Road to playoffs: come ci arriva l’Olimpia Milano

Matteo Carniglia 3

Milano affronterà i tedeschi del Bayern Monaco già battuti due volte in stagione regolare

0 0
Read Time:3 Minute, 18 Second

L’Olimpia Milano, dopo sette anni di attesa, torna ai play-off di Turkish Airlines Euroleague.

L’ultima apparizione dei biancorossi coincise con una cocente eliminazione per 3-1 contro il Maccabi Tel Aviv, la squadra che è rimasta l’unica a non essersi mai qualificata alla seconda fase della competizione dal cambio di formula tra quelle con licenza pluriennale.

Gli israeliani avevano raggiunto la qualificazione matematica nella scorsa stagione ma a causa della sospensione non hanno potuto prendere parte alla post-season.

RECORD

L’Armani Exchange ha chiuso la regular season con un record di 21 vittorie e 13 sconfitte mantenendo un bilancio positivo per tutta la stagione ed essendo tra le magnifiche otto della classe per ben 30 giornate su 34. Il miglior piazzamento è stato il secondo posto alla venticinquesima giornata, il peggiore il dodicesimo alla nona. I ragazzi di coach Ettore Messina avranno il vantaggio del fattore campo nella serie contro il Bayern ma è interessante notare come i meneghini abbiano un record fondamentalmente simile tra partite interne ed esterne. I tedeschi, al contrario, sono la squadra ad aver il miglior bilancio in casa ed una eventuale sconfitta al Forum nelle prime due gare potrebbe essere pericolosa nel corso della serie anche se Milano, proprio all’esordio nella competizione, sbancò all’overtime l’Audi Dome.

GENNAIO

Il mese di gennaio è stato quello decisivo nella campagna europea dell’AX. Un bilancio immacolato, con sei vittorie, è stato il trampolino di lancio ideale per il raggiungimento dell’obiettivo play-off. Vittime del mese perfetto sono state Real Madrid, Valencia, Alba, Bayern, Olympiacos e Zenit San Pietroburgo. Significativo come l’inizio di questo percorso netto sia stato il blitz di Madrid, una trasferta in cui le condizioni climatiche difficili ha rallentato il rientro in patria dei milanesi permettendo, come dichiarato da Sergio Rodriguez in una intervista, di poter cementare il gruppo anche grazie ad una cena ormai diventata famosa.

STATISTICHE ED INFORTUNI

L’Olimpia Milano, come dimostrato dalle statistiche, è stata una delle migliori squadre nel tiro pesante (41,5%) ed in assoluto ha primeggiato nella voce delle palle perse risultando la squadra meno fallosa. Un punto debole nella stagione è stato sicuramente il controllo dei tabelloni in cui l’Armani Exchange ha dovuto molto spesso soccombere concedendo di riflesso tante seconde chance agli avversari come ben rappresentato in questa tabella realizzata da Luca Nardo.

Olimpia Milano
Credits: Luca Nardo

Il roster ha dovuto rinunciare nelle ultime gare ad Hines, Datome e Roll e se per i primi due il recupero per le sfide con il Bayern è certo è difficile ipotizzare il ritorno dell’ex Maccabi Tel Aviv.

GIOCATORI CHIAVE

La gara interna contro il Bayern Monaco del mese di gennaio è stata una delle migliori del gruppo di Messina di questa Euroleague. I giocatori chiave in quella gara furono Hines (ma è giusto segnalare anche una buona prestazione di Tarczweski) e Delaney capaci di annullare l’asse play-pivot dei tedeschi composto da Baldwin e Reynolds. Il recupero perfetto di entrambi potrebbe indirizzare in maniera importante la serie. Un ruolo di rilievo potrebbe averlo Evans, arrivato nel corso della stagione, ed ormai prima alternativa del ex centro del Cska Mosca. L’ultima confortante prestazione contro l’Efes ha confermato l’atletismo dell’americano e la grande intesa con il “Chacho” Rodriguez.

TRINCHIERI

Sette lunghi anni di attesa per la post season ed un sogno Final Four con un ultimo ostacolo da superare, il Bayern di Trinchieri. Il coach, milanese di nascita e di formazione cestistica, ha dimostrato anche in questo ultimo anno di essere uno dei migliori a livello europeo. La sfida in panchina tra questi due allenatori italiani è un ulteriore motivo di interesse di questo quarto di finale. I tedeschi hanno mostrato per tutta la stagione una grande continuità e solidità difensiva. I due precedenti in regular season, il maggior talento e esperienza fanno pendere la bilancia del pronostico nei confronti di Milano ma a Monaco c’è ancora tanta voglia di stupire e di riscrivere la storia.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

3 thoughts on “Road to playoffs: come ci arriva l’Olimpia Milano

Next Post

Eurolega, la riunione dei sette club "carbonari"? Un colpo basso con pochissimo stile e nessuna autocritica

Eurolega in subbuglio dopo quanto accaduto negli scorsi giorni. Sette club che si riuniscono al di fuori delle sedi istituzionali non possono certo passare inosservati. La data dovrebbe essere quella di domenica scorsa, 11 aprile, il luogo è senza alcun condizionale Atene, i partecipanti sono Maccabi, Olympiacos, Panathinaikos, Cska, Zalgiris, […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: