Brindisi-Trieste (G1): energia e lotta a rimbalzo premiano i pugliesi

Brindisi-Trieste è un dominio di energia e gioco dei pugliesi . Questa sera, è attesa la reazione dei triestini di coach Dalmasson?

0 0
Read Time:2 Minute, 18 Second

Milano, Virtus e Venezia (seppur con qualche battito cardiaco in più) chiamano, Brindisi risponde. Nel primo atto della serie Brindisi-Trieste c’è solo una squadra che si prende la scena al Pala Pentassuglia: la squadra di coach Frank Vitucci.

Nel primo atto della serie tra pugliesi e triestini, i padroni di casa hanno vita piuttosto facile nei confronti dei ragazzi guidati da coach Dalmasson , che a differenza dell’incrocio alle Final Eight di coppa Italia di Assago dello scorso febbraio, non riescono a reggere l’onda d’urto dei pugliesi che si portano sull’1-0 nella serie.

Eurodevotion, come fatto per quanto concerne le prime partite dei ragazzi di coach Messina e di coach Djordjevic, raccontiamo la sfida Brindisi-Trieste con l’analisi in 3 punti.

Brindisi-Trieste: è l’energia la chiave per tutta la sfida

Brindisi si deve scrollare un po’ la tensione nel primo parziale, unico dove Trieste tiene botta ai padroni di casa, poi si sprigiona il basket energico dei pugliesi. 44 rimbalzi, continue transizioni e distacco medio di 15 punti da fine secondo quarto sino a 5 dal termine condizionano il gioco dei triestini, mai seriamente a contatto come i primi 10 minuti, quando le distanze con i ragazzi di coach Vitucci erano ridotte ad un solo possesso di distanza. Energia, continua e a tratti inesauribile: è questa la chiave del gioco di Brindisi anche in questa serie.

Brindisi-Trieste: è l’ennesimo marchio di fabbrica targato Harrison

Perkins metronomo offensivo causa punto d’analisi sovracitato ( doppia-doppia da 10 punti e 10 rimbalzi). Thompson sublime regista nei momenti di spallate decisive nel primo tempo. Capitan Zanelli con canestri importanti. Efficienza offensiva e difensiva dal perimetro per contrastare i tentativi di rimonta di Trieste. Poi, oltre tutto ciò, c’è D’Angelo Harrison. Il talento proveniente dalla fredda Alaska, con un passato nella St. John’s University è il leader maximo dei padroni di casa e mette a ferro e fuoco la difesa triestina specie nel secondo tempo. Bottino personale da 16 punti e 4 assist che lo eleggono padrone del campo in questa gara-1.

D’Angelo Harrison supera Alviti: il numero 7 brindisino è l’MVP di gara-1 di Brindisi-Trieste

Brindisi-Trieste: cosa ci aspettiamo in gara-2?

Al termine della prima sfida coach Vitucci e Dalmasson sintetizzano i 40 minuti del Pentassuglia. Se per Vitucci la tensione dei primi dieci minuti è stata scrollata con una grande difesa nei quarti centrali, per Dalmasson ora serve ancora più lucidità oltre che la generosità vista nel primo parziale di gioco. Questa sera, incredibilmente e sempre al Pentassuglia di Brindisi, ci si aspetta una piccola reazione da parte degli ospiti? Non ci resta che aspettare. Ore 20,45 su Eurosport Player conosceremo la soluzione definitiva per il secondo atto dei Playoff di LBA.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Virtus, Djordjevic commenta la vittoria in gara 1 contro Treviso

Al termina della vittoria della Virtus Bologna sulla De’Longhi Treviso 91-72, il coach dei bianconeri ha lodato i suoi leader (Teodosic e Belinelli) pensando già al secondo round che si giocherà, sempre alla Segafredo Arena, questa sera alle 20:45. “Il primo tempo di queste due gare è andato nella direzione […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: