Eurocup QF G1: Gran Canaria ribalta subito il fattore campo battendo Boulogne a domicilio.

Cesare Forgione
0 0
Read Time:3 Minute, 24 Second

Gran Canaria sbanca la Marcel Cerdan al termine di 40 minuti passati perlopiù al comando della gara tra alti e bassi. Spalle al muro ora per Boulogne, costretta a vincere in Spagna per tenere vivo il sogno qualificazione. Sugli scudi Kilpatrick , il giovane Balcerowski e Costello. Ai francesi non basta il solito Michineau.

Gran Canaria batte Boulogne e si porta avanti 1-0 nella serie, ribaltando subito il fattore campo. 74-84 il finale, con gara vissuta sempre al comando dagli uomini di coach Fisac.

Andiamo a rivivere i 40 minuti della Gara 1 tra Boulogne e Gran Canaria tramite i canonici 5 punti di Eurodevotion.

Defense & run

Gran parte dei possessi di questa partita son stati in fotocopia: buona difesa e correre in fase offensiva.

Questi son stati i tratti somatici della gara, con Gran Canaria che quest’anno spesso si è rifugiata in questo tipo di gioco particolarmente frizzantino.

Quelli che ne han tratto giovamento son stati Michineau da una parte e Stan Okoye dall’altro, a tal punto che nei primi minuti di gioco son stati i soli marcatori dell’intero incontro.

Un piccolo assaggio ne è questa transizione avviata da Javier Beiran e finalizzata dall’ex Avellino Matt Costello.

Da segnalare però tante perse e parecchi errori banali, con i ragazzi del presidente Boris Diaw che han collezionato ben 7 turnovers nei soli primi 10 minuti di gioco.

Chikoko contro tutti

E’ stata un pò la chiave della prima metà di gara offensiva dei ragazzi di coach Zdovc. Il pivot ex Reggiana è stato costantemente servito sotto canestro, riempiendo di falli qualunque dirimpettaio gli si ponesse di fronte.

Che siano Stevic o Shurna a marcarlo il ritornello è stato lo stesso, fallo o canestro.

Molto meglio invece quando a fronteggiarlo è stato Costello, col prodotto di Michigan State che lo ha tenuto discretamente bene.

Joventud al potere: Aleksander Balcerowski

Data di nascita : 19/11/2000.

10 punti, 3 rimbalzi, 11 Valutazione in 23 minuti di gioco.

Bene, queste statistiche sono solo lontanamente quanto dimostrato dal giovane polacco in campo. Quando lui è entrato, Gran Canaria ha avuto una se non due marcie in più in entrambe le metà campo. Impattare in questo modo in partite così importanti a quest’età ci lascia intuire che stiamo assistendo ad un futuro craque, europeo di sicuro, ma forse anche globale.

E la nazionale polacca è li a sfregarsene le mani facendolo crescere anche sotto la guida dell’eterno Damian Kulig. Mani di seta, fisicità imponente ed anche una discreta visione di gioco. Tenetelo d’occhio, un lungo così al giorno d’oggi è molto raro.

Grandi assenti

Erano i più attesi e, per certi versi, questa sera son stati parecchio in difficoltà.

Anthony Brown questa sera si è visto molto a sprazzi. I meriti senza dubbio vanno alla difesa di coach Fisac, ma anche lui è stato fin troppo remissivo. Una chiave di lettura potrebbe essere senza dubbio l’ottimo rendimento della sua spalla, David Michineau, che ha tolto qualche responsabilità dalle mani di Brown. Vedremo il n.21 come reagirà in gara 2.

David Michineau, guardia di Boulogne

Dall’altra parte, se Slaughter ha segnato poco ma nei momenti decisivi, è stato oggettivamente inguardabile John Shurna. 1 punto e 1 di valutazione in 14 minuti, costantemente battuto e abbatutto da Chikoko in post basso. E’ vero anche però che l’accoppiamento nei confronti del n.23 dei transalpini non lo favorisce, essendo proprio agli antipodi. Questa sfida nella sfida sarà da valutare venerdì in Spagna.

Gara 2

A questo punto Gara 2 di venerdì diventa di incredibile importanza per entrambe le squadre.

Gran Canaria vorrà chiudere la pratica tra le mura amiche evitando di allungare la serie tornando in Francia, situazione quasi impronosticabile nei primi mesi di stagione quando a tenere banco erano le pessime partenze in campionato e nelle Top 16 di EuroCup, potenziali esoneri e tagli in corsa.

Boulogne invece dovrà vincere a tutti i costi per tenere in vita gli sforzi fatti in questa sua fantastica Eurocup.

Appuntamento a venerdì ore 20:00 per gara 2 alla Gran Canaria Arena.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Virtus-Joventut Badalona: i bianconeri trionfano al termine di una gara durissima

Rieccoci dove ci eravamo lasciati; in attesa dei quarti di finale, dodici mesi dopo. Un anno passato tra sogni di gloria svaniti, applausi ai balconi, richieste di wild card, abbracci virtuali, botti di mercato, ribaltoni, progetti futuri, polemiche, speranze e sedici vittorie consecutive. Alla Segafredo Arena va in scena gara […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: