Panathinaikos-Zenit: Gudaitis c’è, il 18° round di Eurolega è russo

Enrico Longo 1

Panathinaikos-Zenit conferma le impressioni della vigilia. I greci sono in difficoltà, lo Zenit una delle squadre più in forma di questa Eurolega.

0 0
Read Time:2 Minute, 17 Second

Panathinaikos-Zenit è una sfida tra due squadre che arrivano al 18° round di Eurolega con situazioni diametralmente opposte. Lo Zenit sta vivendo una stagione incredibilmente positiva e, a ogni giornata, si conferma all’altezza della parte alta della classifica. Il Pana invece sta soffrendo e non poco tanto che, dopo una serie importante di risultati negativi, coach Vovoras è stato sollevato dal proprio incarico di coach. All’OAKA passano gli ospiti 89-77 e continuano il loro percorso da big.

Analizziamo il match nei 5 punti di Eurodevotion.

I precedenti tra Panathinaikos-Zenit

Lo Zenit è alla sua seconda Eurolega e gli unici precedenti tra le due squadre risalgono alla stagione scorsa. Nell’andata e ritorno della stagione regolare 19-20 arrivò un doppio successo dei greci. Il Panathinaikos passò 96-81 in casa e 89-79 alla Sibur Arena.

Il grande assente

Il Panathinaikos deve ancora fare a meno di Zach Auguste, il centro è fuori per problemi alla caviglia, ma recupera Mack fino all’ultimo in forse. L’assenza però più pesante è senza dubbio quella che riguarda gli ospiti che sono privi di Alex Poythress, il classe 1993 è stato uno dei protagonisti della prestigiosa vittoria a Tel Aviv.

“Le cose in chiaro sin da subito”

Una squadra in salute scende in campo concentrata e si concede poche distrazioni. Lo Zenit edizione 20-21 fa parte della categoria elitaria e non ha grandi timori di calcare uno dei parquet più prestigiosi del vecchio continente. Dalle prime battute, si assiste a quella che poi sarà una costante della serata: l’efficacia di Pangos. Il canadese, ex Zalgiris e Barcellona, è il più pericoloso e chiude la prima frazione con 6 punti e 3 assist. 12 dei 26 punti dello Zenit passano dalle sue mani.

Arturas Gudaitis

Il lungo visto le ultime tre stagioni all’ombra del Duomo ha tutte le carte in regola per essere uno dei più importanti nel suo ruolo. Le potenzialità, se il tuo corpo non sempre risponde presente, rischiano di rimanere tali, ma questa non è una di quelle sere. Il lituano gioca la sua miglior partita stagionale e risulta quasi perfetto al tiro con 25 punti (10/13 dall’area e 5/6 dalla linea della carità). Il suo apporto è fondamentale nel momento in cui lo Zenit nella terza frazione scava il solco.

8 vittorie esterne

Lo Zenit con l’11° centro stagionale è momentaneamente al 3° posto della classifica con una partita in meno da chi lo precede (Real Madrid) e dalle sue dirette inseguitrici (Barcellona e Bayern). L’aspetto che però colpisce di più è la capacità di trovare i due punti lontano da San Pietroburgo: 8 successi su 10 uscite. Le uniche sconfitte esterne sono arrivate nel derby con il CSKA e con il Real.

About Post Author

Enrico Longo

Laureato in Comunicazione, sogno di diventare giornalista sportivo. Vivo la vita 4 quarti da 10 minuti per volta. Amo la pallacanestro perché mi fa sentire vivo e l'Eurolega perchè aspettare il week-end per lo sport è impossibile.
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

One thought on “Panathinaikos-Zenit: Gudaitis c’è, il 18° round di Eurolega è russo

Next Post

Stella Rossa-Fenerbahce: Lorenzo Brown gela Belgrado

Stella Rossa-Fenerbahce è stata decisa da un canestro allo scadere di Lorenzo Brown. Con il punteggio di 71-73, la compagine turca ha conquistato il successo nella celebre Aleksandar Nikolic Arena. Per i serbi si tratta della dodicesima sconfitta europea, dopo la vittoria ottenuta settimana scorsa contro i greci del Pana, […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: