Zalgiris – Bayern è una battaglia vera: la decide Grigonis

0 0
Read Time:3 Minute, 2 Second

Zalgiris – Bayern sfida del Round 16 di Eurolega giocata alla Zalgirio Arena è la classica immagine che riproduce volti di chi ha fatto benissimo e lo ha fatto andando ben oltre ogni più rosea aspettativa.

Diciamoci la verità, chi si aspettava i tedeschi 10/5 ed i lituani 8/7 dopo 15 giornate? Nessuno, forse nemmeno loro stessi, ma non ditelo ai rispettivi Coach, protagonisti assoluti e sempre in perfetto controllo del proprio sistema, così diverso ma così reciprocamente apprezzabile.

Cosa aspettarsi da una gara in cui i padroni di casa arrivano da leader assoluti nella percentuale da tre col 44,41% mentre gli ospiti sono la squadra che ci prova meno da quell’arco, con soli 18,93 tentativi a partita, seppur con un discreto 37,32%? Pallacanestro è la risposta, quella ottima che Martin Schiller ed Andrea Trinchieri hanno offerto sinora.

Ed è stato così. Lo Zalgiris ha vinto una gara durissima, 74-73.

APPROCCIO ZALGIRIS

Dopo una partenza favorevole ai teutonici (0-4) sono i baltici a prendere il controllo delle operazioni fino al +10 che diventa “solo” +6 a fine primo quarto. L’equa distribuzione di responsabilità all’interno dell’attacco Zalgiris fa la differenza, insieme ai rimbalzi, che dopo 12′ sono 12 a 7 per Nigel Hayes e soci. Il Bayern, nonostante una valutazione che premia gli avversari non dà però minimamente l’impressione di voler mollare. A parte il 40-35 di metà gara, va sottolineato quell’8/7 di rapporto assist/perse che accomuna i due team.

MARIUS GRIGONIS E JALEN REYNOLDS

Uno era quasi atteso ad un ruolo da protagonista assoluto, anche in virtù dei nomi eccellenti che hanno lasciato Kaunas in estate, l’altro era invece considerato non appartenente a questo livello.

Oggi entrambi rappresentano realtà solide e fondamentali per la propria squadra. Indipendentemente dai numeri della serata, comunque notevoli per entrambi, emerge chiaramente come Grigonis e Reynolds siano chiave dei rispettivi sistemi, con meriti grandissimi.

FISICITA’: LO ZALGIRIS NON E’ SOLO BELLO, IL BAYERN RISPONDE

E’ stato sottolineato abbondantemente da entrambi i Coach a metà gara e Trinchieri è stato anche molto diretto: «Se non pareggiamo il livello di fisicità che lo Zalgiris sta imponendo alla gara, non abbiamo chance». Effettivamente i lituani, spesso belli tecnicamente ma un poco deficitari a livello di battaglia tra corpi, si dimostrano capaci di metterla su quel piano. I tedeschi rispondono all’appello del loro Coach e ci sono.

“IT’S A DOGFIGHT”

Volano botte mica da ridere, è parte dello spettacolo di un partita vera. Il 16-16 del terzo quarto è tonnara vera. Si combatte su ogni possesso, si lotta su ogni pallone e qualsiasi rimbalzo diventa una guerra. Il Bayern apre l’ultimo periodo con un’intensità pazzesca e si porta sul +1, dopo lungo inseguimento. Jalen Reynolds diventa dominante. Grigonis ed Hayes provano la fuga di nuovo dall’arco, ma Weiler-Babb risponde a tono. Lo scambio di cazzotti prosegue, con il minimo errore regolarmente punito su entrambi i lati del campo.

UNA GIOCATA, UN DETTAGLIO: NON HA PERSO NESSUNO

Il miracolo di Weiler-Babb, col 2+1, che porta il Bayern ad un passo dal paradiso, poi Grigonis più “clutch” che mai.

Si racconta di solito di palle che entrano ed altre che escono, questa volta entrano entrambe ed ovviamente è l’ultima quella decisiva. Vince lo Zalgiris, con merito, perde il Bayern, senza alcun demerito.

Se esiste il concetto di valutazione della prestazione prima che del risultato, questa è la gara che lo dimostra al 100%. Due squadre che si sono sfidate a viso aperto, dando tutto quello che avevano ed andando, come accade da inizio stagione, oltre i propri limiti. Giù il cappello per Schiller e Trinchieri.

About Post Author

alberto marzagalia

Due certezze nella vita. La pallacanestro e gli allenatori di pallacanestro. Quelli di Eurolega su tutti.
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleppy
Sleppy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

2 thoughts on “Zalgiris – Bayern è una battaglia vera: la decide Grigonis

Next Post

Fenerbahce-Olympiacos, i turchi ritrovano il sorriso grazie a Vesely nel round 16 di Eurolega

Il Fenerbahce supera 84-77 l'Olympiacos nel round 16 di Eurolega. I turchi ritrovano la vittoria dopo tre sconfitte consecutive.
Fenerbahce Olympiacos | Eurodevotion

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: