Fenerbahce-Baskonia: De Colo è super, il Round 19 sorride ai turchi

Enrico Longo 2

Il Fenerbahce archivia la pratica Baskonia nel 3° periodo e conquista la nona vittoria stagionale

0 0
Read Time:2 Minute, 58 Second

Fenerbahce-Baskonia non sarà sicuramente il match clou del Round 19, ma è comunque il duello tra due forze che versano in buone condizione: i turchi arrivano forti di tre vittorie consecutive maturate con Olympiacos, ASVEL e Stella Rossa. I baschi hanno fermato nell’ultimo turno la striscia di 12 successi di fila del CSKA Mosca. Anche la situazione in classifica è simile: le due squadre, con il Baskonia (9-9) avanti di una vittoria sul Fener (8-10), sono imbottigliate nella lotta per conquistare una piazza per la post-season. I baschi resistono per 20 minuti a un impeccabile Fenerbahce per poi crollare nella seconda metà di gara. A Istanbul finisce 96-76.

Analizziamo il match nei 5 punti di Eurodevotion.

Il primo quarto del Fenerbahce

Difficile trovare difetti ai primi 10 minuti del Fenerbache. Il quarto inaugurale termina con un netto 28-18 a favore dei locali e si avvicina parecchio alla, forse troppe volte tirata in ballo, perfezione da entrambi i lati del campo. I padroni di casa trovano la via del canestro con continuità (8/10 da 2 e 3/5 dall’arco) costruendo in modo minuzioso le conclusioni (8 assist di squadra contro i 4 avversari), difendono in modo attento e arrivano sempre, o quasi, prima sulle seconde palle (9 a 2 il computo dei rimbalzi). L’emblema della partenza dal team di Kokoskov è Jan Vesely: già in doppia cifra con 11 punti e autore di un paio di assistenze (14 di valutazione).

Percentuali

Nelle prime 18 partite, il Fenerbahce ha tirato con percentuali non straordinarie (53% da 2 e 36.8% da 3), ma ogni sfida scrive una storia nuova e quella della Ulker Arena è sensazionale. Dall’area sfiora il 72% (71.9% con il 23/32), ma la vera sorpresa arriva dai 6.75: i turchi alla vigilia erano la tredicesima squadra e anche nel successo di Belgrado non avevano brillato (6/22), ma questo è un altro capitolo e alla fine sarà 15/28 (53.6%).

20

Di 20 lunghezze è lo scarto che divide le due formazioni all’ultima sirena di gioco. La partita viene decisa nel parziale successivo all’intervallo lungo, dominato da de Colo & Co. 24-15. Il Fener apre la forbice e tocca per la prima volta il +20 alla fine del 3° quarto e l’azione è la fotografia perfetta dell’intera serata. Brown prima recupera palla in difesa, poi non ha fretta di concludere dall’altra parte e dopo un paio di passaggi, approfittando del mismatch, attacca senza troppi patemi in penetrazione.

Nando de Colo

Non è la sua stagione più semplice e in più di un’occasione ha dovuto guardare i compagni dalla tribuna perchè infortunato. Ma quando il francese sta bene, il suo apporto alla pallacanestro, ancor prima che alla squadra di cui porta la canotta, è di assoluto livello. L’MVP della stagione 2015-16 gioca la sua miglior partita di questa edizione. Per lui ci sono 27 punti, 3 rimbalzi, 3 assistenze, 3 rubate e 5 falli subiti per un totale di 30 di valutazione in appena 30 minuti di parquet.

Polonara è una garanzia

Il Baskonia si piega al Fener e soffre parecchio, ma Achille Polonara conferma il suo ottimo stato di forma ed è, anche nei momenti più complicati per i suoi, uno dei pochi a rimanere incollati alla disputa. L’azzurro risulta il migliore dei baschi, ma i suoi 12 punti raggiunti non commettendo errori al tiro (5/5) conditi da 5 assist e 3 rimbalzi non sono sufficienti alla truppa di Ivanovic.

Immagine in evidenza: sito ufficiale Eurolega

About Post Author

Enrico Longo

Laureato in Comunicazione, sogno di diventare giornalista sportivo. Vivo la vita 4 quarti da 10 minuti per volta. Amo la pallacanestro perché mi fa sentire vivo e l'Eurolega perchè aspettare il week-end per lo sport è impossibile.
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

2 thoughts on “Fenerbahce-Baskonia: De Colo è super, il Round 19 sorride ai turchi

Next Post

La lavagnetta di Eurodevotion: una speciale difesa a zona 1-2-2 di Aito

Per la prima volta da quando è nata la lavagnetta di Eurodevotion vi parlerà di difesa, e di difesa a zona in particolare. Dopo il viaggio nei floppy set del Real Madrid, tocca oggi all’Alba Berlino, che nella serata di domani sarà avversaria dell’Olimpia Milano. Il protagonista di quanto stiamo […]
difesa a zona Aito | Eurodevotion

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: