Eurolega, tante aggiunte di giovani ai roster ufficiali. Ecco il perchè

0 0
Read Time:3 Minute, 47 Second

Eurolega alle fasi finali della stagione regolare e controllando le liste ufficiali dei giocatori iscritti si verifica l’anomalia di tantissimi giovani aggiunti prima della “deadline”.

Ad oggi ci sono 11 squadre che hanno la possibilità di fare i Playoff. Più precisamente si deve parlare di 10 squadre in corsa per 7 posti, poiché il Barça è già qualificato.

Ebbene, analizzando i roster ufficiali di queste 11 squadre si vede chiaramente come siano state fatte moltissime aggiunte di giovanissimi, a parte ovviamente i movimenti di mercato dell’ultimo momento disponibile, come ad esempio i vari Pau Gasol o Jeremy Evans. La “deadline” è ora scaduta e le liste vanno considerate definitive.

Ma entriamo nel dettaglio squadra per squadra.

BAYERN – 24 giocatori

Dopo l’ultimo arrivo di David Kramer, guardia del 1997 di 199cm, con già Jason George (2001), Matej Rudan (2001) e Sasha Grant (2002) presenti sin dall’inizio, oggi si trovano 7 aggiunte di atleti nati tra il 2000 ed il 2004. Luis Wulff (G, 2204), Lennart Weber (F, 2002), Sebastian Hartmann (G, 2004), Michael Rataj (F, 2003), Lukas Zerner (F, 2000), Mohamed Sillah (C, 2002) e Maxell Dongmo Temoka (F, 2003).

VALENCIA – 23 giocatori

Grande attività a livello di aggiunte dal vivaio in casa “taronja”. 9 nuovi nomi, tutti nati tra il200 ed il 2003. Alejandro Ortega (G, 2001), Freds Bagatskis (F, 2003), Rafael Vila Bonany (F, 2001), Guillem Ferrando (G, 2002), Hilmar Henningsson (G, 2000), Ivan Cubero (F, 2002), Millan Jimenez (G, 2002), Tomas Pavelka (C, 2000) e Alejandro Bellver (G, 2002). Solo Guillem Ferrando, con una presenza nel Round 20: 1’53” contro la Zvezda e Millan Jimenez (1’08” in caso contro il Pana nel Round 9) erano già nella lista.

Fred Bagatskis, figlio di Coach Ainars e stellina del Valencia

BARCELLONA – 21 giocatori

Pau Gasol è l’eccezionale arrivo dell’ultima ora. Brancou Badio (G, 1999) ha esordito per 22″ contro il bayern nel Round 17, mentre oggi si trovano 5 nuovi giovanissimi nella lista ufficiale: Gael Bonilla (G, 2003), Pau Tendero (G/F, 2002), Michael Caicedo (F, 2003), James Nnaji (C, 2008) e Ibou Badji (C, 2002).

Il Barça vincitore di ANGT a Valencia

FENERBAHCE – 21 giocatori

Dopo Marko Guduric a dicembre e Kyle O’Quinndi recente, si trovano ora a roster 5 ragazzi. Mert Eksioglu (G, 2002), Efe Emirhan Oztekin (F, 2003), Ege Ulker (F, 2002) e Yigit Onan (G, 2002).

REAL – 21 giocatori

Alex Tyus è stata la mossa di mercato, mentre a roster erano giàpresenti da tempo Juan Nunez (G, 2004), Matteo Spagnolo (G, 2003) e Tristan Vukcevic (F, 2003) quest’ultimo visto in campo in lega diversi minuti nella gara contro Murcia domenica scorsa. I “nuovi”? Eli Ndiaye (F, 2004), Konstantin Kostadinov (F, 2003) e Urban Klazvar (G, 2004).

CSKA – 18 giocatori

Dal mercato sono arrivati Iffe Lundberg e Michael Eric. Il giovane che è stato aggiunto alla lista è Daniel Kochergin (F, 1999), ancora a secco di presenze, mentre Yuri Umrichin (G, 1999) ha giocato 4 secondi contro il bayern nel Round 10.

BASKONIA – 17 giocatori

Pavel Savkov (F, 2002), Lucas Sigismonti (F, 2003), Pape Sow (F, 2003) Joseba Qerejeta (G, 2003) e Ondrej Hanzlik (F, 2002) sono le addizioni, tutti sinora senza alcuna presenza in Eurolega.

OLIMPIA – 17 giocatori

dal mercato è arrivato Jeremy Evans, così come Jakub Wojciechowski. Il primo è nelle liste europee, il secondo no. Dal vivaio solo Francesco Gavraghi (G, 2003).

EFES – 16 giocatori

Dzanan Musa è l’aggiunta del mercato, mentre dal vivaio non si trovano nuove incorporazioni.

ZALGIRIS – 16 giocatori

Marek Blazevic, centro del 2001 di 209cm è parte del roster da inizio anno. Si aggiungono Paulius Murasuskas (F, 2004) e Mantas Rubstavicius (G, 2002).

ZENIT – 16 giocatori

Si registro il solo arrivo di Tarik Black senza che vi siano addizioni dal vivaio.

LE MOTIVAZIONI

In settimana la riunione del board di Eurolega ha stabilito le regole speciali per i Playoff e per le Final 4. Tra le tante cose decise vi sono i regolamenti che riguardano l’assegnazione delle gare, nonché della presenze alle Final 4, legate all’eventuale indisponibilità del numero minimo di 8 giocatori da parte delle squadre.

La mancanza di questa quota minima di atleti 8 disponibili dalle liste ufficiali può determinare in diversi casi la sconfitta nella gara e quindi essere fondamentale nell’assegnazione della serie Playoff o delle gare delle Final 4.

Per tale ragione diversi club hanno pensato di aggiungere parecchi nominativi, prendendoli dal proprio vivaio, al fine di proteggersi contro ogni possibile eventualità negativa, che in una stagione come questa e con il COVID sempre assai minaccioso, non è eventualità così remota.

About Post Author

alberto marzagalia

Due certezze nella vita. La pallacanestro e gli allenatori di pallacanestro. Quelli di Eurolega su tutti.
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Eurodevotion Weekly: Dominio Efes, il futuro di Punter e l'eterno Kill Bill

Eurodevotion Weekly, i nostri 10 flash su una settimana di Eurolega che ha proposto verdetti fondamentali per le prossime settimane della manifestazione. 47/1 per l’Olimpia a Mosca, 37/-7 ad Oaka per il Pana sul Maccabi: sono due parziali di valutazioni di squadra verificatisi durante le gare di giovedì. 120/53 è […]
Eurodevotion Weekly

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: