Round 25: il CSKA chiude la Regular Season battendo il Pana in una bella partita.

Mikhail Laurenza

Grande match fra CSKA e Pana con i russi che vincono e si preparano ai quarti contro il Fenerbahce

0 0
Read Time:3 Minute, 25 Second

Il CSKA batte il Panathinaikos per 93-86 nel recupero della venticinquesima giornata di Eurolega dopo una partita più che gradevole dove hanno brillato i tiratori di entrambe le squadre. Lundberg dà continuità ai miglioramenti messi in mostra nelle ultime partite e chiude a 17 punti, mentre Clyburn è l’MVP del match con 18. Ai greci non bastano i tre ex Olimpia e un super ultimo quarto di Papapetrou

Il racconto del match

La partita si apre nel segno dell’equilibrio con gli esterni del Pana che creano qualche problema nel pitturato alla coppia Eric-Shengelia. Le cose per i russi cambiano con l’ingresso di Voigtmann, impiegato come unico lungo con Clyburn da stretch four: il tedesco fa girare la testa ad Auguste e si rende protagonista con 11 punti in 5 minuti che permettono al CSKA di piazzare un parziale di 11-2 e chiudere il primo quarto in vantaggio per 27-19. Nel secondo periodo il Pana prova a reagire con i due ex Olimpia Nedovic e White, che alzano il ritmo della partita e riportano sotto la squadra di Kattash (36-31). Itoudis nonostante la posta in gioco sia nulla non ci sta e chiama un timeout dal quale rientrano Shengelia, Eric e Lundberg. Il georgiano ha un impatto devastante nelle due metà campo, esce con grandi tempi sul palleggiatore e propizia due contropiedi conclusi da lui stesso; il coach greco dimostra di non voler mai smettere di allenare, esibendo una zone press 2-3 efficacissima. Ciò che colpisce è però la circolazione di palla dei padroni di casa, che distribuiscono ben 14 assist nei primi 20 minuti, un dato certamente inusuale nella loro stagione. Si arriva addirittura fino al +16 (49-33), ma ancora White e Nedovic in qualche modo raddrizzano le cose alla fine del primo tempo.

Un’altra bella prova per Iffe Lundberg (credits: Turkish Airlines Euroleague)

L’inizio del terzo periodo è griffato da Lundberg, autore di 9 punti nel parziale e letale nel giocare pick ‘n’ roll dal palleggio. Kattash allora opta per una zona fronte pari che frena per un attimo il CSKA; in attacco invece si svegliano Papapetrou, Papagiannis e Mack: il primo è bravo a punire dalla distanza, mentre Mack in penetrazione fa ruotare la difesa, con Papagiannis pronto a correggere l’eventuale errore. Itoudis quindi sceglie di inserie Shengelia e Voigtmann, con il georgiano a ricevere in post e bravo ad attirare i raddoppi necessari per scaricare la palla a uno dei 4 tiratori in campo. Da una situazione di questo tipo scaturisce la tripla di Clyburn che vale il 74-61 alla penultima sirena. Gli ultimi dieci minuti fanno pensare ad una passerella, ma il Panathinaikos non ci sta e con quattro bombe consecutive si riavvicina fino al -6 (79-73). Il CSKA prova a sistemare le cose con Strelnieks, ma ancora la 2-3 di Kattash confonde le idee all’attacco russo che si blocca d’improvviso. Come spesso succede in questi casi è il talento individuale a fare la differenza e quello di Will Clyburn è infinito: l’americano in isolamento mette prima una tripla importantissima per il nuovo +10. Se la squadra di Itoudis tira bene da fuori (11/23 in totale), quella di Kattash non è da meno (15/32) e Papapetrou e Mitoglou spaventano nuovamente gli avversari arrivando fino al -5 a un minuto e mezzo dalla fine. Il Pana sceglie allora di togliere la palla dalle mani di Clyburn raddoppiandolo appena entrato nell’azione: la mossa funziona perchè il numero 21 è costretto a scaricare su Kurbanov che commette fallo su White dopo un ottimo closeout dell’ex Milano. Nel possesso decisivo però Sant Roos sbaglia la tripla dall’angolo che consente a Kurbanov di volare in contropiede e consegnare a Strelnieks il pallone che chiude i conti.

Doveva essere poco più che una partita d’allenamento per entrambe le squadre ed invece si è rivelata una partita di alto livello Eurolega. Merito di entrambi i coach che hanno mostrato rispetto assoluto alla competizione: il modo migliore per il CSKA in vista di un quarto complicatissimo contro il Fener.

Photo credits: Turkish Airlines Euroleague

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Kazan vince a Bologna e conquista la finale.

Alla Segafredo Arena va in scena gara 3 delle semifinali di EuroCup. Virtus Bologna e Unics Kazan, prima di questa partita, si trovano 1-1 nella serie, dopo le vittorie casalinghe di entrambe le squadre. Una semifinale che vale un posto in Eurolega. L’ultimo atto della serie è biancoverde , l’Unics […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: