quarto.

Quello che ha impressionato è stata appunto la creazione dei tiri: tanti giochi alto-basso, tanti extra pass e l’uso completo dei 24 secondi per portare a termine al meglio i giochi. Insomma, una serie per cultori del gioco.

Il solito Daniel Hackett tuttofare

Lo ha detto anche lui in un’intervista qualche giorno fa: questa è probabilmente la sua stagione migliore in carriera. Come già abbiamo avuto modo di dire in precedenza, dopo la piccola rivoluzione avvenuta in casa CSKA dopo il caso Mike James, l’azzurro si è ripreso il posto in quintetto ed è tornato ad essere uno dei fulcri della squadra.

Anche oggi ha dimostrato quanto sia importante per coach Itoudis: quello che impressiona, oltre alla risaputa efficacia difensiva, sono i suoi netti miglioramenti in fase offensiva. Anche oggi ha messo a referto 16 punti con 10 su 10 ai liberi e 4 assists. Anche i tanti falli subiti (5) testimoniano come il CSKA passi sempre dalle sue mani.

L’impressione è che questo CSKA stia diventando sempre più oliato e convincente in vista delle Final Four di Eurolega. Anche se ora l’obiettivo primario è quello di chiudere già lunedì in casa la serie con lo Zenit.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

One thought on “CSKA-Zenit (G3): un Will Clyburn stellare domina gara 3

Next Post

Tenerife - Barcellona(G38), i blaugrana chiudono in bellezza

Il resoconto di Tenerife - Barcellona
Tenerife - Barcellona

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: