Copa del Rey 2021, le parole dopo il secondo giorno

Tutte le dichiarazioni dei protagonisti dopo la seconda giornata di Copa del Rey

0 0
Read Time:3 Minute, 38 Second

Dopo il primo giorno di partite, ecco che vanno in archivio i quarti di finale di Copa del Rey. Baskonia e Barcellona hanno rispettato i pronostici, avanzando alla semifinale. A Badalona e Malaga resta solamente l’onore delle armi, al termine di partite in cui hanno avuto poco da rimproverarsi.

Dusko Ivanovic e Sarunas Jasikevicius si incroceranno questa sera nel penultimo atto del Torneo. Sarà la rivincita dell’incredibile ultimo atto del Torneo Final della Liga ACB 2019-20.

Con la mente di tanti, fra i protagonisti, che inevitabilmente tornerà al canestro decisivo di Luca Vildoza per il titolo dei baschi. Jasijevicius non era ancora sul pino blaugrana, ma sa bene quanto abbia fatto male quella sconfitta e quanta voglia di rivalsa ci possa essere nel gruppo catalano. Pressochè inalterato rispetto a quel disgraziato epilogo.

Entriamo idealmente nella sala stampa del WiZink Center, sede ospitante di questa Copa del Rey, per scoprire cosa hanno detto i quattro coach protagonisti del secondo giorno di Copa del Rey.

Baskonia-Joventut Badalona 96-87

Carles Duran (Joventut Badalona)

Complimenti al Baskonia, ha giocato meglio di noi. Credo che la partita abbia avuto una svolta già nel primo quarto. Hanno imposto bene il loro ritmo alla partita e ci hanno costretto a inseguirli. Ogni volta che abbiamo provato a rientrare ci hanno punito dal perimetro. Soprattutto con Peters e Giedraitis. La squadra non ha mai smesso di provarci e ha fatto un gran lavoro, ma la gestione del pallone di Henry e Vildoza è stata migliore della nostra

Carles Duran, Copa del Rey | Eurodevotion
Carles Duran in Baskonia-Joventut Badalona

Dusko Ivanovic (Baskonia)

Buona partita in attacco, non tanto in difesa. Siamo migliorati nel terzo quarto e in parte dell’ultimo periodo da questo punto di vista. Dovremo sicuramente crescere per la semifinale, ma abbiamo ottenuto ciò che più contava, la vittoria. Ho detto ai miei ragazzi di essere aggressivi, di credere nel lavoro che stanno facendo e di godersi il momento

Achille Polonara (Baskonia)

Abbiamo giocato un’ottima partita in attacco. Con un inizio molto aggressivo, facendo vedere che non siamo qui in vacanza, ma con il desiderio di giocare bene e vincere. Possiamo migliorare nei 40 minuti, comunque un ottimo lavoro contro una squadra esperta e con talento. Adesso aspettiamo l’avversario di domani, sapendo che sarà un’altra partita molto difficile

Barça-Unicaja Malaga 103-93 (dts)

Sarunas Jasikevicius (Barça)

Mi assumo le mie responsabilità. Abbiamo avuto 5 giorni per preparare la squadra, soprattutto mentalmente, e non ho fatto un buon lavoro. Abbiamo iniziato la partita come temevo: molto frettolosi, senza difendere e troppo morbidi nei contatti. Malaga non aveva nulla da perdere e ha avuto un buon approccio, rendendoci le cose molto più difficili. Siamo riusciti a portarla comunque a casa. In questa Copa del Rey bisogna essere bravi a sopravvivere e noi siamo stati capaci di soffrire negli ultimi 5 minuti. Speriamo di recuperare le forze in 24 ore e di capire cosa abbiamo sbagliato, facendoci trovare pronti a giocare una partita fisica

Alex Abrines (Barça)

Non siamo entrati in campo come avremmo dovuto. Abbiamo faticato tanto nel primo quarto mentre Malaga ha interpretato bene la partita fin dal principio. La cosa positiva è che abbiamo saputo soffrire nei 30 minuti successivi, superando l’ostacolo e guadagnandoci la vittoria. Per fortuna abbiamo l’opportunità di giocare di nuovo per fare meglio rispetto a oggi, fin dall’inizio>>

Fotis Katsikaris (Unicaja Malaga)

Ci siamo preparati molto bene per questa partita. Nel primo quarto abbiamo giocato una pallacanestro spettacolare. Concentrati, con una gran difesa e controllando i rimbalzi, senza lasciare molte opzioni al Barça. Loro hanno grandi giocatori ed è arrivata la reazione nel secondo quarto, quasi raggiungendoci prima dell’intervallo. Noi abbiamo perso fluidità in attacco e commesso errori evitabili”

Il coach greco prosegue, trovando l’aspetto che più lo ha soddisfatto della prestazione della squadra

Siamo rimasti bene in partita nel terzo quarto e non abbiamo mollato nemmeno quando il Barça è andato sopra di 8 nell’ultimo quarto. In quel momento abbiamo trovato la forza di difendere ancora più forte e pareggiare la partita. La squadra ha fatto passi da gigante rispetto a quando sono arrivato. Di 6 partite su questa panchina, ne abbiamo perse 4 di seguito e perdevamo sempre la fiducia al primo momento negativo. Oggi non è successo e sono orgoglioso dei miei ragazzi

About Post Author

Francesco Sacco

Iniziato al gioco da Kobe Bryant e della Benetton Treviso di Ettore Messina da piccolino. Travolto dalla passione per l'Olimpia Milano da "grande". C'è qualcosa di più bello della Final Four di Eurolega? Forse, ma non ditemelo.
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Txus Vidorreta accende la semifinale: Le assenze del Valencia erano più importanti di quelle del Real

Txus Vidorreta, Coach del Lenovo Tenerife accende la semifinale di oggi con parole che non passeranno inosservate. L’allenatore “aurinegro” che dopo aver superato Burgos si appresta a sfidare i “blancos” alle ore 16 di oggi nella prima gara che qualificherà per la finale di domani, ha detto la sua sul […]
Txus Vidorreta

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: