Virtus-Kazan: i duelli chiave

michelepasti
1 0
Read Time:5 Minute, 4 Second

Virtus-Kazan: la Segafredo Bologna e l’ Unics si affronteranno in semifinale, un duello atteso dall’ inizio di questa manifestazione, fra due formazioni che si studiano da tempo, in attesa di un vero e proprio scontro sul parquet. Da una parte l’ armata russa di coach di Dimitris Priftis, capo allenatore dei russi da ormai 3 anni e dall’ altra la gloriosa Virtus Bologna di coach Sasha Djordjevic. Sarà una serie bellissima, fra due squadre molto forti che puntano al ritorno nella massima competizione europea.

I Play e le  guardie

Entrambe le formazioni hanno playmaker e guardie di altissimo livello, da una parte Milos Teodosic, Stefan Markovic, Josh Adams e Marco Belinelli, dall’ altra Isaiah Canaan, Jamar Smith e Jordan Theodore. Insomma potrebbero bastare questi nomi per farci capire il livello di questa semifinale.

Milos Teodosic è una delle superstar, se non la super star assoluta della competizione che sta viaggiando a 14.3 punti a gara smezzando anche 6.8 assistenze ad uscita e questo fa di lui l’ indiziato numero 1 per la difesa russa.

Dall’ altra parte i bianconeri dovranno avere massima attenzione per Isaiah Canaan, play classe 1991, ex Houston Rockets, Philadelphia 76ers, Chicago Bulls, Phoenix Suns, Minnesota T-Wolvs e Milwaukee Bucks, approdato questa estate all’ Unics, che sta facendo una stagione pazzesca a 14.7 di media con 3.2 assist e rasente al 40% dall’ arco dei tre punti. Inoltre il play americano, ha già ricevuto diverse offerte da parte di club di Eurolega che sono interessati a metterlo sotto contratto.

Stefan Markovic non possiamo ancora sapere se sarà o meno della serie causa infortunio alla caviglia nel derby vinto dai bianconeri contro la Fortitudo ma sappiamo con certezza essere un giocatore che sposta molto gli equilibri sia in attacco che in difesa dei bianconeri.

Josh Adams, guardia tiratrice con un fisico e una atleticità fuori dal comune se la dovrà vedere con Jamar Smith, americano, guardia di grande esperienza, veterano, che nei momenti chiave della gara fa sempre la differenza. Jordan Theodore, anche lui giocatore di grande esperienza, visto nella stagione 2017/8 qui in Italia con l’Olimpia Milano.

Marco Belinelli infine, sta viaggiando a quasi 15 di media con un pesantissimo 53% dall’ arco e sarà un rebus per la difesa russa. Menzione di lusso infine anche per Alessandro Pajola e attenzione anche alla sua super difesa e alle palle rubate che possono diventare un fattore importante in questa semifinale.

Le ali

Anche come 3 e 4 entrambe le formazioni sono molto ben fornite con grandi giocatori di talento ed esperienza da ambedue le parti. Amar Alibegovic, giovane con tanto potenziale con un tonnellaggio importante che può tirare da 3 punti ma anche fare voce grossa sotto le plance.

Giampaolo Ricci, il capitano bianconero che con la sua grinta e con il suo tiro dall’ arco spesso ha fatto male alle avversarie in questa competizione. Kyle Weems, giocatore elegantissimo che è il vero e proprio ago della bilancia della formazione del coach serbo. Infine per i bolognesi c’è Awudu Abass, che non era partito nei migliore dei modi ma che piano piano sta iniziando ad uscire e potrebbe essere un fattore visto il suo grande atletismo e la sua grande dinamicità in campo, sia in attacco che in difesa.

Per i russi invece massima attenzione a Okaro White, visto in Virtus nella stagione 2014/5, che a livello di numeri, non sta impressionando come forse ci si sarebbe potuto aspettare ma che ha comunque un grandissimo impatto in campo e può aiutare la squadra in tantissimi modi diversi. John Holland, veterano con qualche apparizione anche in Nba, dotato di un’ ottima mano dall’ arco ma capace anche di giocare anche dentro all’ aerea. Infine per l’ Unics ci sono diversi giocatori russi che possono dare una mano sia dal perimetro che nel pitturato.

I centri 

Una delle chiavi di questa serie oltre  al tiro da 3 punti e ovviamente alla difesa potrebbe essere anche la sfida sotto canestro fra i lungi dell’ Unics e quelli della Virtus. I centri bianconeri sono probabilmente più fisici e più grossi mentre quelli russi più dinamici e veloci.

Vince Hunter è stato l’ MVP delle top 16, preferisce giocare internamente, sopratutto se imbeccato sui tagli dagli assist dei piccoli, però spesso e volentieri ci ha dimostrato di avere mano sia dal mid range così come dall’ arco dei 3 punti con un bel 50% da 3 punti, anche se su pochi tentativi (4/8 in stagione in Eurocup). Amedeo Tessitori non gioca tantissimo in questa 7DaysEurocup, anche se, proprio per via del suo tonnellaggio, potrebbe avere un ruolo chiave in questa serie.

Julian Gamble è il classico centro vecchio stile che ama giocare 1vs1 spalle a canestro e fare a sportellate sotto i tabelloni per accaparrarsi ogni rimbalzo sia in difesa che in attacco. Per i russi invece attenzione a John Brown, vecchia conoscenza del campionato italiano, visto prima a Roma poi a Treviso e nelle ultime due stagioni a Brindisi, giocatore non molto alto ma che con la sua velocità e dinamicità può letteralmente fare impazzire i lunghi avversari. Infine Jordan Morgan, giocatore simile a Brown, non molto alto ma con un tonnellaggio importante, attorno ai 113 kg, che può compensare i centimetri che gli mancano.

Duelli chiave: 

La chiave di questa serie sarà ovviamente la difesa, che mai come in queste partite sarà importante e fondamentale, così come i tiri da 3 punti visto che, entrambe le compagini, potenzialmente possono fare davvero malissimo sul perimetro. Sarà interessantissima la sfida fra “the magician” Milos Teodosic, uno dei playmaker europei migliori di sempre, con tantissima esperienza, contro Isaiah Canaan, che rappresenta per filo e per segno il prototipo del nuovo playmaker che per certi versi assomiglia più ad una guardia tiratrice che può entrare in ritmo e segnare più bombe consecutive e giocare tanti 1vs1. Attenzione, inoltre, alla sfida sotto canestro dove i lunghi bolognesi sono più grossi ed alti di quelli russi che però sono nel complesso più dinamici e veloci.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Monaco-Gran Canaria: i duelli chiave

Il confronto tra quelli che potrebbero essere i giocatori chiave nella serie Monaco-Gran Canaria in semifinale di Eurocup.
Gran Canaria | Eurodevotion

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: