Copa del Rey 2021, Ponsarnau: Real favorito, ma possiamo battere chiunque

0 0
Read Time:4 Minute, 17 Second

Dopo la conferenza stampa della vigilia di Pablo Laso, si è messo a disposizione della stampa anche Jaume Ponsarnau.

L’allenatore di Valencia si è soffermato naturalmente sulla forza del Real Madrid, senza disconoscere le potenzialità indubbiamente alte della sua squadra. Al suo fianco un Sam Van Rossom pungente. Soprattutto quando gli sono stati riportati alcuni pronostici che indicavano i taronja come possibile favorita.

Non solo nel quarto di finale di domani (ore 21:30), ma anche nel torneo..

<<I risultati recenti sono stati buoni, ma non bastano per definirci favoriti. Dobbiamo ricordarci che il Real ha perso solamente una partita in Liga. Conosciamo tutti la loro forza e che giocano per vincere ogni competizione, per cui è chiaro che i favoriti sono loro. Noi pensiamo partita per partita e daremo tutto per vincere domani>>

Sulla stessa lunghezza d’onda Ponsarnau..

<<Sappiamo che tutti sperano di vincere la Copa del Rey. La società, i tifosi, la squadra stessa..però non possiamo metterci questa pressione addosso. Chiaro che ci piacerebbe dedicare un successo del genere a Miki. Sarebbe il miglior omaggio possibile a una figura così grande. Cercheremo di fare le nostre cose al meglio e di dimostrare tutto il nostro spirito competitivo>>

Il Miki citato dal tecnico di Valencia è Miki Vukovic. Leggenda della storia del club della Fonteta, è morto poche settimane fa dopo una lunga battaglia con malattia. Aveva 76 anni. Soprattutto, l’uomo con più presenze sulla panchina valenciana e colui che ha portato il primo Trofeo della storia del club (Copa del Rey 1998). Oltre alla prima finale europea nella Coppa Saporta del 1999.

Chiaramente uno stimolo in più per arrivare fino in fondo. Il primo ostacolo è di quelli davvero ostici. Ponsarnau lo presenta così..

<<Sappiamo che il Real è una squadra molto forte. La sensazione è che sia l’avversario più duro che potessimo incontrare. Nonostante i problemi che hanno avuto nelle settimane precedenti, non abbiamo dubbi sul fatto che avremo di fronte uno squadrone. Lo rispettiamo moltissimo. Seppur con qualche assenza, hanno tante opzioni e troveranno le soluzioni per crearci dei problemi>>

Un Real che il Valencia ha affrontato sia con Campazzo in campo che senza il fenomenale play argentino. Van Rossom non si fida di certo..

<<Campazzo è stato un giocatore molto importante per loro negli ultimi anni. Tutti abbiamo visto cosa sono stati capaci di fare insieme. Hanno avuto tempo per organizzare uno stile di gioco differente. Hanno comunque qualità nel ruolo di play con Laprovittola, Alocen e Llull. I risultati in Liga dimostrano il livello molto alto che hanno mantenuto>>

Proprio contro la versione del Real con Campazzo arrivò una delle migliori prestazioni della stagione di Valencia, nello scontro diretto di Eurolega a Madrid.

Una vittoria netta in cui una delle chiavi tattiche fu costringere Walter Tavares a inseguire i centri di Valencia lontano dal proprio canestro. Interpellato in merito, Ponsarnau risponde così..

<<E’ chiaro che uno dei nostri punti di forza da sfruttare è la polivalenza dei nostri centri, che possono giocare sia vicino a canestro che sul perimetro. Un errore che non possiamo commettere è limitarci a un gioco perimetrale. Dobbiamo anche mandare la palla dentro, pur con Tavares in area, per aprire la difesa del Real e creare spazio per i nostri tiratori>>

Valencia parte verso la Capitale con la consapevolezza derivante da 12 vittorie consecutive in Liga ACB. Ponsarnau, però, ha un’impressione diversa sul momento della sua squadra..

<<Al contrario di quanto suggerirebbero i risultati, non siamo nel nostro miglior momento. Abbiamo diversi giocatori che stanno recuperando la condizione ideale dopo gli infortuni e altri che hanno accumulato stanchezza giocando parecchio. Siamo cresciuti nelle ultime due settimane, ma abbiamo margini per stare ancora meglio>>

A proposito di infortuni, il Coach conferma due assenze pesanti (oltre a un pieno recupero)

<<Saranno fuori San Emeterio e Sastre. Siamo fiduciosi sulla disponibilità del resto della squadra. Kalinic è pienamente recuperato. Le prove in settimana sono state più che positive e crediamo ci aiuterà tantissimo>>

Ci pensa nuovamente Van Rossom, con la consueta sicurezza, a eliminare qualsiasi possibile alibi..

<<Sia noi che il Real abbiamo avuto dei problemi con qualche giocatore. Lo stesso vale anche per le altre rivali. Sappiamo bene che la Copa del Rey è un torneo molto esigente e compresso. A ogni modo, credo che tutte le squadre ne siano coscienti e faranno un passo avanti per compensare>>

Chiusura per Ponsarnau, che non si nasconde quando gli viene chiesto se c’è nella squadra la sensazione di poter battere chiunque..

<<Credo di si, abbiamo dimostrato di poterlo fare. Altrettanto evidente che non possiamo paragonarci a una squadra come il Real. Per vincere ci deve riuscire tutto piuttosto bene. La cosa più importante è tenere alta l’attenzione per 40 minuti o più minuti, magari, leggendo i vari momenti della partita e sfruttando quelli a noi favorevoli>>

Immagine in evidenza: Realolimpiamilano

About Post Author

Francesco Sacco

Iniziato al gioco da Kobe Bryant e della Benetton Treviso di Ettore Messina da piccolino. Travolto dalla passione per l'Olimpia Milano da "grande". C'è qualcosa di più bello della Final Four di Eurolega? Forse, ma non ditemelo.
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

F8 2021, le parole dei coach

F8 2021 – Si è svolta al Mediolanum Forum d’Assago la conferenza stampa di presentazione delle Frecciarossa F8 2021 di LBA in programma da giovedì 11 febbraio a domenica 14 febbraio. In vista dell’inizio della manifestazione, gli otto allenatori delle squadre partecipanti hanno presentato le sfide. AX Armani Exchange Milano […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: