Pana-Khimki R21: la gara tra cantieri va all’umarel Mitoglou

0 0
Read Time:3 Minute, 51 Second

Pana-Khimki è la partita tra due squadre che occupano da tempo i bassifondi della classifica. Molti gli assenti per entrambe. La risolve LA prestazione della carriera di Mitoglou, per una gara già decisa all’intervallo.

Analizziamo il match Pana-Khimki nei 5 punti di Eurodevotion

Pana-Khimki: due cantieri aperti

Di questo si tratta, visti i recenti cambi in regia. Su Eurodevotion abbiamo già ampiamente parlato della situazione in casa Khimki, con l’esonero di Kurtinaitis. La soluzione attuale di affidare la panchina a Andrey Maltsev non può che essere ad interim. Il problema visto il risultato di ieri sera rimane la difesa, come manifestato anche dall’avversario di nel Round20 Ataman, oltre ad alcune dinamiche di squadra poco chiare.

Il Pana vede l’esordio in panchina di coach Oded Kattash, ex Hapoel Jerusalem, con al seguito tutti gli scetticismi del caso. La scelta di cacciare Vovoras, rimane ancora attualmente di difficile comprensione. Kattash però già dalla prima partita, perché con una sola gara è difficile esprimere giudizi oggettivi, sembra aver già preso di polso le redini. Gli allenamenti alle spalle non possono essere tanti, quindi l’israeliano ha chiamato più volte i suoi in panchina per dare delle direttive. I ritmi e il livello del gioco di Pana-Khimki hanno comunque falsato qualsiasi tipo di pensiero in prospettiva.

Mitoglou: la migliore in carriera nella migliore stagione

Il momento di crisi generalizzato del Panathinaikos ha sempre avuto una costante a Mitigarlo, Kostantinos Mitoglou. Il lungo greco classe ’96 mette a referto la miglior prestazione della carriera, con 29 punti, 12 rimbalzi (di cui 8 offensivi) e una valutazione di 42, che secondo i criteri di Eurolega lo rendono MVP temporaneo di giornata.

I MA ci sono, perché davanti a sé non aveva la peggior difesa del campionato e le assenze lo hanno avvantaggiato. La stagione 20/21 è però fin qui la sua migliore in carriera. Contando anche la stagione al top a Wake Forest, è migliorato in tutti i lati del campo, sia a livello di numeri che di concretezza in campo.

Pana-Khimki: assenti a rimbalzo

Se da un lato c’è la miglior prova in Eurolega di Mitoglou (12) dall’altro i rimbalzi sono veramente pochi. La prova nel complesso delle due squadre racconta molto della partita. Dominio Pana di 40-23 rimbalzi totali, ma il distacco vero tra i due team sta nei punti da secondo tentativo. 35 a 11 per i padroni di casa dove si concentra lo scarto finale.

Infermeria: Gli assenti dal campo

Le cause del punto sopra possono riassumersi anche nella situazione infortunati dei due roster. Per il Pana gli assenti “rumorosi” sono i due Papa: Papapetrou, che sta facendo fatica a rientrare e Papagiannis, ampiamente rimpiazzato dall’Mvp. Comunque tutti gli entrati in campo portano a casa un rimbalzo.

Il Khimki invece era partito a inizio stagione con un affollamento tra 4 e 5, con un buco importante nello spot di 3: Monroe, Jerebko e Booker. I primi due stanno attendendo di risolvere il contratto con i russi. Booker è risultato assente prima della gara. Per cui l’unico presente a rimbalzo, nel ruolo di centro è Jordan Mickey, che insieme a Erick McCollum predica nel deserto.

Le parole dei coach

“In generale, penso che per 40 minuti abbiamo fatto un buon lavoro di rimbalzi e spinta. Mi è piaciuto lo sforzo dei giocatori, anche se nell’ultimo quarto abbiamo perso un po’ di intensità e concentrazione. Ma possiamo prendere molte cose buone da questa partita, soprattutto in difesa. Siamo stati un po’ ingenui a volte a finire il lavoro in difesa. Ma mi piace lo sforzo. È un processo. Stiamo lavorando in modo offensivo sulle nostre regole di giro palla e spaziatura e tutto il resto. Non è facile. Serve tempo per capire che è un nuovo sistema per i giocatori, e loro devono abituarsi. Ma piano piano ci arriveremo. Difensivamente dobbiamo essere molto più coerenti con il nostro impegno “.

Oded Kattash, Panathinaikos Athens

“Congratulazioni al Panathinaikos per questa vittoria. Voglio anche ringraziare la nostra squadra per il loro impegno e la lotta che hanno mostrato per tutti i 40 minuti. Il loro allenatore ha dovuto anche chiamare un timeout qualche minuto prima della sirena finale, perché la partita poteva sfuggire dal loro controllo. Purtroppo non siamo riusciti ad andare bene a rimbalzo. Per noi l’ultima sirena è stato il quinto fallo di Monia, quando è diventato chiaro che non avevamo abbastanza grandi giocatori. Tuttavia, i ragazzi hanno lasciato tutto in campo. Oggi abbiamo sentito il gusto dell’EuroLeague, soprattutto per i nostri giovani”.

Andrey Maltsev, Khimki Moscow Region
Gli Highlights del match

About Post Author

Riccardo Corsolini

Appassionato di Sport in generale, nato e cresciuto con la pallacanestro in testa e nelle mani. Scrivo della mia squadra e di Eurolega su Eurodevotion, tentando di prendere il ferro.
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

One thought on “Pana-Khimki R21: la gara tra cantieri va all’umarel Mitoglou

Next Post

Asvel-Valencia e la rivincita mentale e atletica dei francesi

Asvel-Valencia regala una nuova consapevolezza per i padroni di casa. La squadra allenata da TJ Parker mette un solco di differenza contro un irriconoscibile Valencia.
Asvel-Valencia e la rivincita mentale e atletica dei francesi

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: