Bourg – Virtus: per la Virtus massimo risultato con il minimo sforzo

Balbo 1
1 0
Read Time:3 Minute, 22 Second

Bourg – Virtus é la gara tra la sorpresa della prima fase e la favorita (insieme a Badalona e Unics Kazan) della vittoria finale.

La Virtus ottiene il massimo risultato con il minimo sforzo vincendo sul campo di Bourg 87-99; dopo una gara equilibrata per lunghi tratti, i bianconeri riescono ad allungare nell’ultimo periodo utilizzando il doppio lungo. Nel tabellino finale spiccano ancora i 26 assist di Teodosic e compagni.

Bourg due facce

L’autentica sorpresa della prima fase finora ha presentato due facce: abbiamo una Bourg pre 2021 ed una Bourg 2021. Nel periodo delle festività i blanc rouge de France hanno perso l’asse play-pivot che aveva fatto le fortune di coach Vucevic: durante le vacanze natalizie il play Kadeem Allen (9,6 punti e 2,7 assist di media) ha contattato la società dichiarando che non sarebbe tornato ai piedi delle alpi a causa delll’originale saudage degli Stati Uniti; mentre il centro Alen Omic l’8 gennaio ha subito un infortunio che lo terrà lontano dal parquet per due mesi.

In attesa dell’arrivo di un regista, i francesi, hanno affidato le chiavi della squadra al giovane foruncoloso Hugo Benitez ( 9 punti e 7 assist), un volto virginale di innocenza penetrante con un carattere tosto che gli permette di attaccarsi alle calcagna di Teodosic senza timore reverenziale.

Nel primo tempo i francesi giocano una pallacanestro solida; poche forzature, difesa attenta e soprattutto molta leggerezza. Peacock (10 punti) , mano morbida e fisico da wrestler, guida i suoi al primo vantaggio.

Virtus, quando accelleri?

La Virtus é disattenta, la prima scossa arriva con l’ingresso di Abass (7 punti nel primo tempo) e Belinelli (19 punti): due loro triple portano la Virtus al primo mini-massimo vantaggio sul 21-25. I francesi rispondono facendo salire in cattedra l’ex di di turno; Danilo Andjusic, occhi scuri e attenti segnati agli angoli da lievi rughe che aggiungono cinque anni ai suoi ventinove, nel giro di un amen segna a referto 10 punti e contiene la mini sfuriata di Teodosic facendo restare i suoi attaccati nel punteggio sul 44-47 alla fine del primo tempo.

Alla fine del primo tempo coach Djordjevic ai microfoni dirà: “Dobbiamo cambiare ritmo”

Duello sotto canestro

Ivan Buva (15 punti) non fa rimpiangere Omic, il centro , un omaccione dall’aria bovina con braccia pesanti e scoordinate penzolanti lungo i fianchi ed una tecnica sottovalutata che illumina il marchio della scuola croata, accende un duello muscoloso sotto le plance con Vince Hunter (Mvp con 23+11). Il lungo bianconero, giocando anche numerosi minuti importanti da 4, replica l’ottima prova disputata contro Lubiana.

Vice Hunter, Eurocup / Eurodevotion

Teo e Beli

Se le tue stelle producono 40 punti sbadigliando, non disputando una delle migliori partite, non puoi che dormire sonni tranquilli. Il mago di Valjevo ( 21 punti, 4/6 da tre), dopo un primo tempo passato vagabondando nel dolce far niente, si carica la squadra sulle spalle per il primo vero allungo bianconero. Bourg con carattere resta a galla, ma la Virtus capitanata dal solito Markovic (8 assist) prende il largo a metà dell’ultima frazione. Il punteggio finale dice 87-99 per i bolognesi: la Virtus mette a referto quasi 100 punti senza mai premere il piede sull’accelleratore. Massimo risultato con il minimo sforzo.

https://www.eurocupbasketball.com/eurocup/games/results/showgame?gamecode=133&seasoncode=U2020

Primato solitario per la Virtus

Nell’altra gara del girone, l‘Union Olimpia Lubiana ha sconfitto il Buducnost 74-71 al termine di una gara a tratti molto interessante, decisiva la vena dalla lunga distanza dei padroni di casa (15/32). Deludente il tanto atteso duello tra i due top player delle rispettive compagini: Jaka Blazic (10 punti, 3/9 al tiro) e Nikola Ivanovic (5 punti, 2/7 al tiro). L’Mvp del derby slavo é Kendrick Perry (16 punti, 2/4 da tre)

Dopo la vittoria odierna la Virtus si trova solitaria in testa con 2 vittorie e 0 sconfitte, seguita da Buducnost e Union Olimpia appaiate 1/1, Bourg resta ultima con 0 vittorie in due giornate

Prossimo Turno:

26 Gennaio Virtus Segafredo Bologna- Buducnost Podgorica

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
100 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

One thought on “Bourg – Virtus: per la Virtus massimo risultato con il minimo sforzo

Next Post

Trento-Lokomotiv: l'Aquila torna a volare in EuroCup nel 2° round di Top 16

Nella 2° giornata delle Top 16 di 7Days EuroCup, alla BLM Group Arena è andata in scena la sfida tra Trento-Lokomotiv. Dopo la brutta sconfitta subita una settimana sul campo del Partizan, l’Aquila ritrova il sorriso e lo fa in casa battendo la compagine russa con il punteggio di 96-84. […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: