Tra Zenit e Barcellona è tempo di “Game 4”: Hollins e Pascual ci credono

Enrico Longo

È l’ultima possibilità per lo Zenit di mantenere aperta la serie, Hollins e Pascual ritornano sugli errori della precedente gara e presentano il 4° atto

0 0
Read Time:1 Minute, 37 Second

Zenit e Barcellona ritornano in campo per Gara 4 (ore 19, diretta Eurosport 2), presentano l’appuntamento coach Xavi Pascual e Austin Hollins.

Nell’ultimo match i catalani sono riusciti a vincere la seconda partita consecutiva e a portarsi avanti nella serie (2-1).

Le parole di Pascual:

Prima di tutto, dobbiamo ridurre al minimo i nostri errori. Sappiamo che il nostro avversario ha grande qualità. Sono più alti e più forti fisicamente di noi, ma dobbiamo migliorare nei rimbalzi difensivi come abbiamo fatto a Barcellona. Siamo stati molto meglio di ieri. Dobbiamo ridurre al minimo i palloni persi. Certo, il Barcellona è la miglior difesa della competizione, ma dobbiamo essere migliori. Principalmente dobbiamo ridurre al minimo gli errori in generale: rimbalzi e palle perse. Inoltre, dobbiamo essere più efficaci sotto canestro. Questi sono i tre argomenti che secondo me sono più importanti per il nuovo gioco. Senza Ponitka e Gudaitis, abbiamo meno giocatori. Abbiamo rotazioni meno ampie, ma dobbiamo trovare la strada. Il Barcellona ha 15 giocatori. Ieri Claver e Westermann erano fuori dal roster. Hanno più giocatori, più qualità e grande rotazioni. Troveremo un modo. Questa è una partita a eliminazione diretta, metteremo tutto in campo

Le parole di Hollins:

È stato fantastico vedere i tifosi. Sono stati fantastici. Ci piace avere tifosi sugli spalti e sappiamo che molte squadre non possono avere tifosi sugli spalti. È bello avere sostenitori. Sfortunatamente, non siamo riusciti a ottenere una vittoria per loro l’altra sera, ma continueremo a combattere e siamo qui ora, correggeremo alcuni errori e torneremo pronti. Non credo che i nostri palloni persi siano collegati a nervi o pressione. Penso che dobbiamo dare credito al Barcellona. Hanno apportato modifiche al loro piano di gioco. È solo questione di uscire e prendersi cura della palla, eseguire il nostro piano di gioco. Dobbiamo andare là fuori e sistemare queste cose. Nelle gare precedenti abbiamo fatto un lavoro molto migliore

Immagine in evidenza: sito ufficiale Eurolega

About Post Author

Enrico Longo

Laureato in Comunicazione, sogno di diventare giornalista sportivo. Vivo la vita 4 quarti da 10 minuti per volta. Amo la pallacanestro perché mi fa sentire vivo e l'Eurolega perchè aspettare il week-end per lo sport è impossibile.
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Andrea Trinchieri:"Una serie è come una partita a scacchi"

Andrea Trinchieri ha parlato prima di gara 4 contro l’Olimpia Milano di stasera: Una serie di playoff è fatta di continui aggiustamenti. Abbiamo cambiato alcune cose, loro cambieranno qualcosa. Abbiamo dovuto inseguirli dopo le prime due partite. È come giocare a scacchi. Loro hanno fatto le prime due mosse, noi […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: