Round 29: L’Alba sbanca Lione con un grande ultimo quarto e un Fontecchio sugli scudi.

Ciro Abete
0 0
Read Time:2 Minute, 48 Second

L’Alba Berlino con un grande ultimo quarto sbanca Lione sconfiggendo l’Asvel 89-95, dopo una grande rimonta nel secondo tempo, completata da un parziale di 16-25 nel quarto finale.

Il primo tempo di marca francese

La partenza è tutta dei francesi che riescono a fare valere la propria fisicità in attacco riuscendo a mettere la palla dentro ai suoi lunghi (Yabusele sugli scudi) sia per concludere con gli 1c1 spalle che per scaricare fuori. Inoltre la difesa del pick and roll dei tedeschi è abbastanza carente e ben si presta all’obiettivo di TJ Parker e i suoi.

A testimonianza di ciò il parziale dei primi 20′ 52-43 per i padroni di casa

Gli aggiustamenti di Aito

Il secondo tempo cambia totalmente il volto della partita visto che Aito riesce a mettere in difficoltà l’attacco dei francesi: il lavoro con gli stunt sui pick and roll e gli show su Cole mandano in panne l’attacco biancoverde.
Anche nel lavoro contro i lunghi spalle al canestro i continui raddoppi negano i facili 1c1 contro gli interni dell’Alba meno dotati fisicamente, mentre le percentuali da fuori calano.

In attacco poi, Lammers, Thiemann e Sikma con i pop e il tiro dalla media portano fuori i lunghi dei Francesi, mentre Siva fa pentole e coperchi e batte in ogni modo gli esterni avversari.

Simone Fontecchio

Se dobbiamo scegliere un MVP, facciamo il nome di Simone Fontecchio, nonostante il miglior realizzatore e il giocatore con la maggior valutazione sia stato Siva.

Infatti è l’ala italiana a sparigliare le carte nell’ultimo minuto con quattro punti di fila (la tripla del 89-92 e un importante 1/2 ai liberi).

Al di là di questo Fontecchio si sta dimostrando un giocatore di rango oltre che utilissimo in un sistema, come quello dell’Alba,dove si privilegia il gioco a ritmi altissimi e il tiro da 3.

Senza dubbio si candida per un posto nei dodici che cercheranno di riportare la Nazionale alle Olimpiadi dopo 17 anni.

Pillole statistiche

I Francesi mandano 4 uomini in doppia cifra: Yabusele 20 punti, Howard con 15 punti con 6 assist e 6/9 dal campo (3/4 da tre), Bako 12+5 e Cole. La partita di quest’ultimo è stata tutt’altro che memorabile con 12 punti ma un pessimo 6/15 dal campo (0/5 da 3).
L’Alba è riuscita a non soccombere a rimbalzo (addirittura 30-26 a suo favore) ed è stata guidata da un super Siva con 21 punti (6/11),7 assist e 4 rimbalzi e 28 di valutazione. Oltre a Siva e Fontecchio altri 3 giocatori dei tedeschi in doppia cifra: il solito Eriksson 14 punti con 3/5 da tre, Thiemann 13+6 rim e Lammers 12 punti.

Prospettive future

Le due squadre sono ampiamente fuori dalla lotta per la post-season, ma sicuramente hanno vissuto due annate positive, coronate dalla licenza (pluriennale per l’Asvel e biennale per l’Alba). Entrambe le squadre giocano una pallacanestro identitaria: i francesi hanno una fisicità strabordante con Cole, Diot e Lighty (stasera assente) sul perimetro in grado di creare, mentre l’Alba gioca una pallacanestro a ritmi altissimi con tanti tiratori innescati dall’enorme estro di Peyton Siva.

Sicuramente due belle realtà che, sebbene non abbiano risorse comparabili ai top club, stanno portando avanti una chiara idea e che in futuro si toglieranno soddisfazioni.

IL TABELLINO DELLA PARTITA

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Sala stampa, le voci dei Coach dopo le gare del giovedì

Sala stampa dopo la prima serata del Round 29. Le voci dei Coach dopo un turno che apre il mese decisivo nella corsa ai Playoff ed alla miglior classifica. Dimitris Itoudis (Cska): «La sconfitta arriva dal primo quarto. 3/17 noi e 12/16 loro. Il punteggio seguente è stato 66-54, ma […]
Sala stampa

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: