Massimo Pisa: L’Olimpia? Obiettivo Playoff. La comunicazione oggi? Chi cerca il confronto è scomodo

1 0
Read Time:3 Minute, 8 Second

Massimo Pisa, autorevole firma di Repubblica, è intervenuto nella nostra diretta del 26 dicembre sulle frequenze di Radioblablanetwork.

Di seguito le parti più significative della nostra conversazione ed il link per ascoltarla integralmente.

Ascolta “Eurodevotion – Intervento Massimo Pisa” su Spreaker.

Sulla comunicazione che non va nel basket di oggi…

«Se i club fossero interessati a dare qualcosa alla stampa si dovrebbe lasciare maggior accesso e si dovrebbero affrontare anche argomenti spinosi. Nelle conferenze stampa le domande sono colte con fastidio, alcuni giornalisti vengono messi all’indice, alcuni giornali vengono bannati e non gli si dà possibilità per mesi, anni. Il pacchettino preconfezionato è quello dell’isola felice e si vede con fastidio tutto ciò che è diverso».

Sui siti e sulla qualità…

«La “nostra parrocchietta”, come la chiamava Aldo Giordani, perde minuti di informazione quando si appiattisce al modello di comunicazione che vediamo anche nella politica. Non è comunicazione, è “marketing fatto male”. Così ci consegnamo all’esercito nemico, a chi ha deciso di snaturare il nostro mestiere. Il proliferare di siti sul basket è iniziato anni fa. Come si fa a selezionare in base alla competenza? Si poteva fare, non si è fatto. Ed oggi chi cerca il confronto non ha la possibilità di farlo perchè magari risulta scomodo, indesiderato. Dovremmo parlarci ed invece rischiamo di affossare il prodotto».

«Oggi chi cerca il confronto, nel basket, risulta scomodo ed indesiderato»

Sull’equilibrio tra il mestiere tradizionale del giornalista e la realtà di siti vari, tra cui alcuni lavorano bene, altri meno…

«La competenza non te la attribuisce un tesserino, è serietà ed onestà del prodotto. Ci sono siti e blog che hanno un criterio, che vogliono raccontare qualcosa, ci sono a volte notizie di mercato che vengono proposte bene ma da parte di chi magari non sa raccontare una partita. Sarebbe interesse di tutti, perché il basket resta la cosa più bella che c’è, calcio compreso… Ci riusciamo? Speriamo».

Sull’Eurolega e su Milano…

«Eurolega non scontata, alcune dominatrici degli ultimi anni sono indietro, vedi Efes, Maccabi, Fenerbahçe o Pana. Ci sono nuovi protagonisti che stanno emergendo con nuove idee e la proposta di una pallacanestro diversa. E’ la competizione tatticamente più interessante, ogni continente compreso. Vedo efficacia e cose interessanti. Milano si è seduta al tavolo delle grandi, ha un struttura ed ha dei difetti: ci sta che arrivi un Ivanovic che quei difetti te li sottolinei tutti e ti porti via una partita».

«Per ora Milano è da lotta Playoff. La vedo molto vicina al suo massimo».

Sull’Olimpia, più vicina ai soli Playoff oppure alle big…

«Per ora lotta Playoff, non di più perchè ci sono difetti strutturali, manca qualcosa. Alcuni, quando giocano male giocano veramente male. L’altissimo livello non è ancora visto del tutto tra le grandi, come ad esempio il Real in evoluzione. Credo che Milano stia viaggiando molto vicina al suo massimo. Serve salute e continuità di lavoro. Non credo possa esser vicina a vincere, ma se è vero che ogni due anni c’è una sorpresa alle Final 4, perchè no?».

Sul suo libro, “Lo stato della strage”…

«Ho ricostruito integralmente tutto ciò che si può raccontare sulla stagione milanese ed italiana più importante, ovvero la strategia della tensione e l’attentato più grave, quello di Piazza Fontana. 2 milioni di commenti che ho letto in 4 anni, ho studiato e distillato in questa storia. E’ il primo di 4 libri, grossi. Il primo sono 1104 pagine… Lì si trova tutto, senza scorciatoie. Si trova anche il mio commento in cui cerco di spiegare anche ciò che si è visto dal buco della serratura. Con un piccolo accenno al basket…».

Per chiudere, simpaticamente, la nostra scommessa su Belinelli a Milano o a Bologna…

«E’ una mia vittoria, ti concedo l’onore delle armi ma i fatti sono questi».

About Post Author

alberto marzagalia

Due certezze nella vita. La pallacanestro e gli allenatori di pallacanestro. Quelli di Eurolega su tutti.
Happy
Happy
50 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
50 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

La situazione delle assenze e dei rientri nel Round 18 di Eurolega

La situazione delle assenze e dei rientri possibili al via del Round 18 di Eurolega. STELLA ROSSA con assenze certe in Loyd e Simonovic, mentre Jagodic-Kuridza e Hall (inguine) sono dubbi dell’ultimo minuto. Nel FENERBAHCE Bobby Dixon verrà valutato in prossimità della gara come Alex Perez. ALBA sempre a pezzi. […]
La situazione delle assenze e dei rientri nel Round 18 di Eurolega | Eurodevotion

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: