Eurodevotion Weekly: Efes impressionante, Real oltre i limiti della sfortuna

0 0
Read Time:2 Minute, 53 Second

Eurodevotion Weekly, il nostro appuntamento con 10 flash sulla settimana di Eurolega. Impossibile non restare impressionati dalla prova dell’Efes nel derby turco.

Il crollo Zenit è la classica serata che può capitare in Eurolega. Va presa e messa da parte, pensando alla prossima come ha giustamente sottolineato Pascual.

Tra Valencia competitiva ed ampiamente squadra da Playoff e la brutta copia vista a lungo tra il 29 dicembre ed il 29 gennaio (6 L in 7 gare) ci sono due fattori determinanti: Derrick Williams, quello vero, e la salute di Bojan Dubljevic.

Gli zero tiri liberi del Real Madrid, le nefandezze del Pireo e gli ultimi due minuti di lunedì a San Pietroburgo: anche questa settimana si è esagerato a livello arbitrale. Spiace per Gigi Lamonica, che doveva gestire meglio il finale tra Oly e Cska. Se sbagli palesemente una chiamata, o lo fanno i tuoi colleghi, devi saperti girare dall’altra parte e non incaponirti chiamando un tecnico che avrebbe potuto cambiare le sorti di una gara.

14 partite del Maccabi si sono chiuse entro i 5 punti di scarto: diventano 15 entro i 6. Il record è 5-10 ed addirittura 3-8 quando il divario è stato entro i 3 punti. La squadra non è nemmeno lontanamente parente di quella dello scorso anno, ma l’impatto psicologico di questi finali ha un peso specifico notevolissimo. E non è una giustificazione.

Ecco finalmente l’Efes vero! Impressionante prova di forza della squadra di Ataman (che stravince il duello con Kokoskov a livello tattico). La netta sensazione di aver visto una squadra che arriverà sino in fondo. Il ritmo offensivo ritrovato arriva dalle gambe finalmente reattive. Se poi c’è un Micic così…

Vasa Micic, straordinario nel derby

Delle 11 sconfitte stagionali del Fenerbahçe, 6 sono arrivate rispettivamente di 14, 42, 18, 20, 26 e 37 punti, prima della striscia di 10 vittorie. Poi ecco il meno 32 del derby. Mettiamola così, quando perde, la squadra di Kokoskov non si fa mancare nulla. Solo 4 volte sono arrivate L entro gli 8 punti: Cska (1), Bayern (4), Valencia (4) e Milano (8).

Il grande assente del derby del Bosforo è stato Marko Guduric, l’unico giocatore sino a ieri imbattuto in Eurolega: 4 punti con 1/6 al tiro e 4 perse che vuol dire -3 di valutazione. Ataman gli ha tolto l’ossigeno.

La settima di fila (da calendario) dell’Asvel è quella più prestigiosa. Gara di una solidità pazzesca ed imposizione totale di atletismo e fisicità alla squadra migliore della lega (che ne dice Ergin?). Oltre al 2-0 stagionale su Jasi serve sottolineare che nelle ultime 3 vittorie i nomi delle vittime di TJ Parker sono Olimpia, Bayern e Barcellona. Che tradotto vuol dire Messina, Trinchieri e Jasikevicius. Auguri a Schiller e Kokoskov per la prossima settimana.

Piove sul bagnato a Madrid. Artroscopia ed almeno un mese di assenza per Sergio Llull. Nell’anno dell’addio del Facu un’altra tegola tremenda. Dalla stagione 17/18, dopo l’infortunio estivo gravissimo di Sergi, il Real ha giocato 279 gare tra le varie competizioni. Llull ne ha dovute saltare 115. E ieri sera in Liga si è girata anche la caviglia di Trey Thompkins…

Tre Coach che sono “rookie” in questa lega totalizzano ad oggi 41 vittorie e 37 sconfitte. Se lo status di Kokoskov lo poteva fare pensare (ma non la rivoluzione estiva del Fener), Schiller e Parker ci raccontano storie incredibili. Ed un Eurolega molto lontana da ciò che ci aspettavamo.

(Photo : Twitter @AnadoluEfesSK)

About Post Author

alberto marzagalia

Due certezze nella vita. La pallacanestro e gli allenatori di pallacanestro. Quelli di Eurolega su tutti.
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Pablo Laso, un altro timeout spettacolare

Pablo Laso, durante la gara contro Burgos di ieri sera, valida per la Jornada 24 di Liga Endesa, è stato protagonista di un altro timeout molto “interessante”. Nei primi minuti del terzo quarto il Real ha decisamente regalato qualche canestro di troppo agli avversari. Il punteggio, che all’intervallo diceva 48-32, […]
Pablo Laso

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: