Monaco-Gran Canaria: le due favole di EuroCup si sfidano per un posto in finale

0 0
Read Time:4 Minute, 14 Second

Monaco-Gran Canaria è l’altro accoppiamento delle semifinali di 7Days EuroCup. Per il club monegasco si tratta di un traguardo storico, visto che è la prima volta che arriva fino alla semifinale. Nella stagione 2019-20 i francesi si fermarono alle Top 16, mentre lo scorso anno arrivarono fino ai quarti di finale, ma poi come ben sappiamo a causa del pandemia legata al Covid-19 la stagione è stata sospesa. Discorso invece differente per la compagine spagnola; infatti, per gli isolani si tratta della terza semifinale dopo quelle disputate nel 2014-15 e nel 2015-16. Queste due squadre non si mai affrontate finora e quindi Monaco-Gran Canaria è una sfida inedita.

Monaco-Gran Canaria |Eurodevotion

Monaco-Gran Canaria: come arrivano le due compagini a questa serie

La compagine biancorossa ha conquistato il pass per le semifinali battendo 2-1 nella serie dei quarti di finale il Buducnost. Dopo aver perso il primo atto in casa, gli uomini di coach Zvezdan Mitrovic sono riusciti a reagire, vincendo gara 2 a Podgorica e l’atto decisivo tra le mura amiche del Salle Gaston Medicen.

Gran Canaria è stata l’unica squadra che è riuscita a ribaltare il cosiddetto “fattore campo” eliminando proprio una squadra francese il Boulogne Metropolitans 92 con un secco 2-0.

Monaco arriva a questa sfida con un record i 13 successi e 6 sconfitte, mentre gli avversari con uno score di 13 vittorie e 5 k.o.

Monaco-Gran Canaria si prospetta essere una sfida davvero molto equilibrata, dove a fare la differenza saranno quei famosi dettagli che in partite come queste contano e non poco.

Monaco-Gran Canaria: la lotta sotto le plance

Per quanto riguarda la voce rimbalzi, queste due compagini sono tra le migliori della competizione. I francesi su 19 partite giocate ne hanno conquistati in totale 691 (36.3) a partita e sono al primo posto in quelli offensivi con 264 (13.8). A dominare sotto le plance c’è sicuramente Mathias Lessort. L’ex centro di Stella Rossa e Bayern Monaco viaggia a 6.2 rimbalzi. Oltre a lui ci sono da segnalare Marcos Knight (4.9) e Wilfried Yaguete (4.8). Indubbiamente la fisicità è una delle caratteristiche principali del squadra del principato.

Gran Canaria però può dire la sua sotto questo aspetto ed infatti è la seconda miglior squadra nella cattura dei rimbalzi con 670 (37.2) in 18 partite. I migliori sono l‘ex Avellino Matthew Costello (6.3) e John Shurna (5.4).

Monaco-Gran Canaria: i due coach a confronto

Dopo la prima avventura sulla panchina del Monaco durata tre stagioni (2015-2018), l’allenatore montenegrino è tornato ad essere il capo allenatore dei monegaschi nel marzo 2020, dopo l’esperienza fatta sempre in Francia con l’ASVEL. E’ nella stagione 2018-19 che fa il suo esordio in EuroCup proprio con la squadra di Villeurbanne ed arriva fino ai quarti di finale dove viene eliminato da Andorra. L’anno seguente (19-20) ha il privilegio di prendere parte alla Turkish Airlines EuroLeague e con sei giornate ancora da disputare (stagione cancellata per via del Covid-19) si trova il 15esimo posto in classifica con 10 w e 18 L. Ora ha la ghiotta possibilità di portare la sua squadra fino all’atto finale ed aver avuto la possibilità di affrontare una manifestazione europea per tre anni di fila è sicuramente un punto a proprio favore.

Il coach spagnolo non poteva raggiungere traguardo migliore, visto che per lui è la prima partecipazione in una competizione europea. Arrivare già fino alla semifinale è indubbiamente un ottimo risultato, ma visto che ha fatto trenta perchè non fare trentuno raggiungendo la finale. Arrivare a giocare l’atto decisivo sarebbe la famosa ciliegina sulla torta di una stagione davvero molto positiva in EuroCup.

Monaco-Gran Canaria: diversi ex Eurolega

All’interno del confronto Monaco-Gran Canaria ci sono ben 8 giocatori che in passato hanno disputato la Turkish Airlines EuroLeague. Nella compagine francese troviamo Dee Bost e Mathias Lessort. La guardia bulgara ha calcato il massimo palcoscenico europeo con tre canotte diverse: Zielona Gora (15-16), Zalgiris Kaunas (17-18) e Khimki Moscow (18-19). Invece, il pivot francese ha affrontato l’Eurolega con la Stella Rossa (17-18) e Bayern Monaco (19-20).

Tra le fila di Gran Canaria sono addirittura sei coloro che hanno avuto il privilegio di poter prendere parte alla più prestigiosa competizione europea. Partendo dal reparto esterni: Sean Kilpartick (ex Pana) nella stagione 18-19, Andrew Albicy (ex Zenit) in Russia lo scorso anno, AJ Slaughter (ex Greens) nel lontano 2014-15 e Tomas Dimsa visto con la maglia dello Zalgiris Kaunas nelle annate (13-14 e 14-15).

Tra i lunghi ci sono i giovanissimi Khalifa Diop (2002) ed Aleksander Balcerowski (2000) che proprio con Gran Canaria nel 2018-19 hanno assaporato la magia che solo l’Eurolega sa regalare.

In attesa di capire se Valencia conquisterà un pass per i playoff, la squadra che raggiungerà la finale potrebbe il prossimo anno partecipare alla Turkish Airlines EuroLeague, ma appunto tutto dipenderà dai Taronja.

Gara 1 è fissata per martedì 6 aprile 2021 alle ore 19.00

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

One thought on “Monaco-Gran Canaria: le due favole di EuroCup si sfidano per un posto in finale

Next Post

Maccabi-Asvel (recupero del round 30): I francesi sbancano la Menora Arena

Maccabi-Asvel è stata una bella partita, godibile, ad alta intensità. Risultato finale 67-74. Nessuna delle due squadre lottava per entrare nei playoff, e questo forse ha agevolato mentalmente i giocatori a giocare una pallacanestro con la testa sgombra. Ma si sa, dopo la palla 2, non ci sono più classifiche […]
Maccabi-Asvel

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: