Efes-Real (G1): Sanli superstar mata i blancos

I playoff partono con Efes-Real e lo statement game dei turchi, che archiviano gara 1, regolando i blancos in 3 quarti

1 0
Read Time:3 Minute, 18 Second
Efes-Real | Eurodevotion

I playoff 20/21 di Eurolega si aprono con EfesReal che al Sinan Erdem si giocano Gara 1. Nel primo tempo regna l’equilibrio e dopo un inizio in favore dei blancos, i turchi mettono il naso avanti, ma senza mai affondare. I protagonisti nei primi 20 sono Beaubois e Laprovittola, con le squadra che vanno negli spogliatoi sul 44-40 Efes.

Al rientro dall’intervallo sale di ritmo la difesa biancoblù, con il Real che fatica a trovare soluzioni facili in attacco. Laso riesce a sbrogliare la matassa sono con Thompkins e Llull, ma si ferma a quota 10 punti nel quarto. Ultimo periodo che vede salire in cattedra due chiavi del gioco di Ataman, ma che in stagione han sempre fatto fatica a trovare costanza: Adrien Moerman e Bryant Dunston. Sul +26 di vantaggio Efes a 5 minuti dalla fine, i giochi son già chiusi. La partita si chiude sul 90-63 per i padroni di casa.

L’analisi di Efes-Real nei 3 punti di Eurodevotion

I protagonisti inaspettati

Efes-Real è la dimostrazione di quanto il roster a disposizione di Ataman sia profondo e di qualità. Il primo quarto è un monologo offensivo di Rodrigue Beaubois, in linea teorica il quarto esterno a rotazione, dietro Micic, Larkin e Simon. Sempre la guardia francese mette il punto esclamativo nell’allungo finale, chiudendo a 19 punti e con il 60% dal campo.

Altro protagonista della gara, un po’ meno inaspettato, viste le premesse di fine stagione, è Sertac Sanli. Mvp della gara, ha ormai superato Pleiss nelle gerarchie di Ataman. 16 punti e 8 rimbalzi, ma aldilà dei numeri è la sua incidenza sulla gara che è impressionante. Lo scarto finale è importante, ma a cavallo tra secondo e terzo quarto, il centro turco è il protagonista dell’allungo e dello scoraggiamento avversario, dovuto da basse percentuali, ma anche dall’intensità difensiva altissima per i biancoblù. Bella anche la sfida nella sfida con Tavares, senza scambio di complimenti.

Nella strada per Colonia, gara 1 di Efes-Real ha dato prova ad Ataman di poter contare su 2 leader dormienti in stagione. Sia Moerman che Dunston si sono distinti, contro una squadra che, Randolph o meno, è sempre scomoda da affrontare sotto canestro.

Efes-Real: key stats

Battere a rimbalzo una squadra che ha tra i migliori centri, se non il migliore a giocare l’inizio dei playoff dopo le defezioni di Milutinov e Vesely, può dare l’idea di quanto l’Efes abbia dominato e domato il Real su tutti i lati del campo. 45 a 34 dice il dato, ma a raccontare la differenza tra Efes-Real lo è ancora di più quello sui rimbalzi offensivi. 14 a 9, con i biancoblù che i secondi tentativi concessi li hanno convertiti con alte percentuali.

Altro dato fondamentale quello degli assist, dove i turchi doppiano i blancos sul 20 a 10. Inquadrandoli meglio, la squadra di coach Laso ha fatto più fatica quando quella di Ataman ha alzato l’intensità difensiva, preferendo le soluzioni individuali al forzare passaggi dove i difensori erano già in anticipo.

Quintetto vs Panchina

Altri dati che parlano in Efes-Real sono quelli che riguardano la differenza tra starting five e panchina. Andando oltre il fatto che Tristan Vukcevic, schierato a sorpresa dal primo, non abbia prodotto nulla nei 12 minuti in campo, al Real è mancato l’apporto dei titolari. Furba la mossa di far partire Thompkins da dietro, ma non è stata per nulla premiata dal resto della squadra, che fermandoci al discorso punti ne ha visti 36 dalla panchina e soli 27 dai primi 5.

Ben altro il discorso per Ataman, che dall’altro lato è stato premiato dalla scelta di schierare subito Beaubois e Sanli dall’inizio. Il primo come detto determinante nel parziale di apertura e chiusura, il secondo fondamentale nei quarti centrali, dove l’Efes ha costruito la vittoria. Qui la differenza in termini di punti tocca quota 59 per i primi 5, ma arriva a 31 con quelli dalla panchina.

Shane Larkin - Anadolu Efes Istanbul - EB20

About Post Author

Riccardo Corsolini

Appassionato di Sport in generale, nato e cresciuto con la pallacanestro in testa e nelle mani. Scrivo della mia squadra e di Eurolega su Eurodevotion, tentando di prendere il ferro.
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

6 thoughts on “Efes-Real (G1): Sanli superstar mata i blancos

Next Post

Efes, le parole di Ataman e Sanli dopo il successo di gara 1.

Le parole del coach dell’Efes e dell’MVP di gara 1. L’Efes trionfa in Gara 1 matando il Real Madrid col risultato di 90-63. Queste le parole del coach dei turchi Ergin Ataman e dell’MVP del match Sertac Sanli. Ergin Ataman: “Avevo detto in sede di presentazione che avremmo dovuto difendere […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: