Olympiacos – Stella Rossa , il round 28 va ai greci

cancioattak
0 0
Read Time:2 Minute, 4 Second

94/79 è il punteggio con cui gli uomini di Bartzokas si impongono sui serbi interrompendo una serie di otto sconfitte consecutive. Vediamo nei consueti cinque punti i tratti salienti della partita

IL MATCH DELLE DELUSE

Dopo un’inizio discreto , undici vinte nove perse , una serie di otto sconfitte sancisce l’abbandono dei sogni playoff per i greci . Lo stesso si può dire per i serbi , troppo incostanti, non abituati ai piani alti della classifica ma scomodi outsider ( vedasi vittorie con CSKA e OLIMPIA) che però non hanno mai trovato continuità confermata dalle sette sconfitte negli ultimi otto confronti

LA PARTITA, PRIMO TEMPO

Si parte con entrambe le difese ad uomo ( costante di tutto il match) ma decisamente insufficiente quella serba che viene regolarmente battuta nell’uno contro uno permettendo facili penetrazioni e comodi tiri dalla media. Non meglio l’attacco che , sostanzialmente fermo, vive di iniziative personali. Il primo quarto si chiude 30/19 con ben dieci assist dei greci e il controllo dei tabelloni , undici rimbalzi contro quattro. Il secondo periodo è il momento migliore della Stella Rossa: l’ingresso di Nnoko e Dobric danno energia e lievitano pure gli assist ( 12 contro i tre del primo periodo) a testimonianza di un ritrovato equilibrio in attacco . Il problema rimane la difesa dove i greci continuano a segnare con continuità col trio Sloukas, Vezenkov, Mckissic. Si chiude 53 a 48 con gli uomini di Radonic pienamente in partita

SECONDO TEMPO

Nonostante l’incoraggiante miglioramento, Mckissic sale in cattedra e diventa un rebus irrisolvibile per i serbi che concedono il 73% da due riuscendo comunque a chiudere il periodo sotto di soli otto punti . Il periodo finale è un 19/12 che sancisce la larga vittoria degli uomini di Bartzokas con solo il veterano Simonovic ( 19 punti 5/8 da tre ) tra gli avversari ultimo ad arrendersi

I PROTAGONISTI

MVP indiscusso è Shaquielle Mckissic , 20 punti con tre rimbalzi , tre assist e un ottimo 4/6 da tre . Bene Sloukas ma Notevole anche la prestazione di Vezenkov 17/5/3 e 3/6 nelle triple. Il venticinquenne bulgaro conferma di essere un giocatore versatile e con parecchie soluzioni nel suo repertorio, manca solo un po’ di continuità per confermarsi ad alto livello

KOSTA KOUFOS

Discorso a parte merita l’ex NBA. Fisico, esperienza, tecnica, Solo 11 minuti in campo , otto punti con tre canestri di classe superiore , a conferma che se ritrova la forma può essere ancora uno che sposta gli equilibri

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Weems tra presente e futuro: alla Virtus mi trovo benissimo, questo club è il punto più alto della mia carriera

Kyle Weems, ala della Virtus Bologna, ha rilasciato un’intervista alla Gazzetta dello Sport, ecco un estratto delle parole del trentunenne nativo di Topeka. La pandemia « La pandemia non mi ha permesso di prepararmi bene in estate. E poi tornando in una squadra con tanti nuovi giocatori, c’è voluto tempo per […]
Weems

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: