Maccabi-Asvel (recupero del round 30): I francesi sbancano la Menora Arena

Andrea Lafornara
0 0
Read Time:2 Minute, 52 Second

Maccabi-Asvel è stata una bella partita, godibile, ad alta intensità. Risultato finale 67-74. Nessuna delle due squadre lottava per entrare nei playoff, e questo forse ha agevolato mentalmente i giocatori a giocare una pallacanestro con la testa sgombra. Ma si sa, dopo la palla 2, non ci sono più classifiche in mente, bensì un pallone, 2 canestri, e lo splendore di tanti 1c1 sia con palla che senza palla, in cui nessuno vuole perdere e che rendono questo Sport magnifico.

LA SENSAZIONE DEL TIFO

Diciamoci la verità, vedere delle partite senza pubblico rispetto ad una con, è meno bello, è meno coinvolgente, ci fa sentire in un certo senso più distanti dalla partita. E ieri sera abbiamo avuto a che fare con il miglior tifo molto probabilmente che c’è in Eurolega, e nonostante la capienza in Israele non sia ancora al 100%, i tifosi del Maccabi si sono fatti sentire, eccome, as usual direi. Ma non è bastato, soprattuto perché l’Asvel ha mostrato una grandissima voglia di vincere stasera, ed un pizzico di lucidità in più rispetto al Maccabi.

Maccabi-Asvel la voglia di rialzarsi

Maccabi-Asvel
Maccabi-Asvel: Dorsey ben chiuso in area

Dopo la brutta prestazione offerta nell’ultima partita giocata in Eurolega contro lo Zenit, i giocatori di Tj Parker erano fortemente desiderosi di archiviare la brutta parentesi russa, per cercare di aprirne una nuova in Israele, riuscendoci tra l’altro alla grande. Ma vediamo come ci sono riusciti e come hanno arginato il maggior talento offensivo degli israeliani.

DEFENSE, DEFENSE, DEFENSE!!

Maccabi-Asvel
Maccabi-Asvel: Wilbekin ingabbiato in penetrazione

Ci sono riusciti aggredendo il più possibile il portatore di palla, Wilbekin, e per non farlo accendere e per non mettere in ritmo i suoi compagni grazie ai suoi penetra e scarica. La difesa a tratti asfissiante dell’Asvel ha concesso solo 4 triple su 20 tentate alla squadra di coach Sfairopoulos (20%), nonostante in certi frangenti abbia trovato anche triple piedi per terra non contestate.

“OK HOUSTON ABBIAMO UN PROBLEMA QUI”

Chiediamo in prestito la celeberrima frase dell’Apollo 13 per inserirla nel contesto di questa partita, per quanto riguarda le difficoltà a fare canestro in area per il Maccabi. 16/42, il 38.1%, direi un dato abbastanza basso per poter battere qualsiasi squadra di livello Eurolega. E’ risultata davvero imponente la stazza dei lunghi francesi per gli israeliani, che hanno oscurato loro la vallata più volte, considerato il fatto che Zizic sia sostanzialmente l’unico con un corpo tale da battagliare li sotto, Bender sia un giocatore con un tonnellaggio minore e con più propensione a tirare da 3 punti, e che non era della partita Othello Hunter. Zizic comunque lotta ma non basta, chiuderà la partita con 8 rimbalzi e 15 punti.

Norris Cole!

Maccabi-Asvel
Maccabi-Asvel: Norris Cole esulta

Le doti offensive di questo ragazzo non sono mai state messe in discussione, il coraggio di prendersi responsabilità importanti neppure. Quello che magari qualche volta non ha dimostrato durante la sua carriera, è supponenza e poca voglia di sbucciarsi le ginocchia. Però anche grazie al coach Parker, quest’anno il buon Norris c’è con la testa, è presente, e sa cogliere quando è il momento di forzare qualche tiro prendendosi conclusioni estemporanee nel momento in cui il gioco di squadra per qualche motivo non è efficace, e quando invece è il momento di coinvolgere gli altri soprattutto quando sono in una situazione più vantaggiosa rispetto alla sua. Chiude il match con 4 assist e 17 punti.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Jasikevicius ed il timeout, altra puntata

Jasikevicius quest’anno è già stato protagonista di diversi timeout assai interessanti, sia dal punto di vista tecnico che da quello motivazionale. Ieri, in Liga, un altro esempio. Nel corso della vittoriosa gara contro Burgos, avversaria di ottimo livello come tantissime in Liga Endesa, il Coach del Barcellona Sarunas Jasikevicius è […]
Jasikevicius

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: